Prosegue la guerra delle scritte nel paddock

Prosegue la guerra delle scritte nel paddock

Scopriamo cosa si nasconde dietro alla lotta fra Allsport e FOTA. Perché Ecclestone...

Ad Hockenheim si ripropone la battaglia degli sponsor. Ufficialmente è la Allsport, la società che ha l'esclusiva della vendita della pubblicità nelle piste dei Gp, ad avere imposto alle squadre di Formula 1 di togliere tutte le scritte da hospitality, motor-home e bilici. Il caso è scoppiato a Silverstone e pare che non sia ancora stato risolto perché sotto sotto cova una rottura con il solito Bernie Ecclestone. Mister E aveva “consigliato” di trovare un accordo con la Allsport per l'esposizione dei loghi, ma i team che sono legati alla FOTA non sono disposti a concedere un altro cespite al sistema, proprio mentre sono a rivendicare maggiori guadagni per il futuro. Pare che il casus belli sia scoppiato perché Ecclestone avrebbe siglato l'accordo commerciale con la Pirelli che nei prossimi tre anni sarà fornitore unico delle gomme nel Circus. Le squadre hanno accettato di pagare le coperture una cifra che è stata stabilita in 1 milione e 250 mila euro. I team principal hanno convenuto che se devono sborsare una cifra consistente per gli pneumatici non saranno più disposti a mettere le scritte della Pirelli sulle carrozzerie se non in cambio di un accodo commerciale. Mister E, invece, aveva chiuso l'accordo con la Casa milanese mettendo nel pacchetto anche le scritte sulle macchine. Visto l'atteggiamento intransigente delle squadre, Bernie è subito passato all'azione sostenendo che i team non hanno diritto di trasformare le attrezzature della squadra parcheggiate nel paddock in spazi di promozione pubblicitari, per cui ha fatto sparire tutti i marchi degli sponsor in Gran Bretagna. Torna a galla una spaccatura fra Ecclestone e la FOTA, l'associazione delle squadre: il tentativo di Bernie è di spaccare questo fronte che potrebbe nel 2013 uscire dalla Formula 1 per costituirsi un suo campionato, svuotando il contenitore che è gestito dalla CVC. Insomma Ecclestone ci ha tenuto a mettere i puntini sulle i per ribadire in modo chiaro chi comanda nel Circus. La questione delle scritte verrà sicuramente risolta, ma questa dura polemica evidenzia come nel dorato mondo dei Gp ci sono molte forze centrifughe, poco conciliabili su quale dovrà essere il futuro della F.1. E forse siamo solo alla prima mano di una partita molto più complicata che avrà come obiettivo la firma del nuovo Patto della Concordia per il 2013...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie