Newey: "Alcuni team abolirebbero l'agreement costi"

Adrian replica così a chi gli chiede ragguagli sulle accuse alla Red Bull di mancato rispetto

Newey:
Adrian Newey cerca di rilassarsi al Mugello. Il direttore tecnico della Red Bull Racing corre con la Maserati nel Trofeo GranTurismo MC e si è qualificato all'8. posto in griglia per la Gara 1 di oggi. "E' la prima volta per me al Mugello e al volante di una Maserati - ha ammesso Adrian - ieri ho fatto qualche divagazione, ma in qualifica è andata certamente meglio per cui l'ottavo tempo lo considero positivo". Inevitabile cercare di carpire un paio di battute al tecnico inglese che ha progettato la RB7 che sta regalando il secondo titolo mondiale a Sebastian Vettel. Adrian, sempre molto gentile e disponibile, accetta solo due punture di... spillo. Come giudica il fatto che la Red Bull Racing sia sotto accusa per il mancato rispetto del Resource Restriction Agreement, il gentleman agreement fra le squadre aderenti alla FOTA che limita i costi di una stagione entro un tetto ben preciso? "Il mio parere? Se ho capito bene sono molte le squadre di F.1 che vorrebbero cancellato quell'accordo...". La RB7 è l'unica monoposto del Circus a montare le batterie del KERS anche nella scatola del cambio: ci può spiegare qual è la motivazione di questa scelta che è stata autorizzata in deroga all'accordo per cui si dovevano montare fra telaio e motore? "La motivazione è aerodinamica: questa scelta mi ha permesso di fare delle scelte nell'aeropackaging della vettura e non è dettata da esigenze di distribuzione dei pesi che è, invece, vincolata dal regolamento".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie