Formula 1
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
10 lug
-
12 lug
Evento concluso
G
GP 70° Anniversario
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
22 giorni
04 set
-
06 set
FP1 in
50 giorni
G
GP del Messico
30 ott
-
01 nov
FP1 in
107 giorni
G
GP del Brasile
13 nov
-
15 nov
FP1 in
121 giorni
G
GP da Abu Dhabi
27 nov
-
29 nov
FP1 in
134 giorni

Binotto: "Leclerc portato fuori pista, le regole sono chiare. La decisione è semplice"

condividi
commenti
Binotto: "Leclerc portato fuori pista, le regole sono chiare. La decisione è semplice"
Di:
30 giu 2019, 15:44

Il team principal non ha dubbi sul contatto a 2 giri dalla fine che ha decretato la vittoria di Verstappen al Red Bull Ring e il secondo posto di Leclerc. "Il regolamento attuale va cambiato, ma parla chiaro".

Il contatto, o meglio, la ruotata con cui Verstappen ha spedito fuori pista Charles Leclerc a due giri dal termine del Gran Premio d'Austria e che ha decretato il successo del pilota della Red Bull ha subito creato tante polemiche.

La gara di oggi è stata finalmente eccezionale, ma il regolamento - tanto criticato nelle settimane passate dopo quanto accaduto in Canada a Vettel - è rimasto lo stesso e il team principal della Ferrari Mattia Binotto ha una propria idea ben chiara dell'accaduto.

Leggi anche:

"Dopo il Canada ne abbiamo parlato tanto e penso che sia il momento di cambiare approccio per quanto riguarda le decisioni sulle azioni di gara, ma per il momento i regolamenti in essere sono questi", ha dichiarato il vertice della Scuderia Ferrari a Sky Sport Italia.

"C'è stata una collisione e il fatto è chiaro, forzatura fuori dal tracciato e anche questo è chiaro, quindi ci sono tutti gli elementi per una decisione semplice. Ma ora aspettiamo l'esito e non possiamo fare altro. E' chiaro che tutti vorrebbero vedere battaglie e poter accettare queste situazioni. Un conto è volerle accettare, un altro è quello che sono i regolamenti attuali".

"Speriamo che l'ambiente del Red Bull Ring non influenzi la decisione dei commissari di gara, perché le regole sono regole. Per noi i regolamenti attuali sono chiari e aspettiamo".

Verstappen è così risultato la variabile impazzita del GP, frutto di una rimonta a dir poco sensazionale, culminata con il sorpasso che è attualmente sotto investigazione da parte dei direttori di gara del Gran Premio d'Austria.

"Il ritmo di Verstappen si è visto molto presto quando ha cambiato le gomme, quindi sulle gomme più dure era particolarmente a suo agio. Leclerc ha fatto una bellissima gara dall'inizio alla fine, penso che si sarebbe meritato ampiamente la vittoria per quello che ha fatto".

Binotto è stato molto soddisfatto della bella rimonta fatta da Sebastian Vettel, pur se parzialmente interrotta da un problema alla radio che ha impedito un corretto svolgimento della prima sosta ai box.

"Mi dispiace per Seb, per il pit stop ma c'è stato un problema alla radio che non ha passato la comunicazione della sosta a parte dei meccanici. Alcuni hanno sentito, ma non tutti, ci ha fatto perdere tempo prezioso. Ha però fatto una grande gara. Con le gomme dure ha attaccato, spinto e si sono usurate velocemente. Per questo siamo stati costretti a fare un pit stop ulteriore. Non era una strategia pensata ma frutto della situazione che si è creata".

La Mercedes, infine, non ha destato la solita impressione di schiacciasassi. Binotto però smorza gli entusiasmi, perché le W10 si sono trovate in difficoltà al Red Bull Ring ma hanno comunque portato a casa un podio. La Ferrari, sottolinea il team principal, continuerà a lavorare sodo per incrementare le prestazioni delle SF90.

"Mercedes vulnerabile? L'avevamo già vista in Bahrain, in Canada. Poi questa non era una pista che si adattava a loro perfettamente. Non conosco i loro problemi di questo weekend, ma siamo convinti di non mollare mai. Ogni GP ha una sua storia da raccontare e oggi la gara è stata bellissima".

Articolo successivo
Verstappen rompe l'egemonia Mercedes, Leclerc beffato nel finale

Articolo precedente

Verstappen rompe l'egemonia Mercedes, Leclerc beffato nel finale

Articolo successivo

Verstappen: "Se non ci lasciano gareggiare, allora dovrebbe chiudere la F1!"

Verstappen: "Se non ci lasciano gareggiare, allora dovrebbe chiudere la F1!"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Austria
Sotto-evento Gara
Autore Giacomo Rauli