F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Alfa Romeo: muso con il mantello di manta e nuova ala anteriore

condividi
commenti
Alfa Romeo: muso con il mantello di manta e nuova ala anteriore
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
11 lug 2019, 15:08

La squadra di Hinwil per aumentare l'energia sulle gomme anteriori ha introdotto una serie di modifiche che spingono la C38 verso le scelte Mercedes

L’Alfa Romeo non segue la linea di sviluppo aerodinamica della Ferrari, ma porta avanti idee proprie che, al contrario, sono più facilmente ascrivibili alla Mercedes. Sulla C38, infatti, è comparso un nuovo muso che è dotato del cape, vale a dire il mantello a forma di manta, che è uno dei motivi di distinzione delle frecce d’argento.

Leggi anche:

Di nuovo disegno sono anche i turning vanes: il primo che è ancorato sotto al muso è più largo del precedente mostrando una lunghezza maggiore. Completamente nuova è anche l’ala anteriore dotata di quattro elementi con un profilo principale caratterizzato da un andamento più lineare e con tre flap capaci di generare più carico sull’avantreno per trasferire una maggiore energia sulle gomme anteriori.

Anche l’ultimo elemento ha una corda più grande, senza tradire nella porzione più esterna la filosofia dell’outwash con un’incidenza minore. La bavetta metallica che serve a regolare l’altezza del flap funziona da deviatore di flusso per orientare l’aria all’esterno delle ruote davanti.

Rivista la paratia laterale che è svergolata verso l’esterno nella parte terminale.

Articolo successivo
Hamilton: "Max meglio di me? C'è chi necessita d'aver attenzione"

Articolo precedente

Hamilton: "Max meglio di me? C'è chi necessita d'aver attenzione"

Articolo successivo

Ferrari: il fondo della SF90 più rigido con gli inserti metallici

Ferrari: il fondo della SF90 più rigido con gli inserti metallici
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie