Formula 1
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso

Binotto: "I top team saranno sempre gli stessi nel 2021"

condividi
commenti
Binotto: "I top team saranno sempre gli stessi nel 2021"
Di:
11 nov 2019, 17:53

Il team principal della Ferrari ritiene che i top team di Formula 1 resteranno tali nel 2021, nonostante la radicale revisione del regolamento volta a rendere le gare più eccitanti.

Un importante rinnovamento regolamentare è stato varato recentemente, con novità sia sul fronte tecnico che finanziarie, volte a cercare di rendere le gare di Formula 1 più imprevedibili.

Tra le novità, è stato introdotto anche un budget cap, che potrebbe avere un impatto sulle prestazioni a lungo termine, ma che secondo il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, non porterà ad un cambiamento radicale nei valori in campo nel 2021.

"Credo che inizialmente i team migliori avranno un vantaggio in termini di prestazioni a causa della quantità di risorse che abbiamo per sviluppare la nuova vettura" ha detto.

"Più avanti, si spera che le piccole squadre possano fare un salto, ma la discontinuità delle regole è una vera sfida. E' molto difficile capire oggi quello che potrebbe accadere".

"Penso che i top team continueranno ad essere i top team. Abbiamo ancora le migliori squadre. Abbiamo ancora il miglior know-how. Abbiamo le risorse e i budget, quindi sono abbastanza sicuro che non cambierà molto".

Leggi anche:

Il team principal della Red Bull, Christian Horner, condivide l'opinione del collega del Cavallino, secondo cui le nuove regole possono aiutare le squadre più grandi, perché hanno più risorse da spendere nei cambiamenti.

"Ci vuole sempre tempo perché le cose si possano consolidare" ha detto. "Stiamo solo iniziando a vederlo ora con le power unit e ormai sono più di cinque anni che le usiamo".

"Quindi c'è un argomento per dire che le squadre con più risorse trarranno un beneficio nel 2021".

"E inevitabilmente, quando c'è un grande cambiamento regolamentare, qualcuno azzecca le scelte ed altri le sbagliano. E vuoi assicurarti di essere davanti al gruppo piuttosto che dietro".

Per quanto riguarda il budget cap, fissato a 175 milioni di dollari esclusi i costi del marketing e gli stipendi dei piloti. Una cifra che di fatto imporrà una riduzione di budget solo ai top team nel 2021.

Anche per un grande costruttore come la Renault si prospetta una spesa maggiore per arrivare a questa soglia, che in ogni caso rende improbabile il raggiungimento di un'equità.

Il team principal Cyril Abiteboul ritiene infatti che questo ridurrà solo di circa la metà il divario dai top team rispetto a quello attuale.

"Se parliamo del budget cap, ci vorrano anni per avere delle implicazioni pratiche su ciò che vediamo in pista" ha detto Abiteboul a Motorsport.com.

"Per me era importante introdurre il budget cap, ma anche delle restrizioni a livello di sviluppo: un regolamento aerodinamico più restrittivo, parti standard ed un designi più prescrittivo. Tutto questo permetterebbe di accelerare l'effetto del budget cap".

"Devo dire che in questo senso non è stato fatto ancora tutto, ma credo che il divario di budget sarà ridotto del 50%. Non ho cifre per provarlo, è una mia sensazione istintiva".

"Credo che faremo un passo nel 2021, ma dobbiamo accettare che il cambiamento della Formula 1 possa richiedere tempo".

Articolo successivo
Red Bull: dopo Verstappen c'è il sotto vuoto spinto

Articolo precedente

Red Bull: dopo Verstappen c'è il sotto vuoto spinto

Articolo successivo

F1: ecco gli orari TV di RSI, Sky e Canal+ del weekend del GP del Brasile

F1: ecco gli orari TV di RSI, Sky e Canal+ del weekend del GP del Brasile
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Jonathan Noble