Cupra ci porta dietro le quinte del Pure ETCR

Cupra è sbarcata nel Pure ETCR, il nuovo campionato turismo elettrico, con una grande formazione. Il team spagnolo ci mostra e racconta tutti i retroscena di questa sfida.

Questa stagione, la Casa spagnola ha già un grande schieramento nel WTCR insieme al team ungherese Zengo Motorsport, con Mikel Azcona, Jordi Gené, Rob Huff e Bence Boldizs. I due piloti spagnoli, Gené e Azcona, partecipano anche al Pure ETCR insieme a Mattias Ekstrom e Daniel Nagy.

La Cupra ha ottenuto i suoi primi punti nelle gare di apertura del WTCR a Nurburgring e Estoril, nonostante alcuni problemi. Nel Pure ETCR, le cose stanno andando ancora meglio, dove la Cupra e-Racer è diventata l'auto da battere.

Azcona ha fatto la storia nel circuito di Vallelunga in Italia, segnando la vittoria nel primo round del campionato multimarca 100% elettrico per auto turismo. Anche Ekstrom ha ottenuto un podio, mentre Genéé e Nagy sono arrivati quarto e sesto.

Prima di volare in Italia, i piloti del team hanno condotto un intenso programma di test che sta iniziando a dare i suoi frutti.

"Abbiamo fatto molti test prima della prima gara, soprattutto qui in Italia dove fa molto caldo", ha detto Ekstrom. "Le gomme hanno bisogno di un trattamento speciale per rimanere in vita. Inoltre, nel lavoro di set-up con i ragazzi della Cupra abbiamo fatto un sacco di sforzi per cercare di ottenere il bilanciamento ottimale".

"Come pilota, ho già sfruttato la buona esperienza dell'anno scorso dal rallycross, perché nelle gare Sprint devi attaccare al massimo fin dalla prima curva e capire dove sono i rivali, quindi mi sento pronto".

Cupra ha riportato Gené alle corse, sei anni dopo la sua ultima stagione completa, con un doppio programma in WRTC e ETCR. Il pilota catalano è stato coinvolto nello sviluppo della Cupra Leon Competicion, ma la e-Racer ha dimostrato di essere competitiva fin da subito.

"Per me, tra Pure ETCR e un'auto TCR a combustione normale, il peso è ciò che la fa sentire più diversa. L'auto elettrica ha circa 350kg in più e questo lo si nota davvero".

"Abbiamo batterie che sono molto pesanti, un motore, inverter... Ci sono anche molte parti che abbiamo su un'auto elettrica che la rendono più pesante".

"Ma ciò che questo ci dà dall'altra parte è un sacco di accelerazione, anche se nelle curve la velocità è inferiore, quando arriva il rettilineo, recuperiamo tutto. È un'accelerazione molto sorprendente e questo fa la differenza più grande".

Cupra è nata ufficialmente nel 2018 come marchio indipendente di Seat e l'elettrificazione è presente nelle sue auto di serie.

"Cupra è un marchio nato nel 21° secolo e vogliamo contribuire a reinventare il futuro delle corse; il Pure ETCR significa elettrificazione", osserva Xavi Serra, direttore tecnico di Cupra Racing.

La sede centrale della Seat è soddisfatta del lavoro svolto da Cupra nelle corse, e si aspetta di trarne vantaggio anche per le auto di serie.

"La squadra ha sviluppato una gran macchina e l'abbiamo vista, ora stiamo gareggiando qui a Vallelunga ed è davvero eccitante", ha detto Werner Tietz, vicepresidente della SEAT R&D. "La squadra sta facendo bene, e abbiamo imparato molto, non solo per le gare ma anche per la produzione di serie: come migliorare la batteria, il power train e complessivamente come migliorare l'intera vettura. Bisogna passare il tempo in pista per farlo".

condividi
commenti
Ribeiro: "Il PURE ETCR rappresenta il futuro del turismo"
Articolo precedente

Ribeiro: "Il PURE ETCR rappresenta il futuro del turismo"

Articolo successivo

Pure ETCR: Romeo Ferraris sostituisce Coletti con Philipp Eng

Pure ETCR: Romeo Ferraris sostituisce Coletti con Philipp Eng
Carica i commenti