Mick Schumacher è campione FIA F3 Europea 2018 grazie al podio in Gara 2 a Hockenheim!

condividi
commenti
Mick Schumacher è campione FIA F3 Europea 2018 grazie al podio in Gara 2 a Hockenheim!
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
13 ott 2018, 15:36

Il tedesco della Prema è riuscito a laurearsi campione già in Gara 2 grazie al secondo posto alle spalle di un Juri Vips imprendibile. Ralf Aron ha regalato al team italiano anche il terzo gradino del podio. Svaniscono le speranze di Ticktum, soltanto settimo.

Robert Shwartzman, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Robert Shwartzman, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Mick Schumacher, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Mick Schumacher, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Jüri Vips, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Dan Ticktum, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Dan Ticktum, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Sebastian Fernandez, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Sebastian Fernandez, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Robert Shwartzman, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Robert Shwartzman, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz

Missione compiuta per Mick Schumacher. Il figlio del sette volte campione del mondo di Formula 1 è riuscito a chiudere in anticipo la lotta per il titolo grazie al secondo posto ottenuto al termine di Gara 2 ed ha così avuto la matematica certezza della conquista del campionato 2018 della F3 Europea.

Per Mick Schumacher è stata una stagione in crescendo. Sin dai test invernali aveva fatto vedere di aver risolto il maggior punto debole dello scorso anno, il giro secco in qualifica, ma le prime gare della stagione non avevano premiato la sua velocità a causa di errori o problemi vari.

Già a Pau, nel primo round della stagione, Mick aveva ottenuto il miglior tempo nelle Libere, ma un errore in qualifica lo aveva costretto alla partenza dal fondo dello schieramento vanificando così il grande potenziale.

La svolta per il tedesco è arrivata a Spa-Francorchamps. La prima vittoria nella serie, arrivata in Gara 3, ha sbloccato mentalmente Mick che da quel momento ha messo in scena una crescita impressionante ed una serie di pole e vittorie di fila che lo hanno proiettato nelle posizioni di vertice della classifica piloti.

Chi, invece, è letteralmente crollato da metà stagione in poi è stato Dan Ticktum. L’inglese ha iniziato il campionato con i favori del pronostico e sino a Silverstone sembrava essere l’indiziato numero uno per la conquista del titolo.

Proprio  il round inglese, tuttavia, ha segnato il crocevia della sua stagione. Ticktum, infatti, non è più riuscito a salire sul gradino più alto del podio, plafonando le sue performance mentre Juri Vips, suo compagno di team, iniziava a sopravanzarlo gara dopo gara.

L’appuntamento del Red Bull Ring ha chiuso quasi definitivamente le speranze di titolo per Ticktum, complice il ritiro patito in Gara 2, e le polemiche scaturite dal post su Instagram da parte del pilota inglese non hanno fatto altro che confermare uno stato psicologico fragile in un momento chiave della stagione.

La seconda gara del weekend di Hockenheim ha messo la parola fine in maniera definitiva ai sogni di gloria di Ticktum, complice anche una pessima qualifica del pilota del vivaio Red Bull che l’ha visto scattare dalla casella numero 15 in griglia.

Allo spegnersi dei semafori Vips ha mantenuto saldamente la prima posizione davanti a Mick Schuamcher, mentre a centro gruppo Ahmed ha compiuto una manovra sconsiderata tagliando la pista e colpendo l’incolpevole Hanses.

Il tedesco, ormai senza più il controllo della propria vettura, ha urtato l’altrettanto incolpevole Fenestraz ed il franco argentino è andato a sbattere violentemente contro le barriere fortunatamente senza conseguenze.

La safety car è subito scesa in pista per consentire ai commissari di rimuovere le monoposto ferme nella ghiaia e le operazioni sono riprese al quarto giro.

Schumacher ha mostrato un certo nervosismo nei giri iniziali, compiendo alcune sbavature che gli hanno fatto perdere terreno da Vips.

A metà gara Mick ha guidato con maggiore tranquillità, ha lasciato andare via Vips, consapevole del vantaggio enorme su Ticktum, ed ha pian piano distanziato un Ralf Aron bravissimo nel rispettare gli ordini di scuderia e non attaccare il tedesco.

Vips ha così potuto tagliare indisturbato il traguardo  in prima posizione conquistando una vittoria che esalta ulteriormente uno dei migliori talenti in circolazione visti in questa stagione, mentre Mick Schumacher ha potuto festeggiare dal secondo gradino del podio un titolo ampiamente meritato ed ha così potuto togliersi dalle spalle una pressione sempre maggiore che lo accompagnava sin dal suo debutto nella categoria continentale.

Ralf Aron ha completato il podio regalando così l’ennesimo trofeo al team Prema, mentre Jehan Daruvala è stato abile nell’avere la meglio nella seconda metà di gara sul neo campione rookie Robert Schwartzman.

Fabio Scherer ha chiuso in sesta posizione davanti al grande deluso di giornata, Dan Ticktum. L’inglese ha corso con il coltello tra i denti risalendo rapidamente dalla quindicesima posizione di partenza sino alla top ten nelle fasi iniziali per poi regalare sorpassi decisi nei confronti di Sato e Palou.

Ticktum era consapevole che sarebbe servito un miracolo per tenere aperta la lotta per il titolo ed ha fatto il massimo per centrare l’obiettivo, ma ancora una volta non ha brillato nel confronto diretto con i suoi compagni di team.

La top ten si è completata con Palou ottavo davanti ad Aberdein e Troitckii.

Prossimo articolo EUROF3
Hockenheim, Gara 1: vittoria netta per Zhou, Mick Schumacher fuori dai punti

Articolo precedente

Hockenheim, Gara 1: vittoria netta per Zhou, Mick Schumacher fuori dai punti

Articolo successivo

Mick Schumacher si gode il titolo di F3: "Sto vivendo un sogno!"

Mick Schumacher si gode il titolo di F3: "Sto vivendo un sogno!"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie EUROF3
Evento Hockenheim
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Gara