Successone per il “Torneo al simulatore” al Casinò Admiral di Mendrisio

Boom di partecipanti alla sfida all’ultimo decimo di secondo organizzata dalla sala d’azzardo della Svizzera italiana. Leila Bigolin: “Il grado di occupazione è stato vicino al cento per cento”.

Successone per il “Torneo al simulatore” al Casinò Admiral di Mendrisio
Le ragazze della premiazione al
Un gamer in azione al
Un gamer in azione al
Le ragazze della premiazione al
Le ragazze della premiazione al
Il primo classificato al
Il secondo classificato al
Il terzo classificato al
Casinò Admiral Mendrisio
Torneo simulatore F1, Casinò Admiral Mendrisio

Si è concluso con ampi sorrisi (e con una buona dose di soddisfazione per i promotori dell’evento) il “Torneo al simulatore” presso il Casinò Admiral di Mendrisio nel mese di settembre.

Una settimana di qualifiche, nelle quali ogni partecipante poteva parteciparvi una sola volta in 24 ore, e poi spazio ai gamers più veloci che hanno messo a referto i due migliori tempi del giorno.

 

Le ragazze della premiazione al "Torneo al simulatore" al Casinò Admiral di Mendrisio
Le ragazze della premiazione al "Torneo al simulatore" al Casinò Admiral di Mendrisio

Photo by: Casinò Admiral Mendrisio

“Possiamo ritenerci molto soddisfatti dell’esito dell’evento. Il grado di occupazione del simulatore è stato praticamente al cento per cento. Questo nonostante le fasce d’orario limitate visto che ogni tre ore “la monoposto” doveva essere spenta per evitare il surriscaldamento”, afferma Leila Bigolin, responsabile marketing della sala d’azzardo del Mendrisiotto.

Il boom di partecipanti (oltre 70-80 ogni giorno) ha portato i vertici del Casinò Admiral a pensare di organizzare più spesso tornei di questo tipo. “Sicuramente terremo in considerazione l’eventualità di organizzare questi tipi di sfide, ma non a cadenza regolare”.
Il gamer più veloce di tutti è stato “Wizer”, il quale si è assicurato 2’000 franchi svizzeri in Tickets. “Cuna” secondo (1’000) e “Reale”, terzo classificato (500).

I nomi dei vincitori sono indicati in “nickname” per questioni di privacy del visitatore.

condividi
commenti
Buemi: “Nessun alibi e poche scuse, svelo dove ho perso il campionato”
Articolo precedente

Buemi: “Nessun alibi e poche scuse, svelo dove ho perso il campionato”

Articolo successivo

Gran Turismo Sport, la nostra recensione completa

Gran Turismo Sport, la nostra recensione completa
Carica i commenti