GT World Challenge Europe Endurance
17 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
56 giorni
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
78 giorni
WSBK
28 feb
-
01 mar
Prossimo evento tra
7 giorni
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
21 giorni
WRC
12 feb
-
16 feb
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
20 giorni
WEC
22 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
1 giorno
18 mar
-
20 mar
Prossimo evento tra
26 giorni
MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
FP1 in
14 giorni
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
FP1 in
28 giorni
IndyCar
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
21 giorni
G
Birmingham
03 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
42 giorni
Formula E
14 feb
-
15 feb
Evento concluso
G
Marrakesh ePrix
27 feb
-
29 feb
Prossimo evento tra
6 giorni
Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
PL1 in
28 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
70 giorni
26 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
126 giorni

Marino Sato e Yuki Tsunoda si dividono le vittorie nelle due gare di Hockenheim

condividi
commenti
Marino Sato e Yuki Tsunoda si dividono le vittorie nelle due gare di Hockenheim
Di:
26 mag 2019, 14:24

Weekend tutto di marca giapponese ad Hockenheim. In Gara 1 Sato ottiene pole, vittoria e giro più veloce, mentre in Gara 2 deve cedere lo scettro al connazionale Tsunoda.

Gara 1 ha visto il successo pieno di Marino Sato. Il pilota giapponese del team Motopark, infatti, non ha soltanto conquistato la vittoria nella prima corsa del weekend di Hockenheim, ma ha anche ottenuto la pole position ed il giro più veloce.

Sato è scattato perfettamente dalla prima casella, prendendo subito il largo e non mollando mai il comando della corsa, mentre alle sue spalle si è infiammata la battaglia per i restanti gradini del podio che ha visto protagonisti Jack Doohan e Linus Lundqvist nelle prime battute e successivamente Liam Lawson.

Quest’ultimo, partito dalla sesta casella a seguito della penalità di tre posizioni rimediata a Pau, ha dapprima messo nel mirino e superato agevolmente Lundqvist per poi mettersi in scia a Doohan e superare il pilota del team Double R Racing al giro 10.

Lawson, tuttavia, ha commesso un errore in curva 1 poco dopo, finendo in testacoda, ed ha così ceduto nuovamente il secondo posto a Doohan completando Gara 1 in terza posizione.

Sfiora il podio Yuki Tsunoda, quarto e bravo a sopravanzare un Lundqvist non in giornata, mentre Hanses ha chiuso in sesta posizione davanti a Lukas Dunner, Christian Hahn, Nicolai Kjaergaard e Cameron Das.

 La seconda gara del weekend ha visto daccapo la bandiera giapponese sventolare sul gradino più alto del podio, ma questa volta il vincitore è stato Yuki Tsunoda. Il pilota del vivaio Red Bull ha subito messo sotto pressione il polmean Marino Sato per poi passare al comando con facilità.

Sato, poco dopo, ha subito anche il sorpasso da parte di Liam Lawson, ma quest’ultimo ha vanificato tutto con un testacoda nel finale. Il giapponese ha badato a preservare le gomme ed una volta tornato in seconda posizione ha portato a casa un secondo posto che chiude in maniera positiva il weekend.

Lukas Dunner ha trascorso l’intera gara a pressare Julian Hanses e quando si è verificato il testacoda di Lawson la lotta tra i due ha avuto in palio il terzo gradino del podio. Hansens, nonostante la pressione, non ha commesso alcuna sbavatura ed ha chiuso terzo la gara di casa, mentre Lawson ha ottenuto il quinto posto ed ha perso molto terreno in classifica da Sato.

Nicolai Kjaergaard ha ottenuto il sesto posto  precedendo Tsunoda e Lawson, mentre la top ten si è completata con Cameron Das bravo a sopravanzare Guilherme Samaia nel finale.

Articolo successivo
Billy Monger, che impresa: trionfa sul bagnato nel Gran Premio di Pau

Articolo precedente

Billy Monger, che impresa: trionfa sul bagnato nel Gran Premio di Pau

Articolo successivo

Marino Sato domina a Spa-Francorchamps e prende il largo in classifica

Marino Sato domina a Spa-Francorchamps e prende il largo in classifica
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Euroformula Open
Evento Hockenheim
Sotto-evento Gara 2
Autore Redazione Motorsport.com