Formula 1
G
GP dell'Eifel
09 ott
Prossimo evento tra
18 giorni
G
GP del Portogallo
23 ott
Prossimo evento tra
32 giorni
G
GP di Turchia
13 nov
Prossimo evento tra
53 giorni
04 dic
Prossimo evento tra
74 giorni
G
GP di Abu Dhabi
11 dic
FP1 in
82 giorni

Abiteboul: "Alonso non farà FP1 e non mette in dubbio l'Academy"

condividi
commenti
Abiteboul: "Alonso non farà FP1 e non mette in dubbio l'Academy"
Di:

Il boss della Renault chiarisce: Fernando non ha bisogno di girare nelle Libere 1 e il suo arrivo non rende inutile l'accademia per giovani piloti. Renault punta molto su Zhou e Lundgaard.

Fernando Alonso ritorna in Formula 1 a partire dalla prossima stagione, aprendo il terzo capitolo della carriera con Renault dopo il primo, che lo ha portato a vincere 2 titoli iridati nel 2005 e nel 2006, e il secondo che, invece, è stato più avaro di grandi soddisfazioni.

A presentare Alonso non poteva mancare Cyril Abiteboul, boss del team Renault, che ha però subito messo in chiaro una cosa: Fernando non farà il suo esordio in questa stagione prendendo parte a Libere 1. Quindi né Ricciardo, né tantomeno Ocon dovranno lasciargli il volante per riprendere confidenza con la Formula 1.

"Non credo che Fernando abbiamo bisogno di fare Libere 1 per riprendere fiducia con le procedure in una monoposto di F1", ha dichiarato Abiteboul. "Non credo proprio ne abbia bisogno e non è nei nostri piani".

"Vedremo se ci sarà qualche opportunità. Abbiamo sempre la possibilità di farlo girare con una monoposto 2018. Per essere chiari, non abbiamo alcun piano. Ma non penso che far girare Fernando nelle Libere 1 sia un investimento necessario".

Nel corso di questi mesi Fernando avrà però l'opportunità di andare a Enstone per conoscere i membri del team e, se possibile, infondere a loro una mentalità vincente, cosa che al momento in fabbrica sembra mancare.

Leggi anche:

"Fernando verrà in fabbrica per conoscere il team. E' una grande opportunità per recuperare tempo e arrivare al prossimo anno con una conoscenza approfondita tra le parti e di fargli capire come lavoriamo".

"Per il team l'arrivo di Fernando significa avere l'opportunità di carpire cultura su performance e vittorie. Quello Fernando potrà trasmettere al team".

Academy non in dubbio

L'arrivo del 40enne Alonso ha già suscitato più di un malumore, considerando che Renault ha in piedi un'accademia per giovani piloti che ha il preciso intento di formarli e, se possibile, portarli al debutto in Formula 1 in breve tempo.

Abiteboul ha però cercato di smorzare immediatamente i primi focolai di polemica, perché l'Academy Renault continuerà a esistere e la sua funzione rimarrà immutata, specialmente dopo le ottime prestazioni mostrate lo scorso fine settimana nelle categorie minori da Guan Yu Zhou e da Christian Lundgaard.

"Sapevo che l'arrivo di Fernando avrebbe potuto essere inteso come una mancanza d'interesse nei confronti dell'Academy Renault. Ma non lo è. Voglio essere estremamente chiaro: non lo è. L'obiettivo dell'academy è quello di portare giovani piloti alla maturazione e farli arrivare in F1 nel 2021. E, chi lo sa? Magari potrebbe accadere".

"I nostri ragazzi più grandi, Guan Yu Zhou e Christian Lundgaard, sono stati autori di un fine settimana molto buono. Zhou avrebbe potuto vincere la gara e Christian ha ottenuto una quarta posizione senza fare i test invernali. Dunque facciamo sul serio con la nostra academy, specialmente con quei due piloti", ha terminato Abiteboul.

Alonso: "Con Renault voglio costruire qualcosa d'importante"

Articolo precedente

Alonso: "Con Renault voglio costruire qualcosa d'importante"

Articolo successivo

F1 Stories: Digione '79, la prima vittoria turbo... che nessuno ricorda

F1 Stories: Digione '79, la prima vittoria turbo... che nessuno ricorda
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Giacomo Rauli