Imola: in gara 1 si impone Bonetti

Imola: in gara 1 si impone Bonetti

Decisivo il sorpasso ai danni di Cadei nei giri conclusivi

Ancora un grande duello tra le Ferrari F430 GT2 nella prima delle due gare di Imola della Superstars Gt Sprint. Ad imporsi è stato Alessandro Bonetti, con la vettura della Vittoria Competizioni, nel finale protagonista di un sorpasso ai danni di Niki Cadei (AF Corse) che aveva condotto al comando fin dalle fasi iniziali. Ancora una gara regolare di Glauco Solieri (Edil Cris), che ha conquistato il suo primo podio dopo i due quarti posti di Monza. Successo nella GT3 della Porsche 997 di Dario Paletto (GDL Racing), quarto alla bandiera a scacchi davanti all’altra F430 di Piergiuseppe Perazzini che si era avviato al comando dalla pole prima di retrocedere sul fondo. In GT Cup la vittoria è andata alla Porsche 997 della Star Cars guidata da Andrea Gagliardini, con una scatenata Alessandra Neri immediatamente alle sue spalle. In trionfo anche la Scuderia Giudici con Maurizio Ardigò primo nella GT S con la Viper e Gianni Giudici (Lotus 2-Eleven), leader nella GT4 Supersport. LA CRONACA La Ferrari F430 di Perazzini mantiene il comando al pronti-via, mentre Bonetti riesce subito a scavalcare Cadei guadagnando la seconda posizione. Si avviano bene anche Solieri e la Corvette di Alessi (in un solo giro da 14. a quinto) che passano Faccin, a sua volta ripreso anche dalla Porsche 997 di Paletto. Ma il colpo di scena avviene al primo giro, quando il battistrada scivola in fondo al gruppo e Cadei, che nel frattempo era ritornato secondo, si ritrova in testa. Alla tornata successiva ancora un rimescolamento delle carte, con Solieri terzo seguito da Paletto, subentrato primo nella GT3. Kemenater, quinto assoluto, fa un testacoda alla Rivazza e deve cedere la leadership della GT Cup alla Porsche di Gagliardini. Alle spalle dei due si fa vedere Alessandra Neri, a sua volta impegnata a controllare l’altra F430 di Faccin. Il padovano risale settimo, ma a otto minuti dal termine viene fermato da problemi meccanici che già nelle fasi iniziali lo avevano rallentato. I colpi di scena non sono finiti, perché a meno di cinque minuti dall'arrivo Dromedari coinvolge in un contatto Kemenater. Ma l’attenzione si sposta nuovamente sulla testa, con Cadei rallentato da alcuni doppiati e Bonetti che riesce ad approfittarne portandosi al comando a meno di tre minuti dall’arrivo. La classifica (primi cinque): 1. Bonetti (Ferrari F430) 14 giri in 1’47”485; 2. Cadei (Ferrari F430) a 1”509; 3. Solieri (Ferrari F430) a 51”139; 4. Paletto (Porsche 997) a 1’17”279; 5. Perazzini (Ferrari F430) a 1’25”993.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati EuroGTSprint
Piloti Alessandro Bonetti
Articolo di tipo Ultime notizie