Hockenheim, Gara 1: vittoria netta per Zhou, Mick Schumacher fuori dai punti

condividi
commenti
Hockenheim, Gara 1: vittoria netta per Zhou, Mick Schumacher fuori dai punti
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
13 ott 2018, 09:04

Il cinese della Prema è impeccabile e conquista una vittoria meritata, mentre il tedesco entra subito in contatto con Armstrong ed è costretto ad una rimonta che conclude in dodicesima posizione. Ticktum è quinto e porta il distacco a -39.

Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Robert Shwartzman, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Robert Shwartzman, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Mick Schumacher, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Mick Schumacher, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Marcus Armstrong, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Jüri Vips, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Dan Ticktum, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Dan Ticktum, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Alex Palou, Hitech Bullfrog GP Dallara F317 - Mercedes-Benz
Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Sebastian Fernandez, Motopark Dallara F317 - Volkswagen

E’ stato Guanyu Zhou l’autentico dominatore della prima gara del weekend di Hockenheim. Il cinese della Prema è stato perfetto sin dalla partenza mantenendo il comando dopo essere scattato dalla pole, e non ha mai patito la pressione in occasione delle due safety car che hanno condizionato la prima parte di gara.

Zhou, infatti, è riuscito a mantenere a distanza di sicurezza Robert Shwartzman in entrambe le occasioni ed è riuscito a transitare indisturbato sotto la bandiera a scacchi sventolata con un giro d’anticipo.

Chi, invece, non è stato altrettanto perfetto è Mick Schumacher. Il leader del campionato, infatti, è stato autore di un buon avvio, ma ha tentato un sorpasso troppo aggressivo ai danni di Marcus Armstrong colpendo la posteriore sinistra del compagno di team e danneggiando la propria ala anteriore.

Mick è stato costretto, così come il neozelandese, ad una sosta ai box inattesa per cambiare il musetto, ma ha potuto approfittare dell’intervento della prima safety car, dovuta all’uscita di pista di Daruvala, per tornare immediatamente a fondo gruppo seguito proprio da Armstrong.

La ripartenza è avvenuta al quarto passaggio e subito si è assistito ad una lotta intensa tra Ticktum, Fenestraz ed Aron per la quinta posizione.

Il pilota del team Carlin ha anche colpito con l’anteriore sinistra la posteriore destra dell’inglese, ma Ticktum non ha riportato danni ed è riuscito a proseguire sopravanzando Fenestraz ma subendo il sorpasso di Aron.

Le operazioni, tuttavia, sono durate pochi chilometri poiché la safety car è dovuta nuovamente scendere in pista per consentire ai commissari di rimuovere la monoposto di Habsburg finita a muro.

Al restart, Zhou è stato ancora una volta perfetto prendendo subito un buon margine su Shwartzman e Vips, mentre alle spalle dei primi tre Ticktum ha subito aggredito Aron ed è salito in quinta piazza.

L’inglese del team Motopark, nei giri conclusivi, ha pressato a lungo Palou, ma lo spagnolo non ha mai commesso alcuna sbavatura ed è riuscito a tenere alle proprie spalle il pilota del vivaio Red Bull.

Ralf Aron, una volta subito il controsorpasso da parte di Ticktum, è letteralmente sparito. L’estone della Prema non è riuscito a mantenere il passo dell’inglese ed è stato costretto a chiudere Gara 1 in un’anonima sesta piazza precedendo di appena mezzo secondo Sacha Fenestraz.

Troitckii, Ahmed e Frederik Vesti hanno completato la top ten ed il debuttante del Van Amersfoort Racing merita un grande applauso per aver concluso la sua prima gara in Formula 3 Europea in zona punti.

Chi non è riuscito a conquistare punti, invece, è stato proprio Mick Schumacher. Il tedesco ha gettato alle ortiche la possibilità di chiudere la lotta per il titolo in Gara 1 a seguito del contatto con Armstrong ed è stato costretto ad una rimonta intensa dalle retrovie per risalire sino alla dodicesima piazza.

Mick si è così giocato il primo match point e dovrà sfruttare al meglio Gara 2 per conquistare il campionato. Il tedesco, infatti, prenderà il via dalla seconda casella in griglia, mentre Ticktum dovrà avviarsi dalla quindicesima casella.

Il divario in classifica tra i due è sceso adesso a 39 punti. Mick è rimasto fermo a quota 329, mentre Ticktum è salito a quota 290.

Tuttavia sia l’inglese che il tedesco sono sotto investigazione per presunte irregolarità commesse sotto safety car e l’ordine di arrivo di Gara 1 potrebbe essere rivoluzionato.

Prossimo articolo EUROF3
Vips e Shwartzman conquistano le ultime due pole stagionali ad Hockenheim. Disastro Ticktum

Articolo precedente

Vips e Shwartzman conquistano le ultime due pole stagionali ad Hockenheim. Disastro Ticktum

Articolo successivo

Mick Schumacher è campione FIA F3 Europea 2018 grazie al podio in Gara 2 a Hockenheim!

Mick Schumacher è campione FIA F3 Europea 2018 grazie al podio in Gara 2 a Hockenheim!
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie EUROF3
Evento Hockenheim
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Gara