Oliver Webb ha provato l'Alfa Giulia ETCR a Vallelunga

Nei test collettivi andati in scena nel Lazio, la Romeo Ferraris si è avvalsa dell'aiuto dell'esperto pilota inglese, che assieme a Coletti ha continuato il lavoro sull'auto di Opera. Intanto anche Hyundai e Cupra hanno girato e per la prima volta si è provato il format 'Battle'.

Oliver Webb ha provato l'Alfa Giulia ETCR a Vallelunga

Cupra, Hyundai e Romeo Ferraris hanno completato altri due giorni di test collettivi a Vallelunga, in vista della primissima gara del 2021 del Pure ETCR.

Sul tracciato di Campagnano intitolato a Piero Taruffi, i tre team che correranno nella serie turismo elettrica a partire dal 18-20 giugno hanno continuato a lavorare alacremente sulle rispettive vetture, per la prima volta provando il format di gara 'Battle'.

Quello che è stato definito uno 'Stress Test', ha visto la Cupra eRacer, la Hyundai Veloster N ETCR e l'Alfa Romeo Giulia ETCR partire dai cancelletti in griglia per poi affrontare la mini-gara in stile Rallycross, che sarà la caratteristica principale del campionato, con ogni round che verrà deciso proprio tramite questi duelli in batterie.

Per la Casa spagnola erano presenti i tre piloti ufficiali - Mattias Ekström, Jordi Gené e Mikel Azcona, mentre per i coreani Augusto Farfus, Jean-Karl Vernay e il neoarrivato John Filippi.

Una novità importante l'ha invece portata la Romeo Ferraris: Luca Filippi è dovuto volare a Monaco per gli impegni con l'E-Prix di Formula E, dunque assieme a Stefano Coletti si è presentato Oliver Webb, pilota con esperienze anche nel campo delle corse elettriche (Formula E e Jaguar) che ha dato una mano nelle operazioni al team di Opera sulla messa a punto della Giulia.

“Sono grato a Michela Cerruti e Mario Ferraris per avermi permesso di poter provare la Giulia ETCR - ha commentato l'inglese - Sicuramente è un vettura innovativa e credo che il motorsport elettrico stia facendo dei passi in avanti importanti. Non avevo esperienza con una vettura turismo, ma mi sono molto divertito".

"Ho potuto provare la macchina con 300, 450 e 500kW, sia sul circuito corto che su quello lungo. Mi sono trovato molto a mio agio con il team e con i tecnici, condizione che ha reso molto più facile il mio adattamento ad un contesto completamente nuovo, pista compresa”.

In Romeo Ferraris ora si sta cercando di stringere i tempi per trovare anche gli altri due concorrenti che mancano a completare la formazione 2021.

“Considerando le tempistiche degli ultimi mesi, per noi tutta l’operazione ETCR è stato un test molto stressante! Scherzi a parte, le attività a Vallelunga sono andate molto bene, abbiamo provato il nuovo format del fine settimana che trovo essere sicuramente interessante ed avvincente", ha aggiunto la responsabile Michela Cerruti.

"Abbiamo potuto provare su diverse configurazioni della pista e con differenti voltaggi della batteria premettendo a Stefano di poter continuare il lavoro che abbiamo impostato per lo sviluppo della vettura".

"Sono stata molto contenta di avere Oliver con noi in questi giorni, è un pilota che ha maturato tanta esperienza nel mondo del motorsport ed il suo approccio è stato da subito ottimale. Dopo l’annuncio di Coletti e Luca Filippi, stiamo cercando di ottimizzare le risorse per gli ultimi due piloti”.

Oltre all'assistenza dei tecnici di Williams Advanced Engineering per le batterie, Magelec, Enel X e Goodyear, i team hanno potuto provare anche le ricariche nel paddock tramite la Energy Station, ossia la postazione ideata da Eurosport Events che mette le macchine in bella mostra mentre le batterie fanno il... pieno.

condividi
commenti
Romeo Ferraris già in carica: "L'Alfa Giulia ETCR può dir la sua"

Articolo precedente

Romeo Ferraris già in carica: "L'Alfa Giulia ETCR può dir la sua"

Articolo successivo

PURE ETCR: Rodrigo Baptista nuovo pilota del team Romeo Ferraris

PURE ETCR: Rodrigo Baptista nuovo pilota del team Romeo Ferraris
Carica i commenti