Alfa Romeo resta in F1: rinnovata la partnership con Sauber

E' stato ufficializzato oggi l'accordo che lega la Casa milanese alla squadra svizzera diretta da Frédéric Vasseur con un accordo pluriennale che potrà essere rivisto dopo delle valutazioni annuali. L'obiettivo è di portare il "Biscione" a metà della griglia, mentre al di fuori della pista la collaborazione con Sauber sarà utile alla ricaduta della tecnologia ibrida sul prodotto di serie.

Alfa Romeo resta in F1: rinnovata la partnership con Sauber

Mancava solo l’ufficialità che è arrivata oggi: Alfa Romeo e Sauber Motorsport continueranno la collaborazione dopo aver rinnovato un accordo pluriennale (pare di tre stagioni) con valutazioni annuali.

La partnership ha fissato degli obiettivi di crescita progressive che non si limitano solo all’attività in Formula 1, ma l’idea è di allargare la collaborazione in pista e fuori.

Dal ritorno sulla scena dei GP avvenuta nel 2018, il “Biscione” ha tenuto a battesimo talenti come Charles Leclerc e Antonio Giovinazzi che si sono misurati con un vecchio marpione come Kimi Raikkonen.

La speranza è di fare un salto di qualità nel 2022 quando ci sarà una vera rivoluzione regolamentare che dovrebbe permettere il sovvertimento dei valori noti, in un vincolo dei costi che è determinato dal budget cap.

L'estensione della partnership tra Sauber Motorsport e Alfa Romeo mostra il desiderio di entrambe le parti di continuare a scalare la griglia insieme, con un assetto completamente integrato.

La F1 è l'ultimo laboratorio di cambiamento, e quindi un territorio chiave per Alfa Romeo nel suo percorso verso l'elettrificazione, con la sua pionieristica strategia ibrida, la tecnologia sostenibile e la continua ricerca dell'efficienza. Inoltre, è una piattaforma di marketing globale cruciale.

La partnership con Sauber Engineering, e il suo know-how tecnico molto specifico, sono una risorsa fantastica che guida gli sviluppi che Alfa Romeo continuerà a trasferire sulle vetture di produzione e ai progetti speciali.

Questa impostazione ha già dimostrato che i benefici di questa partnership vanno ben oltre i confini dei circuiti: il know-how e le competenze acquisite da Sauber ai massimi livelli del motorsport sono già state applicate in recenti progetti, come lo sviluppo della Giulia GTA e GTAm.

Jean-Philippe Imparato, CEO Alfa Romeo: “L’Alfa Romeo è nata in pista. Oggi siamo orgogliosi di continuare a onorare quel DNA da corsa ponendolo al centro del futuro del nostro marchio. Siamo guidati dalla passione e dall'eccellenza. La Formula 1 rappresenta un laboratorio all'avanguardia per la futura elettrificazione della nostra gamma, pienamente coerente con la nostra visione per i prossimi anni. Inoltre, il Motorsport offre l'incomparabile esposizione globale che desideriamo sfruttare per un futuro di successo".

Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN: “Siamo lieti di annunciare l'estensione di questa partnership. Alfa Romeo è stata una compagna incredibile negli ultimi anni e siamo ancora più entusiasti dei capitoli che ancora dovranno venire”.

“I nuovi regolamenti ci stanno dando la possibilità di fare un altro passo avanti e credo fermamente che siamo nella posizione perfetta per crescere insieme. Questo rapporto è molto importante anche per la nostra azienda nel suo insieme, al di là della pista: il lavoro che abbiamo svolto nel mondo automotive ha mostrato la portata delle competenze tecnologiche e produttive di Sauber Engineering e siamo fiduciosi di poter continuare a lavorare per Alfa Romeo su nuovi ed entusiasmanti progetti”.

condividi
commenti
Alpine: Ocon avrà un nuovo telaio nel GP di Gran Bretagna

Articolo precedente

Alpine: Ocon avrà un nuovo telaio nel GP di Gran Bretagna

Articolo successivo

Perché Stroll farà di tutto per portare al titolo Aston Martin

Perché Stroll farà di tutto per portare al titolo Aston Martin
Carica i commenti