Barcellona, Day 2: Vettel si conferma al top

Barcellona, Day 2: Vettel si conferma al top

A fine giornata il campione del mondo ha preceduto Alguersuari ed Alonso

Sebastian Vettel si è confermato il più veloce anche nella seconda giornata dei test collettivi di Barcellona. Il campione del mondo in carica ha mantenuto la sua Red Bull davanti a tutti grazie all'1'23"315 ottenuto prima della pausa pranzo, quando ha simulato la qualifica con uno stint molto breve. Nel pomeriggio poi il tedesco ha tentato una simulazione di Gp, ma l'ha dovuta abortire a causa di due interruzioni, una arrivata per una bandiera rossa e l'altra causata da un problema tecnico che lo ha costretto a parcheggiare a lungo la sua RB7 nei box. Ormai non stupisce quasi più vedere la Toro Rosso nelle prime posizioni, con Jaime Alguersuari che nel finale di giornata si è riportato ad appena un paio di decimi da Vettel, imitandolo nel completare una sorta di stint da qualifica, dopo aver completato diversi run medio-lunghi per tutta la giornata. In terza piazza troviamo la Ferrari di Fernando Alonso, anche se oggi la sua F150th Italia ha ravvisato qualche problemino di affidabilità di troppo: in mattinata ha accusato un guaio elettronico, mentre nel pomeriggio qualche difetto a livello meccanico. Tuttavia, queste vicissitudini non hanno impedito allo spagnolo di completare una novantina di giri, mostrando un passo discreto sui long-run, ma realizzando anche un tempo degno di nota nell'ultima ora. In casa Williams oggi sono invece riusciti a vivere una giornata senza intoppi, con Rubens Barrichello ha messo insieme la bellezza di 116 giri, completando anche un stint medio-lungo molto interessante sul piede dell'1'24", nel corso del quale ha ottenuto anche il suo crono di riferimento. La top five è poi completata dalla Lotus Renault di Nick Heidfeld che, nonostante abbia avuto a disposizione meno tempo del compagno Vitaly Petrov, è riuscito a sfoderare un tempo interessante. Il russo invece ha patito nuovamente delle noie al KERS che lo hanno relegato solamente in undicesima piazza. Sesto tempo per Kamui Kobayashi, risalito nel finale di giornata dopo aver passato buona parte del tempo a disposizione a realizzare dei long run. Del resto, non è un segreto che la Sauber C30 è una delle monoposto che sta faticando di più a gestire il consumo degli pneumatici. Alle sue spalle c'è la Mercedes Gp di Nico Rosberg, che con i suoi 131 giri è il pilota che ha compiuto più chilometri per oggi. Anche per il tedesco ci sono stati molti long run, anche se la MGP-W02 ha mostrato per l'ennesima volta di avere ancora un gap da colmare nei confronti di Red Bull e Ferrari. Giornata travagliata per la McLaren, con Jenson Button che ha passato quasi tutta la mattinata fermo ai box per un guaio di natura idraulica. Alla bandiera a scacchi l'ex campione del mondo aveva infatti completato appena 54 tornate, con tempi tutt'altro che esaltanti. A meno che a Woking non si stiano nascondendo, cominciano quindi a prendere forma un pò di dubbi riguardo alle performance della rivoluzionaria MP4-26. La top ten si chiude poi con la Force India di Paul di Resta e la Team Lotus di Heikki Kovalainen, entrambi vittime di un paio di incovenienti. Lo scozzese si è reso protagonista di un'uscita di pista che gli è costata parecchio tempo, mentre il finlandese ha pagato un problema di pescaggio sulla sua T128. T128 che nel pomeriggio è passata anche nelle mani di Ricardo Teixeira, sceso in pista con l'intento di guadagnarsi un posto da collaudatore. Il 28enne portoghese però è parso ancora un pò troppo acerbo per la Formula 1, mettendo insieme 26 giri, ma soprattutto beccando oltre 8" dai primi. Davanti a lui, in dodicesima e tredicesima piazza si sono inseriti Vitantonio Liuzzi e Timo Glock. Il debutto dell'italiano sulla "cenerentola" HRT va considerato decisamente in maniera positiva, visto che all'abruzzese sono bastati appena 70 giri per rifilare oltre un secondo al tempo di ieri di Narain Karthikeyan, che alle sue spalle aveva già molti chilometri di esperienza sulla vettura del team di Josè Carabante. FORMULA 1, Barcellona, 19/02/2011 Seconda giornata di test collettivi 1. Sebastian Vettel - Red Bull-Renault - 1'23"315 - 104 giri 2. Jaime Alguersuari - Toro Rosso-Ferrari - 1'23"519 - 97 3. Fernando Alonso - Ferrari - 1'23"978 - 90 4. Rubens Barrichello - Williams-Cosworth - 1'24"008 - 116 5. Nick Heidfeld - Lotus Renault - 1'24"242 - 41 6. Kamui Kobayashi - Sauber-Ferrari - 1'24"243 - 125 7. Nico Rosberg - Mercedes Gp - 1'24"730 - 131 8. Jenson Button - McLaren-Mercedes - 1'24"923 - 54 9. Paul di Resta - Force India-Mercedes - 1'25"194 - 80 10. Heikki Kovalainen - Team Lotus-Renault - 1'26"421 - 58 11. Vitaly Petrov - Lotus Renault - 1'26"884 - 61 12. Vitantonio Liuzzi - HRT-Cosworth - 1'27"044 - 70 13. Timo Glock - Virgin-Cosworth - 1'27"242 - 66 14. Ricardo Teixeira - Lotus Renault - 1'31"584 - 26 * I tempi sono ufficiosi

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Test
Circuito Vallelunga
Piloti Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie