Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo
Prime
Formula 1 Analisi

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

Di:

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

La data del 1° febbraio 2019 ha segnato un momento importantissimo per il marchio Alfa Romeo: la nascita della scuderia di Formula 1, Alfa Romeo Racing, ha riportato ufficialmente il Biscione nel circus.

In realtà, il prosieguo di questa iniziativa si è rivelato molto ben diverso dietro le quinte rispetto a quello che all'apparenza ci si poteva aspettare e - probabilmente - si voleva far credere.

condividi
commenti

Hamilton: "Quella manovra la rifarei, non ho niente da aggiungere"

Il campione del mondo replica alle punzecchiature di Max Verstappen nel paddock dell'Hungaroring: Lewis ci ha tenuto a spiegare che "...non ero a conoscenza della situazione di Max. Ho visto sullo schermo che era sceso dalla macchina e sembrava a posto, poi mi è stato detto che stava bene. Solo dopo ho saputo che era stato portato in ospedale". "L'ho chiamato dopo la gara per ribadirgli il mio rispetto, ma non credo che sia ricambiato".

Verstappen: "I festeggiamenti Mercedes? Irrispettosi"

L'olandese della Red Bull ha attaccato a muso duro Lewis Hamilton e la Mercedes per i festeggiamenti tenuti a Silverstone mentre lui si trovava in ospedale ed ha anche criticato i commissari per la penalità di 10 secondi ritenuta ininfluente.

F1: Mercedes con ala posteriore più carica di Red Bull

Le due squadra che sono in lotta per il mondiale si sono presentate in Ungheria con due configurazioni aerodinamiche da massimo carico aerodinamico: la Red Bull si permette una soluzione leggermente più scarica, mentre a Brackley utilizzano anche il nolder sul bordo d'uscita del flap.

Sainz: "Sorpreso dalla capacità di reazione della Ferrari"

Lo spagnolo è soddisfatto della crescita effettuata all'interno della Scuderia e su una pista che gli piace come l'Hungaroring conta di chiudere la prima parte della stagione da ferrarista con un bel risultato. Carlos sottolinea la clamorosa capacità di reazione della squadra dopo il GP di Francia: “Abbiamo sempre le gomme in testa: siamo coscienti di aver avuto delle difficoltà in certe condizioni, ma se farà caldo credo che potremo essere più tranquilli".

Alonso: "Non pensavo di correre in Formula 1 a 40 anni"

Il due volte campione del mondo ha celebrato oggi il traguardo dei 40 anni ed ha affermato come ad inizio carriera non avrebbe mai pensato di correre ancora in Formula 1 a questa età.

Leclerc: "La Ferrari ha preso la direzione giusta"

Il pilota monegasco si è ricaricato dopo il secondo posto conquistato a Silverstone, su una pista che non avrebbe dovuto esaltare le doti della SF21. Charles non si aspetta in Ungheria la competitività mostrata dalla Rossa nel Principato, ma conta che la Scuderia possa tenersi dietro alle spalle i rivali per il terzo posto nel mondiale Costruttori. Leclerc ammette di non aver ancora incontrato Vigna, il prossimo CEO del Cavallino.

Hakkinen: "Bottas merita maggior credito per ciò che ha fatto"

Il due volte campione del mondo ha analizzato il percorso di Valtteri Bottas in Mercedes ed ha paragonato la sfida del suo connazionale a quella che ha vissuto in McLaren quando al suo fianco c'era Ayrton Senna.

F1: in vendita i biglietti per il GP d'Italia a Monza

Per il weekend del 10-12 settembre, porte finalmente aperte in Brianza, con capienza al 50% e accesso solo ai dotati di Green Pass europeo.

WTCR: Audi al lavoro con la nuova RS 3 a Castellolí

Articolo precedente

WTCR: Audi al lavoro con la nuova RS 3 a Castellolí

Articolo successivo

Hyundai presenta una i30 N TCR rinnovata

Hyundai presenta una i30 N TCR rinnovata
Carica i commenti