Anche il GP d'Ungheria si potrà fare solo a porte chiuse

Gli organizzatori del GP d'Ungheria offriranno il rimborso del biglietto o il trasferimento dello stesso all'edizione 2021. La gara, potrebbe svolgersi solo a porte chiuse.

Anche il GP d'Ungheria si potrà fare solo a porte chiuse

In Formula 1 continuano a proliferare gli eventi europei che fanno parte del calendario 2020 che si propongono per far correre la massima serie a ruote scoperte del motorsport anche a porte chiuse.

Dopo i promotori del Gran Premio di Spagna, oggi è toccato a quelli del Gran Premio d'Ungheria. Gli organizzatori hanno confermato che, se la gara si dovesse tenere in questa stagione, sarà a porte chiuse, offrendosi inoltre di rendere i soldi dei biglietti agli spettatori che già avevano pagato per essere presenti al fine settimana di gara.

Questa notizia arriva in seguito alla decisione del governo locale, che ha esteso fino al 15 agosto il divieto di disputare eventi con un numero di persone maggiore a 500 unità.

Anche una gara a porte chiuse potrebbe facilmente superare le 500 persone, il limite imposto dal governo, ma questo potrebbe accettare che l'evento sia solo a livello televisivo e non pubblico.

La gara è ancora ufficialmente prevista per il 2 agosto e non è chiaro quale data sia ora sul tavolo delle discussioni con la F1. Tuttavia, fonti indicano che è probabile che la nuova data della gara sia al di fuori dell'attuale divieto, dunque oltre il 15 agosto.

"La decisione del governo ungherese di vietare gli eventi con oltre 500 persone fino al 15 agosto avrà certamente un impatto sulla gara", hanno detto gli organizzatori del gran premio a Motorsport.com.

"Il team dell'Hungaroring è stato regolarmente in contatto con la F1 per esplorare tutti i modi possibili per svolgere la gara davanti ai tifosi. Tuttavia, alla luce di questa decisione, questo purtroppo non sarà possibile".

"La salute e il benessere nei nostri tifosi e dello staff, così come dei partecipanti al campionato è la nostra principale preoccupazione. Abbiamo sottolineato più volte la nostra volontà di lavorare per trovare una soluzione sicura che ci permetta di accogliere l'intera famiglia della F1 all'Hungaroring questo agosto, ma è evidente che sarà possibile effettuarla solo a porte chiuse".

"Anche se questo non è certo il miglior scenario possibile, crediamo che organizzare un evento a porte chiuse, con i nostri tifosi che potranno seguirlo in tv, sia preferibile invece di annullare la gara. Inoltre permetterà a milioni di spettatori in tutto il mondo di vedere comunque la gara che si svolge in Ungheria grazie al supporto e alla copertura televisiva della F1".

Ai fan, come detto, è stato offerto un rimborso o la possibilità di trasferire il biglietto all'edizione 2021.

condividi
commenti
Retroscena GP Europa 99: Frentzen, l'antistallo dimenticato!

Articolo precedente

Retroscena GP Europa 99: Frentzen, l'antistallo dimenticato!

Articolo successivo

FIA alla sede Racing Point per valutare la "Mercedes Rosa"

FIA alla sede Racing Point per valutare la "Mercedes Rosa"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Ungheria
Autore Adam Cooper