WTCR
G
Salzburgring
11 set
Prossimo evento tra
33 giorni
G
Slovakia Ring
09 ott
Prossimo evento tra
61 giorni
WSBK
31 lug
Evento concluso
07 ago
SSP300 Gara 2 in
19 Ore
:
59 Minuti
:
12 Secondi
WRC
04 set
Prossimo evento tra
26 giorni
18 set
Prossimo evento tra
40 giorni
WEC
13 ago
Prossimo evento tra
4 giorni
W Series
G
Norisring
10 lug
Canceled
G
Brands Hatch
22 ago
Canceled
MotoGP
02 ago
Warm Up in
13 Ore
:
24 Minuti
:
12 Secondi
Moto3
24 lug
Evento concluso
07 ago
Evento concluso
Moto2
24 lug
Evento concluso
07 ago
Evento concluso
IndyCar
17 lug
Evento concluso
07 ago
Postponed
Formula E FIA F3
31 lug
Evento concluso
07 ago
Gara 2 in
13 Ore
:
29 Minuti
:
12 Secondi
FIA F2
31 lug
Evento concluso
07 ago
Gara 2 in
14 Ore
:
54 Minuti
:
12 Secondi
Formula 1 ELMS
17 lug
Evento concluso
DTM
14 ago
Prossimo evento tra
5 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
11 set
Prossimo evento tra
33 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
Prossimo evento tra
26 giorni

Toshiki Oyu domina a Silverstone al debutto in Euroformula Open

condividi
commenti
Toshiki Oyu domina a Silverstone al debutto in Euroformula Open
Di:
9 set 2019, 07:08

Il giapponese di casa Honda non ha lasciato scampo agli avversari e conquista un doppio successo alla prima uscita con la Motopark.

GARA 1 - Toshiki Oyu domina al debutto

Toshiki Oyu ha dominato Gara 1 dell'Euroformula Open a Silverstone al debutto nella serie.

Il 21enne della Motopark è scattato benissimo dalla pole position e al termine della prima tornata aveva già 1"622 sugli inseguitori, capitanati da Enaam Ahmed. Il giovane pupillo di casa Honda non ha avuto rivali e nel finale è transitato sul traguardo con un comodo vantaggio.

Ahmed ha chiuso secondo prendendosi il punto aggiuntivo per il giro record, mentre terzo si è piazzato Nicolai Kjaergaard con la Carlin, che a lungo ha inseguito da vicino l'avversario della Motopark, dopo che in partenza era riuscito a sopravanzare l'idolo locale Billy Monger e compagno di squadra, quarto sotto la bandiera a scacchi.

Bene anche gli altri piloti griffati Motopark, con Cameron Das in Top5 davanti al nuovo arrivato Dennis Hauger, mentre Niklas Krutten conclude ottavo dietro a Linus Lundqvist (Double R Racing). Per Das si tratta del miglior risultato stagionale, dopo che in avvio di gara ha provato a lottare con Monger, per poi difendersi da Hauger.

Il duello per la nona posizione si è invece risolto alla "Club", dove è avvenuto il sorpasso di Christian Hahn (Carlin) ai danni di Calan Williams (Fortec Motorsports).

Lukas Dunner, il più vicino al leader di campionato Marino Sato (assente in Gran Bretagna), è andato fuori al primo giro.

GARA 2 - Due su due per Oyu

Oyu ha centrato il successo anche in Gara 2 partendo benissimo dalla pole position e scappando via, tagliando il traguardo con 6"017 di vantaggio sul suo collega Ahmed.

La Motopark ha avuto in Das un altro pilota protagonista per la maggior parte dei 15 giri previsti, ma alla penultima tornata Monger lo ha attaccato alla "Loop" e fra i due c'è stato un contatto che ha fatto scivolare indietro il primo.

Monger ha invece perso terreno alla "Brooklands" e dell'episodio si è avvantaggiato Ahmed, che si è messo davanti al rivale, il quale ha poi dovuto cedere strada anche a Kjaergaard nel giro finale.

Kjaergaard era dovuto partire settimo per il traffico incontrato nelle qualifiche, ma con un passo velocissimo e a suon di giri veloci ha rimontato andando a festeggiare il secondo podio di fila.

Terzo era scattato Hauger, che però non ha retto il ritmo degli altri giungendo quinto sul traguardo, con Williams (Fortec Motorsports) settimo davanti a Krutten, Dunner e Lundqvist. Dunner conquista due punti preziosissimi in ottica campionato, considerando che Sato era assente e mancano 4 gare alla fine.

la gara di Lundqvist era iniziata malissimo, finendo in testacoda per una collisione con la Carlin di Hahn, ritiratosi per i danni allo sterzo, ma primo nella classifica dei rookie.

Euroformula Open, Red Bull Ring: Marino Sato senza rivali in entrambe le gare

Articolo precedente

Euroformula Open, Red Bull Ring: Marino Sato senza rivali in entrambe le gare

Articolo successivo

Marino Sato si laurea matematicamente campione a Barcellona

Marino Sato si laurea matematicamente campione a Barcellona
Carica i commenti