Extreme E, Senegal: Hurtgen KO, Andretti United ok nelle Libere

La pilota della Abt Cupra è stata bloccata da un virus allo stomaco e verrà sostituita da Jutta Kleinschmidt, mentre Ekström risulta il più veloce dei singoli. La squadra al comando è quella di Hansen/Munnings davanti a RXR e X44.

Extreme E, Senegal: Hurtgen KO, Andretti United ok nelle Libere

Brutte notizie in casa Cupra in vista del round che la Extreme E va ad affrontare in Senegal questo fine settimana.

Claudia Hürtgen non potrà salire sul SUV elettrico Odyssey 21 gestito dal Team Abt, avendo contratto un virus, dunque verrà sostituita da Jutta Kleinschmidt.

La Hürtgen aveva già preso parte a shakedown e Prove Libere di venerdì a Lac Rose nonostante non fosse al meglio, risultando però molto più lenta di tutti, mentre il suo compagno di squadra e co-pilota Mattias Ekström ha svettato con un ottimo 4'50"580.

La 49enne lascia quindi spazio alla Kleinschmidt, che a 58 anni affronta una nuovissima sfida dopo quelle della Dakar in passato.

"In realtà salirò sulla macchina per la prima volta in corsa, anche se sono riserva - ha detto la Kleinschmidt a Motorsport.com - L'unica volta che l'avevo provata ero riuscita a fare un solo giro, poi ci sono stati problemi".

"Comunque era da tempo che non prendevo parte ad una gara ed è bello essere qui! Mi divertirò e vediamo come andrà, sono curiosa. Claudia stava troppo male per correre, dunque eccomi qui!"

Il team Abt Cupra ha emesso una nota che recita quanto segue: "Siamo molto dispiaciuti nell'annunciare che Claudia Hürtgen non potrà correre l'Ocean X-Prix a causa di problemi allo stomaco. Le auguriamo di riprendersi velocemente e siamo contenti che la XE abbia accettato la proposta di sostituirla con Jutta Kleinschmidt".

Parlando invece dei risultati delle Libere, come dicevamo prima Ekström è stato il migliore precedendo Sébastien Loeb, nonostante l'auto dello svedese sia stata riparata in loco dopo il botto che proprio la Hürtgen aveva fatto in Arabia Saudita.

Il francese della X44 termina ad 1"1 dallo svedese, ma la squadra più rapida di tutti a conti fatti è la Andretti United, grazie alla media dei tempi ottenuti da Timmy Hansen e Catie Munnings (incluso il cambio pilota) che li proietta in vetta in 11'29"863.

A seguire troviamo Johan Kristoffersson e Molly Taylor (Rosberg X Racing) in 11'31"579, poi la X44 con Loeb e Cristina Gutiérrez, e la Chip Ganassi Racing con il duo Sara Price/Kyle Leduc.

Top5 per Carlos Sainz/Laia Sanz (Acciona Sainz XE Team), seguiti da Kevin Hansen/Mikaela Åhlin-Kottulinsky (JBXE Racing) e Jamie Chadwick/Stéphane Sarrazin (Veloce Racing).

Chiudono la classifica Oliver Bennett/Christine Giampaoli Zonca con il mezzo della Hispano-Suiza Xite Energy Racing.

condividi
commenti
Extreme E: in Senegal si torna alla finale con 4 auto
Articolo precedente

Extreme E: in Senegal si torna alla finale con 4 auto

Articolo successivo

Extreme E: Loeb e Gutierrez al top con X44 nelle Qualifiche

Extreme E: Loeb e Gutierrez al top con X44 nelle Qualifiche
Carica i commenti