Extreme E | La Rosberg X Racing vince l'Island X-Prix in Sardegna

La Rosberg X Racing è vicinissima a vincere il titolo dell'Extreme E dopo aver conquistato l'Island X-Prix grazie al ritiro chock dei leader di Chip Ganassi Racing.

Extreme E | La Rosberg X Racing vince l'Island X-Prix in Sardegna

La Rosberg X Racing è vicinissima a vincere il titolo dell'Extreme E dopo aver conquistato l'Island X-Prix grazie al ritiro chock dei leader di Chip Ganassi Racing.

Molly Taylor e Johan Kristoffersson hanno ottenuto il loro terzo trionfo su quattro eventi dopo che il loro rivale diretto, la X44 di Lewis Hamilton, e la Chip Ganassi hanno avuto problemi alle rispettive macchine.

Questo ha permesso a Kristoffersson, che ha sostituito la Taylor, di arrivare al traguardo della finalissima con 25" di vantaggio su Mattias Ekstrom (ABT Cupra), che ha perso la portiera di destra.

La X44 è partita dall'estrema sinistra della griglia con il nove volte campione del mondo di rally Sébastien Loeb al volante contro la vincitrice del Rally Dakar 2001, Jutta Kleinschmidt (ABT Cupra) e Taylor (RXR), seguiti da Kyle Leduc (Chip Ganassi) e Mikaela Ahlin-Kottulinsky (JBXE).

La Kleinschmidt non è riuscita a partire, mentre JBXE e RXR si sono leggermente toccati, dando modo a Leduc di combattere Loeb.

Il francese, la cui macchina era stata frettolosamente ricostruita dopo il botto in semifinale con Timmy Hansen, ma Leduc è andato fuori strada senza usare uno dei percorsi convenzionali e predefiniti al primo cancelletto.

Questo ha sbattuto sui dossi del sottobosco, ma prendendo anche più velocità e ritrovandosi con un vantaggio di tre secondi sul rivale Loeb, che poi ha iniziato a scivolare indietro con una foratura all'anteriore sinistra.

Loeb sembrava poter gestire il problema, ma la sospensione e lo sterzo si sono spaccati lasciandolo a piedi e consentendo all'avversario della Chip Ganassi Racing di allungare a 45"5.

Leduc ha rallentato per consegnare l'auto alla compagna di squadra Sara Price, con la Taylor a fare uguale con Kristoffersson ed Ekstrom con la Kleinschmidt.

Sara Price, Kyle Leduc, Chip Ganassi Racing

Sara Price, Kyle Leduc, Chip Ganassi Racing

Photo by: Andrew Ferraro / Motorsport Images

La Chip Ganassi Racing era ormai in procinto di aggiudicarsi la vittoria, ma la Price è incappata in un guasto allo sterzo: questo ha permesso alla Taylor di balzare in prima piazza, davanti ad Ekstrom per 24"588.

Kevin Hansen (salito al posto della Ahlin-Kottulinsky) completa il podio.

La X44 ha preso i 5 punti per aver realizzato il tempo più veloce, ma la Rosberg X Racing ora conduce con 26 punti prima del round finale, che si terrà nel Regno Unito in dicembre.

Per il secondo round di fila, la JBXE aveva preso un posto in finale nel shootout 'Crazy Race' dopo uno spettacolare capottamento di Stephane Sarrazin.

Hansen era partito a sinistra per prendere la corsia migliore, che ha costretto Emma Gilmour (Veloce Racing) a restare sulla destra.

La Gilmour ha cercato di trovare aria pulita per evitare la polvere, ma ha tagliato dietro Oliver Bennett (Xite Energy Racing) ed è scivolata al terzo posto sullo sprint verso il primo cancelletto.

Bennett si è attaccato alla corsia più a destra e ha mancato il secondo waypoint, mentre la Gilmour ha preso la sinistra, anche se ancora in ultima posizione.

Bennett si è preso anche 9" per non essere passato attraverso il cancello e aver guadagnato, poi ha perso terreno scegliendo una corsia con fondo accidentato ed Hansen ha chiuso al primo posto il giro iniziale.

Christine 'GZ' Giampaoli Zonca, Oliver Bennett, Hispano Suiza Xite Energy Team

Christine 'GZ' Giampaoli Zonca, Oliver Bennett, Hispano Suiza Xite Energy Team

Photo by: Charly Lopez / Motorsport Images

Il pilota della JBXE ha dato l'auto a Mikaela Ahlin-Kottulinsky, mentre Christine Giampaoli Zonca ha preso il posto di Bennett, e Sarrazin ha sostituito la Gilmour.

Sarrazin insidiato la Giampaoli Zonca, che dopo aver rischiato di prendere un cartello di pericolo-masso, è andata larga e si è schiantata tra i cespugli con lo sterzo KO.

Sarrazin si è avvicinato ulteriormente alla Ahlin-Kottulinsky, ma ha prima sbattuto su un dosso con l'asse anteriore e poi la parte posteriore ha spiccato il volo, rimbalzando e ribaltandosi.

La botta è stata considerevole, con le coperture della carrozzeria e la ruota a volare via, ma il francese è uscito illeso.

condividi
commenti
Extreme E: rivelato il tracciato dell'Island X-Prix a Capo Teulada
Articolo precedente

Extreme E: rivelato il tracciato dell'Island X-Prix a Capo Teulada

Articolo successivo

Extreme E | Primo podio per ABT Cupra con gran gestione del mezzo

Extreme E | Primo podio per ABT Cupra con gran gestione del mezzo
Carica i commenti