Allarme Mercedes: potenza della MGU-K ridotta per tutti

La Mercedes ha ammesso di essere preoccupata per i problemi alla MGU-K accusati in vista del Gran Premio di Abu Dhabi, che ha costretto tutti i suoi team a ridurre la potenza.

Allarme Mercedes: potenza della MGU-K ridotta per tutti

Con i componenti delle power unit che si stanno avvicinando alla fine del loro ciclo di vita, le preoccupazioni della Mercedes sono state acuite da una recente serie di rotture.

Sergio Perez ha perso un podio quasi certo al Gran Premio del Bahrain, accusando un guasto alla MGU-K della sua Racing Point nel finale della gara, mentre George Russell è incappato in un problema simile nelle prove libere di venerdì a Yas Marina.

In mancanza di una risposta definitiva su ciò che sta andando storto con le MGU-K, la Mercedes ha scelto di andare sul sicuro per l'ultima gara della stagione.

La riduzione della potenza ha quasi certamente contribuito ad aiutare Max Verstappen a conquistare la prima pole position non griffata Mercedes in questa stagione.

Quando gli è stato domandato della situazione, Toto Wolff ha confermato che tutte le power unit sono state portate un po' verso il basso a livello di potenza.

"Abbiamo un problema lì dentro", ha detto Wolff. "La MGU-K è al di sotto della potenza che dovrebbe dare normalmente. Non abbiamo ancora capito esattamente il perché. Così abbiamo tolto un po' di prestazione su tutti i motori Mercedes".

I punti interrogativi sull'affidabilità della Mercedes hanno contribuito alla decisione della Racing Point di montare una power unit completamente nuova a Sergio Perez per il weekend di Abu Dhabi, obbligando il messicano a partire dal fondo dello schieramento.

Anche se il fattore motore ha ostacolato le prestazioni della Mercedes in qualifica, Wolff ha spiegato che Lewis Hamilton e Valtteri Bottas hanno faticato anche a tirare fuori il massimo della prestazione dalle gomme in questo weekend.

"Non siamo riusciti a sfruttare bene la gomma soft", ha spiegato Wolff. "Il distacco dal resto del gruppo è molto più ridotto di quanto avremmo voluto e dobbiamo imparare da questo".

"Non possiamo ancora dire di cosa si tratti esattamente. Abbiamo fatto abbastanza bene con la media, una gomma che ci è piaciuta molto di più della soft. Ma quest'anno siamo stati molto forti anche con le morbide. Bisogna analizzare i dati, ma non siamo ancora a quel punto".

Informazioni aggiuntive di Christian Nimmervoll

condividi
commenti
Ferrari: si studia un nuovo campo di indagine aerodinamica!

Articolo precedente

Ferrari: si studia un nuovo campo di indagine aerodinamica!

Articolo successivo

LIVE Formula 1, Gran Premio di Abu Dhabi: Gara

LIVE Formula 1, Gran Premio di Abu Dhabi: Gara
Carica i commenti