Formula 1
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
10 lug
-
12 lug
Evento concluso
G
GP 70° Anniversario
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
22 giorni
04 set
-
06 set
FP1 in
50 giorni
G
GP del Messico
30 ott
-
01 nov
FP1 in
107 giorni
G
GP del Brasile
13 nov
-
15 nov
FP1 in
121 giorni
G
GP da Abu Dhabi
27 nov
-
29 nov
FP1 in
134 giorni

Alfa Romeo, Raikkonen difende il team: "Avevamo l'ala anteriore danneggiata"

condividi
commenti
Alfa Romeo, Raikkonen difende il team: "Avevamo l'ala anteriore danneggiata"
Di:
29 apr 2019, 14:34

Il finlandese, dopo il decimo posto di Baku, ha spiegato che l'ala anteriore che si è flessa troppo alla verifiche tecniche FIA era rotta per un contatto in Cina, ma non c'era stato il tempo per costruirne una nuova. Giusta l'esclusione dalle qualifiche e la partenza dalla pit lane.

Raikkonen ha concluso il GP di Azerbaijan al decimo posto con l’Alfa Romeo, regalando alla squadra di Hinwil un altro punto iridato che permette al Biscione di essere sesto nel mondiale Costruttori con 13 punti.

Il finlandese, probabilmente, poteva ambire anche ad un risultato migliore, ma è dovuto scattare dalla pit lane perché alla conclusione delle qualifiche si è visto cancellare tutti i tempi ottenuti nelle tre sessioni cronometrate a causa di un’irregolarità tecnica sull’ala anteriore.

I commissari guidati da Jo Bauer avevano riscontrato che la C38 non aveva superato le verifiche tecniche a causa di una flessione dell’ala anteriore superiore ai 5 mm quando è stata sottoposta a un carico statico di 60 N.

Il team Alfa Romeo non ha rispettato l'Articolo 3.9.8 del Regolamento Tecnico di Formula 1, per cui è scattato l'inevitabile provvedimento disciplinare che ha retrocesso Raikkonen dall'ottavo posto in griglia di partenza al prendere il via dalla pit lane dietro anche a Robert Kubica e Pierre Gasly.

Leggi anche:

Parlando dopo la gara, Kimi ha ammesso che il problema emerso è stato un effetto di quanto era già emerso in Cina, dove il finlandese aveva finito nono con l’ala anteriore danneggiata:

"Ovviamente non pensavamo di dover partire dalla pitlane, ma è andata così. Onestamente non so cosa sia successo: domenica mattina ci hanno segnalato che l’ala anteriore non era legale”.

"Sapevo che in Cina avevamo rotto un supporto del flap e avevamo perso del carico aerodinamico nell’ultima fase della corsa e non mi sorprenderei che il provvedimento sia un effetto di quel problema, visto che non c’è stato il tempo per produrre un’ala anteriore nuova”.

Raikkonen da ottimo uomo squadra ha provato a dare delle valide giustificazioni all’Alfa Romeo, non fosse altro per far passare il concetto della buona fede del team, vale a dire che l’ala anteriore non fletteva oltre i limiti regolamentari perché i tecnici avevano provato a fare i furbi nel cercare le prestazioni, ma solo perché si sono trovati con un pezzo danneggiato.

Il discorso sta in piedi in linea di principio, ma bene hanno fatto i commissari FIA a intervenire non appena hanno riscontrato l’irregolarità: l’ala anteriore della C38, infatti, è stata modificata con un rinforzo, altrimenti Iceman non avrebbe potuto partecipare alla gara azera.
"Abbiamo portato a casa un punto, meglio di niente – ha detto Raikkonen – le condizioni erano difficili perché non avevo grip, perché abbiamo faticato a mandare in temperatura le gomme”.

Kimi ha anticipato il pit stop già al giro 6 (bruciando le speranze di Giovinazzi che era davanti al compagno di squadra e che è stato costretto a perdere tempo per la sua sosta ritardata finendo nel traffico e dietro a tre monoposto che aveva alle spalle).
“Il nostro potenziale è più elevato – ha chiuso Raikkonen – e in Spagna speriamo di tornare dove vorremmo essere”.

Scorrimento
Lista

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38
1/9

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing parla con i media

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing parla con i media
2/9

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38
3/9

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing
4/9

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing firma autografi ai fan

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing firma autografi ai fan
5/9

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
6/9

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38
7/9

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Ala anteriore dell'Alfa Romeo Racing C38

Ala anteriore dell'Alfa Romeo Racing C38
8/9

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alfa Romeo Racing C38, dettaglio dell'ala anteriore

Alfa Romeo Racing C38, dettaglio dell'ala anteriore
9/9

Foto di: Giorgio Piola

 
Articolo successivo
Wolff: "Lewis e Valtteri si rispettano, ma ho pronti i cartellini gialli e rossi!"

Articolo precedente

Wolff: "Lewis e Valtteri si rispettano, ma ho pronti i cartellini gialli e rossi!"

Articolo successivo

Freni e cerchi standard dal 2021: la FIA fa partire gli appalti il 22 maggio

Freni e cerchi standard dal 2021: la FIA fa partire gli appalti il 22 maggio
Carica i commenti