Binotto: "Guadagnato meno di 0"1 con il tempo extra in galleria"

Secondo il team principal Mattia Binotto, la Ferrari ha guadagnato meno di un decimo di secondo con il tempo extra a disposizione in galleria del vento.

Binotto: "Guadagnato meno di 0"1 con il tempo extra in galleria"

Secondo gli attuali regolamenti della Formula 1, volti a ridurre i costi, le squadre sono autorizzate ad effettuare 40 run settimanali in galleria del vento, a dispetto di 65 che erano autorizzati nelle stagioni precedenti.

Tuttavia, l'utilizzo della galleria del vento è vincolato anche ai risultati ottenuti in pista, con le squadre di bassa classifica che ottengono più tempo a disposizione per lavorare in galleria in base ai risultati della stagione precedente.

Avendo vinto il campionato nel 2020,  per esempio, la Mercedes può utilizzare solamente il 90% del totale del tempo a disposizione in galleria del vento, quindi 36 run.

Essendo reduce dalla sua peggior stagione dal 1980 ad oggi, conclusa solamente al sesto posto, la Ferrari invece ha il via libera per arrivare fino al 102,5% della quota massima, che si può tradurre in un run in più rispetto ai 40 regolamentari.

In ogni caso, Binotto ritiene che l'impatto sulle prestazioni della vettura sia stato minimo, dato che il tempo extra in totale corrisponde a circa una settimana di lavoro.

Leggi anche:

"Ovviamente, con la posizione finale dell'anno scorso, abbiamo diritto ad un po' di tempo in più in galleria del vento", ha detto Binotto. "Il tempo extra che abbiamo corrisponde a quello che chiamiamo sessioni della galleria del vento in tutta la stagione, quindi è una sessione extra".

"E normalmente una sessione extra equivale ad una settimana di lavoro, ed una settimana di sviluppo di solito vale meno di un decimo al giro. Quindi sì, c'è un vantaggio, ma è molto piccolo".

"E' importante, sono felice di averlo, anche se è figlio del risultato dell'anno scorso, ma almeno è qualcosa di buono per il 2021. Però non fa tutta questa differenza", ha aggiunto.

La Ferrari è comunque una delle squadre che sono migliorate maggiormente nel 2021. Attualmente è infatti terza nel Costruttori, appaiata alla McLaren a quota 163 punti.

Charles Leclerc ha conquistato due pole position, a Monaco ed in Azerbaijan, e sia lui che Carlos Sainz sono già stati in grado di salire sul podio. A Silverstone poi il monegasco è stato passato solo a pochi giri dal termine da Lewis Hamilton, sfiorando quella vittoria che ormai al Cavallino manca da Singapore 2019, quando ad imporsi fu Sebastian Vettel.

Charles Leclerc, Ferrari SF21, 2nd position, waves from his cockpit on his way to Parc Ferme

Charles Leclerc, Ferrari SF21, 2nd position, waves from his cockpit on his way to Parc Ferme

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

condividi
commenti
La fine delle gallerie del vento è davvero realistica?
Articolo precedente

La fine delle gallerie del vento è davvero realistica?

Articolo successivo

Red Bull non accetta di sacrificare lo sviluppo 2021

Red Bull non accetta di sacrificare lo sviluppo 2021
Carica i commenti