Cosa ci attende per la prossima 24 Ore di Le Mans Virtuale?

Proprio un anno fa, la primissima 24 Ore di Le Mans virtuale è diventata il più grande evento online della storia del motorsport e ha registrato un’audience importante. Quest’anno che la Le Mans reale è posticipata ad agosto, cosa ci attenderà con l’evento virtuale?

Cosa ci attende per la prossima 24 Ore di Le Mans Virtuale?

Per rinfrescare la memoria, la 24 Ore di Le Mans Virtuale del 2020 è stata disputata  nella data in cui era pianificata inizialmente quella reale, che invece è stata posticipata a settembre a causa della pandemia. L’evento, organizzato grazie alla collaborazione tra l’Automobile Club de l’Ouest, il Campionato FIA World Endurance, la Le Mans Esport Series e Motorsport Games, ha messo insieme 200 piloti da 37 paesi diversi, che guidavano su 170 simulatori differenti nel mondo con 50 entrate al Circuit de la Sarthe virtuale di rFactor2.

#1 Rebellion Williams Esport Oreca 07 LMP2: Louis Deletraz, Raffaele Marciello, Nikodem Wisniewski, Kuba Brzezinski

#1 Rebellion Williams Esport Oreca 07 LMP2: Louis Deletraz, Raffaele Marciello, Nikodem Wisniewski, Kuba Brzezinski

Photo by: Rebellion Racing

La gara è stata vinta nel suo insieme da Rebellion Williams Esport, mentre Porsche ha vinto la categoria GTE. La griglia era piena di star e ha attirato i top drivers di Formula 1 Max Verstappen, Fernando Alonso, Charles Leclerc, Lando Norris e Pierre Gasly, a cui poi si sono uniti Juan Pablo Montoya, Jenson Button, Rubens Barrichelo, Jean-Eric Vergne, Antonio Felix da Costa, Stoffel Vandoorne, Simon Pagenaud, Nelson Piquet Jr, Olivier Panis, Simona de Silversto e Tony Kanaan. Tutti loro hanno corso con i giocatori esports migliori del mondo in squadre da quattro piloti per auto.

Le Mans Virtual Studio

Le Mans Virtual Studio

Photo by: ACO

Un’audience cumulativa di 14.2 milioni ha seguito l’evento di 25 ore, mandato in onda in 57 paesi diversi, compresi Eurosport, ESPN e Sky Sport. Ha ottenuto 8.6 milioni di visualizzazione tra Facebook, YouTube e Twitch, raggiungendo 131.5 milioni di click sui social con l’hashtag #LeMans24Virtual. L’evento ha vinto molti premi, tra i quali il Best Live Experience ai Leaders Sports Awards e il trofeo Pioneering and Engineering agli Autosport Awards.

Con tutto ciò alle spalle, cosa ci attende in futuro? Una mossa significativa è stata fatta dall’ex CEO del WEC Gerard Neveu, che si è unito a Motorsport Games com Motorsports Advisor. All’epoca, aveva affermato: “Sono entusiasta di lavorare con il team per costruire sulla già esistenza azienda grandi eventi live e continuare ad aiutare a diffondere la gioia delle gare virtuali tra gli appassionati di tutto il mondo”.

“Le gare virtuali e gli esports sono diventati una parte fondamentale del futuro nell’ambito del motorsport e sono onorato di far parte di questo fenomeno. Collegando il motorsport della vita reale con eventi virtuali, possiamo creare un’intera community che va oltre il guardare la televisione, partecipando attivamente ad eventi racing di tutto il mondo”.

Le Mans Virtual Studio

Le Mans Virtual Studio

Photo by: ACO

Quest’anno ricorre il primo anniversario di questo evento pionieristico, e ora la domanda è come si farà a portare avanti questo slancio? Sicuramente, prima c’è la questione importante della 24 Ore di Le Mans reale, che si terrà il 21 e 22 agosto. Poi cosa succederà?

Sembra che ci siano delle notizie formidabili per gli appassionati del gaming, degli esports e delle auto sportive in generale...

“Quello che possiamo dire è che abbiamo molti progetti interessanti in cantiere – afferma Neveu – Prima di tutto, in accordo con Motorsport Games, Le Mans e Automobiel Club de l’Ouest, posso dire che avremo un videogame dedicato che abbiamo in programma di lanciare nel 2023, in concomitanza con la 24 Ore di Le Mans”.

“Questo è ancora in fase di sviluppo e abbiamo un team dedicato che ci sta lavorando duramente. Rifletterà l’atmosfera delle gare e l’evento magico, sono sicuro che tutti gli appassionati lo troveranno molto interessante”.

Circuit atmosphere during the night race

Circuit atmosphere during the night race

Photo by: Xynamic

“Ma prima di quel momento, dobbiamo anche sviluppare la Le Mans Virtuale in una serie di gare, un regolare campionato esports simile al format del WEC. Useremo lo stesso modello: combinare il miglior esport con i piloti pro race, con eventi su quattro piste e auto LMP2 e GTE come prima. Insieme a questo, ci saranno gare aperte al pubblico, quindi tutti potranno divertirsi”.

“Infine, posso dire che la 24 Ore di Le Mans Virtuale, che corre al Circuit de la Sarthe, si svolgerà di nuovo nel prossimo inverno. Seguiremo lo stesso percorso di prima, con piloti famosi che prenderanno parte all’evento che i fan potranno seguire. Abbiamo pianificato di sviluppare la qualità di questo evento su un altro livello. Avremo delle novità entusiasmanti in questo senso dopo la 24 Ore di Le Mans reale che si terrà ad agosto”.

Perciò ecco qua, la 24 Ore di Le Mans Virtuale tornerà durante l’inverno, insieme a una serie di gare esports con cui divertirsi. Non solo, l’uscita del nuovissimo videogioco Le Mans è programmata nell’anno del suo centenario, così come l’emozionante categoria Hypercar prenderà un po’ la mano nel 2023.

Le Mans 24 Virtual trophies

Le Mans 24 Virtual trophies

Photo by: ACO

condividi
commenti
Il motorsport diventa disciplina olimpica... virtuale
Articolo precedente

Il motorsport diventa disciplina olimpica... virtuale

Articolo successivo

Le Mans Virtual svela l'elenco completo dei piloti per il 21-22

Le Mans Virtual svela l'elenco completo dei piloti per il 21-22
Carica i commenti