Analisi: ecco quali sarebbero i motivi per cui è stato punito Vettel

condividi
commenti
Analisi: ecco quali sarebbero i motivi per cui è stato punito Vettel
Di:
10 giu 2019, 09:16

Stando a quanto ha appreso Motorsport.com, Sebastian Vettel avrebbe dato un secondo impulso verso destra al volante della sua Ferrari dopo aver ripreso il controllo della vettura e sarebbe questo il motivo della sua penalità.

Il pilota tedesco si è arrabbiato tantissimo per la penalità di 5" che gli è stata inflitta per essere rientrato in pista in maniera pericolosa dopo un'escursione alla curva 3, costringendo Lewis Hamilton a lasciare il circuito nel corso del 48esimo giro del GP del Canada.

Vettel è fermamente convinto di non aver fatto nulla di sbagliato e di essere stato impotente in questa situazione, avendo perso il controllo della sua vettura quando è passato sull'erba. 

Leggi anche:

Se dalle immagini onboard della vettura di Vettel è chiaro che stesse lottando per riprendere il controllo dopo aver rimbalzato sull'erba e sul cordolo, si è capito che la decisione dei commissari si è basata sul suo comportamento una volta che aveva nuovamente il controllo della vettura.

 

I commissari hanno esaminato i filmati al rallentatore, concentrandosi sul momento in cui ha ripreso il controllo della vettura ed hanno ritenuto che il tedesco avrebbe potuto anche fare un percorso differente da quello che ha intrapreso.

Il video mostra chiaramente che Vettel deve correggere in sovrasterzo nel momento in cui ritorna in pista, cosa dimostrata da un forte movimento dello sterzo verso destra.

Poco dopo, tuttavia, Vettel inizia a sterzare verso sinistra, seguendo la direzione del circuito e questo sembra suggerire che abbia ripreso il controllo della vettura.

Poco più tardi, invece che tenere il volante sterzato verso sinistra, Vettel inizia a raddrizzarlo permettendo alla sua vettura di spostarsi verso destra e tagliando la strada ad Hamilton, che a quel punto si ritrova senza spazio.

Il raddrizzamento del volante da parte di Vettel dovrebbe essere la chiave della decisione unanime dei commissari di punire la sua manovra.

Un'ulteriore ragione per cui i commissari hanno preso la loro decision e l'utilizzo di altre immagini di CCTV, che non sono state tramesse in tv, mostrerebbe che Vettel guardava nello specchietto e quindi sapeva dove si trovava Hamilton. Cosa che si può intravedere anche nel filmato trasmesso anche in televisione. 

Se Vettel avesse tenuto la sua vettura sulla sinistra una volta che ne ha ripreso il controllo, forse ci sarebbe stato lo spazio per Hamilton e la cosa non sarebbe stata certamente investigata.

Leggi anche:

Il fatto che i dati della telemetria mostrassero che Hamilton ha dovuto frenare per evitare una collisione con Vettel, dimostra che forse anche il pilota della Mercedes è stato sorpreso dalle azioni del suo rivale.

Guardando al passato, c'è un precedente simile a quello di Vettel e risale al GP del Giappone dello scorso anno, quando Max Verstappen rientrò in pista dopo aver tagliato la prima parte della chicane, spingendo Raikkonen fuori della pista una volta rientrato.

All'epoca il direttore di gara della F1, Charlie Whiting, ha dichiarato: "E' necessario rientrare in sicurezza e Max ha spinto Kimi fuori dalla pista, quindi penso che sia stato abbastanza semplice per i commissari".

Scorrimento
Lista

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
1/18

Foto di: Steven Tee / LAT Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 davanti a Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 e Charles Leclerc, Ferrari SF90 all'inizio della gara

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 davanti a Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 e Charles Leclerc, Ferrari SF90 all'inizio della gara
2/18

Foto di: Glenn Dunbar / LAT Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 davanti a Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 e Charles Leclerc, Ferrari SF90 all'inizio della gara

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 davanti a Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 e Charles Leclerc, Ferrari SF90 all'inizio della gara
3/18

Foto di: Zak Mauger / LAT Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 mette il braccio sulle spalle di Sebastian Vettel, Ferrari, sul podio

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 mette il braccio sulle spalle di Sebastian Vettel, Ferrari, sul podio
4/18

Foto di: Zak Mauger / LAT Images

Il numero 2 davanti alla monoposto di Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, dopo che Sebastian Vettel, Ferrari ha spostato i cartelli

Il numero 2 davanti alla monoposto di Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, dopo che Sebastian Vettel, Ferrari ha spostato i cartelli
5/18

Foto di: Andy Hone / LAT Images

Le monoposto di Charles Leclerc, Ferrari SF90, 3° classificato, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, 1° classificato, nel parco chiuso, con le tabelle scambiate da Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato

Le monoposto di Charles Leclerc, Ferrari SF90, 3° classificato, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, 1° classificato, nel parco chiuso, con le tabelle scambiate da Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato
6/18

Foto di: Simon Galloway / Sutton Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, 2° classificato,prrende la bandiera a scacchi, al primo posto in pista

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, 2° classificato,prrende la bandiera a scacchi, al primo posto in pista
7/18

Foto di: Andy Hone / LAT Images

Sebastian Vettel, Ferrari e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1

Sebastian Vettel, Ferrari e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
8/18

Foto di: Andy Hone / LAT Images

Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, 1° classificato, sul podio

Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, 1° classificato, sul podio
9/18

Foto di: Andy Hone / LAT Images

Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, 1° classificato, con il suo trofeo, e Charles Leclerc, Ferrari, 3° classificato, sul podio

Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, 1° classificato, con il suo trofeo, e Charles Leclerc, Ferrari, 3° classificato, sul podio
10/18

Foto di: Andy Hone / LAT Images

Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato, si dirige verso il podio dopo aver scambiato le posizioni delle insegne davanti alle monoposto

Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato, si dirige verso il podio dopo aver scambiato le posizioni delle insegne davanti alle monoposto
11/18

Foto di: Simon Galloway / Sutton Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
12/18

Foto di: Zak Mauger / LAT Images

Pole man Sebastian Vettel, Ferrari

Pole man Sebastian Vettel, Ferrari
13/18

Foto di: Francois Tremblay

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
14/18

Foto di: Glenn Dunbar / LAT Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
15/18

Foto di: Andy Hone / LAT Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
16/18

Foto di: Zak Mauger / LAT Images

Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, 1° classificato, sul podio

Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, 1° classificato, sul podio
17/18

Foto di: Andy Hone / LAT Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Daniel Ricciardo, Renault R.S.19, Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, e il resto del gruppo, alla partenza

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Daniel Ricciardo, Renault R.S.19, Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, e il resto del gruppo, alla partenza
18/18

Foto di: Glenn Dunbar / LAT Images

Articolo successivo
Binotto: "Vettel non poteva fare altro, per questo ci siamo appellati"

Articolo precedente

Binotto: "Vettel non poteva fare altro, per questo ci siamo appellati"

Articolo successivo

Retroscena Ferrari: Leclerc non sapeva della penalità di Vettel

Retroscena Ferrari: Leclerc non sapeva della penalità di Vettel
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie