Albon: ecco perché ha scelto la Williams e non l'Alfa Romeo

Alexander Albon ha spiegato di aver scelto la Williams e non l'Alfa Romeo per i maggiori progressi compiuti dalla scuderia britannica in questi ultimi anni ed ha spiegato alcuni retroscena delle trattative.

Albon: ecco perché ha scelto la Williams e non l'Alfa Romeo

Dopo un anno di “purgatorio” in DTM, Alexander Albon tornerà a guidare una monoposto di Formula 1. Il pilota anglo tailandese è stato annunciato dalla Williams come compagno di team di Nicholas Latifi per la prossima stagione e prenderà così il posto lasciato libero da George Russell.

L’ex pilota di Toro Rosso e Red Bull, però, era stato accostato anche all’Alfa Romeo negli scorsi mesi, ma ha preferito accordarsi con la scuderia britannica complice il progresso compiuto dal team negli ultimi anni.

“Prima di tutto voglio dire che entrambe sono delle grandi squadre, ma se guardo alla Williams non posso non notare il grande slancio che hanno preso. Ovviamente stanno beneficiando dei nuovi capitali che sono arrivati, ma ho avuto la possibilità di visitare la fabbrica e tutti sembrano ottimistici e positivi”.

“Erano tutti ansiosi di conoscermi e parlare con me. Mi è sembrata un’ottima scelta per il mio ritorno in griglia”.

Il nome di Albon non era stato accostato alla Williams in passato, ma poi le cose si sono mosse rapidamente ed Alex crede che una parte fondamentale per il suo ritorno in Formula 1 sia stata giocata dai media.

“Onestamente credo che voi abbiate spinto più di chiunque altro. Ovviamente c’erano delle discussioni in corso, ma le cose sono state favorite anche dagli altri nomi che circolavano”.

“Al contempo io mi stavo assicurando di avere ancora alcune opzioni, ma il tutto ha subìto una rapida accelerata quando George ha firmato con la Mercedes e Valtteri con l’Alfa Romeo. Non posso però non menzionare anche il supporto ricevuto da Christian Horner e da Helmut Marko”.

 Il team principal della Red Bull ha affermato nelle scorse settimane come Toto Wolff abbia cercato di interferire per la scelta del pilota da parte della Williams, ma Albon ha voluto fare chiarezza sottolineando come la conclusione dell’accordo non sia stato affatto difficile.

“Non voglio entrare nei dettagli, ma è fantastico che tutto abbia funzionato a dovere. È inevitabile che alcune cose accadano”.

condividi
commenti
Todt: "F1 deve progettare vetture adatte anche alla pioggia"

Articolo precedente

Todt: "F1 deve progettare vetture adatte anche alla pioggia"

Articolo successivo

Torna Whitmarsh in Aston Martin Performance Technologies

Torna Whitmarsh in Aston Martin Performance Technologies
Carica i commenti