Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
28 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
69 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
100 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
108 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
118 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
125 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
139 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
153 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
181 giorni
02 set
Prossimo evento tra
188 giorni
09 set
Prossimo evento tra
195 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
209 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
216 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
223 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
237 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
244 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
280 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
289 giorni

Albon scaricato: "Non posso mentire, fa male"

Il pilota thailandese ha perso il posto in Formula 1, con la Red Bull che gli ha preferito Sergio Perez, ed ha affidato la sua reazione ai social network.

condividi
commenti
Albon scaricato: "Non posso mentire, fa male"

Alex Albon è senza ombra di dubbio il grande deluso del mercato piloti della Formula 1 in vista della stagione 2021. Il thailandese è stato sulla graticola per tutta la stagione, perché i suoi risultati non sono stati quasi mai all'altezza di quelli del compagno di squadra Max Verstappenk, pur con la conquista dei suoi primi due podi al Mugello e a Sakhir.

Durante l'estate era stato dato molto vicino alla Red Bull il tedesco Nico Hulkenberg, ma poi a Milton Keynes sembravano quasi essere tornati sui loro passi, anche perché in un certo senso scaricare Albon avrebbe voluto dire rinnegare la propria filiera con i giovani. Alex, dunque, sembrava vicino alla conferma anche per il 2021.

Almeno fino a quando gli altri scenari di mercato non hanno lasciato senza un volante Sergio Perez. Pilota che prima di tutto ha chiuso quarto nel Mondiale 2020, ma che gode anche di un importante appoggio finanziario, ma che ha potuto approfittare anche di quello della Liberty Media, che aveva bisogno di "Checo" come grande richiamo per il Gran Premio del Messico.

Leggi anche:

Un paio di giorni fa, la Red Bull ha annunciato di aver scelto Perez e, purtroppo per Albon, ormai era troppo tardi per trovare un'alternativa, visto che l'AlphaTauri era già al completo con il confermato Pierre Gasly ed il rookie Yuki Tsunoda.

Il thailandese, dunque, si è dovuto accontentare di accettare il ruolo di riserva Red Bull per il 2021, con la speranza di ritrovare un sedile nel 2022. E bisogna dire che Alex non ha nascosto la sua delusione con un post pubblicato nelle ultime ore sui suoi social network.

"Non posso mentire ragazzi, fa male. Ho dato tutto, ma non è stato abbastanza. Voglio dire un grande grazie a tutti voi che mi avete sostenuto durante tutto quest'anno, specialmente ai miei fan thailandesi. Con tutte le diverse opinioni che ci sono state, ho sempre avuto voi ragazzi a spronarmi", ha scritto Albon su Instagram.

"Non mi arrendo, ho riversato la mia vita in tutto questo e non lascerò che si fermi qui. Ho altro da dare e la mia attenzione è tornare nel 2022 e sventolare di nuovo la bandiera thailandese!", ha aggiunto.

 
Video, Barilla: "Se a batterti è Senna non cerchi giustificazioni"

Articolo precedente

Video, Barilla: "Se a batterti è Senna non cerchi giustificazioni"

Articolo successivo

Fotogallery: Vettel e le sue 14 vittorie con la Ferrari

Fotogallery: Vettel e le sue 14 vittorie con la Ferrari
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Alexander Albon
Team Red Bull Racing
Autore Matteo Nugnes