Analisi: Ferrari regina dei tempi, Williams degli stint più lunghi

La Mercedes con gomme Medium ha migliorato la pole del Gp di Spagna di mezzo secondo con la W07 Hybrid, mentre la Ferrari è stata più veloce con le tre mescole più morbide e la Williams è quella che ha coperto più giri con tre tipi di mescole Pirelli.

Analisi: Ferrari regina dei tempi, Williams degli stint più lunghi

La Ferrari SF16-H è stata la monoposto più veloce in pista a Barcellona nella seconda sessione di test pre-campionato con tre delle cinque mescole che la Pirelli fornisce alle squadre per la stagione 2016. Kimi Raikkonen ha svettato con la ultrasoft e la soft, mentre Sebastian Vettel è stato il più rapido con le supersoft.

La Mercedes W07 Hybrid, invece, è stata la "regina" con Nico Rosberg sulle Medium e Valtteri Bottas ha svettato con le Hard montate sulla Williams FW38, vale a dire con le coperture che l'anno scorso si era disputato il Gp di Spagna

Secondo le indicazioni dei tecnici della Casa milanese le ultrasoft e le supersoft erano gomme che poco si adattavano alla pista di Montmelò caratterizzata da alti carichi trasversali come alla Curva 3, per cui i piloti non sono riusciti a sfruttarle al pieno delle loro potenzialità e i tempi sono risultati più alti rispetto alla differenza di prestazione segnalata dalla Pirelli.

Se dobbiamo stare ai riferimenti della scorsa stagione, quindi, contano le prestazioni conseguite dalla Mercedes con il pilota tedesco: Nico Rosberg con le Medium ha colto un importante 1'24"126 che risulta oltre mezzo secondo rispetto alla pole position che lo stesso conduttore aveva festeggiato nel 2015 con un tempo di 1'24"681.

Rilevante, quindi, anche l'acuto di Valtteri Bottas con le hard montate sulla Williams FW38: la squadra di Grove sembra aver migliorato il comportamento della sua monoposto specie nei tratti lenti del tracciato dove si esalta il carico aerodinamico e la trazione della macchina.

I migliori tempi di Barcellona con le cinque mescole

Mescola Pilota Team Tempo Giorno
Ultrasoft K.Raikkonen Ferrari 1'22"765 3
Supersoft S.Vettel Ferrari 1'22"852 4
Soft K.Raikkonen Ferrari 1'23"009 3
Medium N.Rosberg Mercedes 1'24"126 3
Hard V.Bottas Williams 1'22"852 2

La Williams regina di... durata

Se dovessimo dare una patente alla macchina che si mangia di meno le gomme, questa andrebbe certamente alla Williams FW38 che è stata la monoposto che ha coperto gli stint più lunghi con tre delle cinque mescole della Pirelli.

Questo dato non va affatto tenuto in secondo piano, perché significa che i tecnici diretti da Pat Symonds sarebbero sulla buona strada per risolvere l'endemico problema della monoposto guidata da Valtteri Bottas e Felipe Massa, vale a dire l'incremento del carico aerodinamico.

La Williams ha coperto ben 7 giri con le ultrasoft e le supersoft, tenuto conto che le due mescole più morbide facevano fatica a completare il giro con la massima efficienza, mostrando un sensibile calo della prestazione nell'ultimo tratto del tracciato catalano.

La FW38 si è messa in bella evidenza anche con le Hard completando con il brasiliano uno stint di 20 giri, mentre la Renault ha totalizzato 14 giri con le sfot montate sulla R.S.16 di Kevin Magnussen e Max Verstappen ha infilato ben 29 tornate con le medium sulla brillante Toro Rosso STR11.

E' curioso che in questa tabella non figurino mai le grandi favorite della stagione 2016, vale a dire Mercedes e Ferrari che, evidentemente, non si sono dedicate a scoprire qual è la durata massima di un treno nelle cinque specifiche preferendo lavorare sullo sviluppo della monoposto.

Gli stint più lunghi di Barcellona con le cinque mescole

Mescola Pilota Team Giri Giorno
Ultrasoft V.Bottas Williams 7 1
Supersoft F.Massa Williams 7 3
Soft K.Magnussen Renault 14 1
Medium M.Verstappen Toro Rosso 29 3
Hard F.Massa Williams 20 3
condividi
commenti
Ricciardo: "La Red Bull punta ad essere la terza forza"

Articolo precedente

Ricciardo: "La Red Bull punta ad essere la terza forza"

Articolo successivo

Perez: "Dobbiamo contenere il degrado delle gomme"

Perez: "Dobbiamo contenere il degrado delle gomme"
Carica i commenti