Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo
Prime
Formula 1 Analisi

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

Di:

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

La data del 1° febbraio 2019 ha segnato un momento importantissimo per il marchio Alfa Romeo: la nascita della scuderia di Formula 1, Alfa Romeo Racing, ha riportato ufficialmente il Biscione nel circus.

In realtà, il prosieguo di questa iniziativa si è rivelato molto ben diverso dietro le quinte rispetto a quello che all'apparenza ci si poteva aspettare e - probabilmente - si voleva far credere.

condividi
commenti
Leclerc: è ora di fermare la maledizione di Monte... Charles Prime

Leclerc: è ora di fermare la maledizione di Monte... Charles

Il pilota monegasco vive un rapporto complicato col tracciato di casa. Nelle quattro gare sin qui disputate non è mai riuscito a tagliare il traguardo. Riuscirà quest'anno a mettere fine alla maledizione?

Mazepin: “Sono sicuro che l’opinione su di me cambierà con i risultati migliori”

Nikita Mazepin ha avuto un grande impatto sulla Formula 1, anche se non ancora per le giuste ragioni. Mentre i troll online sono moltissimi, le sue prestazioni in pista sono state molto lontane da quelle che voleva. Ma crede che l'opinione pubblica si sposterà in suo favore quando avrà ottenuto alcuni risultati decenti.

Ferrari: Monaco chiama, la Scuderia risponde con ambizioni da podio

A Cavallino sono carichi in vista della trasferta nel Principato: la SF21 nel T3 di Barcellona ha mostrato di gradire le piste da alto carico e a Monaco ci saranno condizioni climatiche ideali per la Rossa. Anche la scelta delle gomme (debutta la C5) dovrebbe giocare a favore della Scuderia che per la prima volta quest'anno ambisce a inserirsi fra le Mercedes e le Red Bull: considerando Hamilton e Verstappen imprendibili, il podio resta una prospettiva concreta.

Podcast: Graham Hill, il primo Re di Monaco

Nuova puntata di Pillole di Motorsport, il podcast di Motorsport.com dedicato ad aneddoti e curiosità del mondo dei motori. Il 18 maggio del 1969, è il giorno dell'ultima vittoria in Formula 1 di Graham Hill, tra le iconiche curve del Principato di Monaco. Proprio con il tracciato rivierasco, il campione britannico aveva instaurato un buon feeling, tanto da essere proclamato il primo Re di Monaco. Fino a quando, poi, non arriverà Senna. Ma questa, è un'altra storia...

Perez e il rapporto con Marko: "Mi piace la sua schiettezza"

Il messicano, che al momento sta vivendo un periodo di adattamento alla Red Bull, ha parlato del suo rapporto con Helmut Marko ed ha ammesso di apprezzare il modo di comunicare senza filtri del consulente.

Massai: “Prost tester fantastico, sentiva anche un cavallo di motore” Prime

Massai: “Prost tester fantastico, sentiva anche un cavallo di motore”

Intervista esclusiva a Paolo Massai, storico motorista legato a doppio filo con il mondo Ferrari di Formula 1. Ecco quello che ci può raccontare circa la sua esperienza vissuta a Maranello, dove ha avuto modo di apprezzare l'estrema precisione di Alain Prost nelle vesti di tester e collaudatore, oltre che ovviamente di pilota.

Massai: “Il cambio al volante non è stata un’idea di Barnard”

Andiamo a conoscere curiosi ed interessanti retroscena Ferrari in questa intervista all'Ingegner Paolo Massai, capo dei motoristi del Cavallino a inizio fine Annl 80, i quale rivela al Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, storie mai rivelate sino ad ora.

GP Monaco: torna la drivers parade prima della gara

Fra le novità che la Formula 1 introduce nel Principato c'è un tentativo di ritorno alla normalità: ci sarà un pubblico contigentato sulle tribune e, quindi, i piloti saranno invitati due ore e mezza prima del GP a fare il tradizonale giro di pista su due pullman scoperti per salutare i tifosi sulle gradinate. Anche nel paddock si dovrebbe lasciare un più libero accesso ai giornalisti. Sono prove di normalità...

Formula 1
17 mag 2021
Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

Articolo precedente

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

Articolo successivo

Alonso parla per la prima volta dopo l’incidente

Alonso parla per la prima volta dopo l’incidente
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie DTM , Formula 1 , TCR , WTCR , ETCR
Team Romeo Ferraris , Alfa Romeo Racing
Autore Francesco Corghi