Formula 1
02 lug
-
05 lug
Evento concluso
09 lug
-
12 lug
Prove Libere 1 in
12 Ore
:
17 Minuti
:
49 Secondi
G
GP 70° Anniversario
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
112 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
126 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
140 giorni

Alonso in F1 tornerebbe gratis, ma nessuno gli fa posto

condividi
commenti
Alonso in F1 tornerebbe gratis, ma nessuno gli fa posto
Di:
6 lug 2019, 06:49

I media spagnoli, subito ripresi dai "copiatori", rilanciano ogni giorno una notizia su Fernando e il rientro in F1, ma i top team non hanno sedili liberi da offrirgli. La partita al vertice sembra chiusa.

Quella di Fernando Alonso sta diventando una questione stucchevole. Ogni giorno c’è una nuova notizia per riportarlo in F1 come se il suo rientro nel Circus equivalesse a un’…apparizione della Madonna.

Lo spagnolo, diciamolo subito, è un campionissimo: quando abbassa la visiera al via di qualsiasi gara è forse uno dei piloti che in tempo reale riesce ad avere una visione anche periferica di quanto gli accade intorno, ma quando si toglie il casco diventa un disastro, specie nella scelta delle squadre e nella tempistica delle sue decisioni.

Leggi anche:

L’ultimo esempio è dato dalla McLaren: il nuovo team principal Andreas Seidl gli ha riconosciuto il merito di aver posto le basi con la sua esperienza alla rinascita del team di Woking, ma ha più che lasciato intendere che non ci sarà spazio per l’iberico sulle monoposto “papaya”, almeno in F1.

E siccome il due volte campione del mondo avrebbe intenzione di tornare solo per dimostrare di essere vincente è più che evidente che punterebbe a una macchina dei tre top team: Mercedes, Ferrari e Red Bull.

Peccato che nessuno lo voglia anche se si sarebbe offerto di correre gratis. Lewis Hamilton ha detto più volte che sarebbe disposto a correre avendo chiunque come compagno di squadra. L’esperienza di Nando al fianco il penta-campione l’ha già vissuta all’inizio della sua carriera e dubitiamo che la voglia ripetere.

Ma Lewis si sente garantito da Toto Wolff che non ha alcuna intenzione di sfasciare un sistema di squadra che funziona come un orologio svizzero, senza polemiche interne, capace anzi di trovare sempre nuove motivazioni per fare sempre meglio sgretolando un record dopo l’altro.

La Ferrari ha una coppia di piloti ben assortita: Sebastian Vettel non ha alcuna intenzione di ritirarsi e ha ripetuto fino alla noia che il suo futuro è con la Rossa, mentre Charles Leclerc è blindato.

Resterebbe la Red Bull che non è affatto interessata allo spagnolo: ai “bibitari” basta Max Verstappen e non hanno alcuna intenzione di affiancare Fernando al loro gioiellino. Ma, allora, di cosa parliamo? Lasciamolo in santa pace…

Articolo successivo
Wolff: "La F1 genera a Mercedes 3 miliardi di valore pubblicitario"

Articolo precedente

Wolff: "La F1 genera a Mercedes 3 miliardi di valore pubblicitario"

Articolo successivo

F1 2020: si partirà il 15 marzo da Melbourne

F1 2020: si partirà il 15 marzo da Melbourne
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Fernando Alonso Acquista adesso
Autore Franco Nugnes