Roma, PS1: Gryazin ancora davanti a Lukyanuk dopo la prova spettacolo

condividi
commenti
Roma, PS1: Gryazin ancora davanti a Lukyanuk dopo la prova spettacolo
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
20 lug 2018, 19:05

Dopo aver vinto le qualifiche di ieri, il russo della SRT si è tenuto dietro nuovamente il rivale della RPM, con Avcioğlu e Grzyb in Top5 seguito dal trio Scandola-Andreucci-Basso. Problemi per Campedelli, Sesk e Wagner appaiati in U27, bene Érdi Jr in ERC2.

Nikolay Gryazin continua ad essere il più veloce dei piloti del FIA European Rally Championship e dopo essersi aggiudicato la Qualifying Stage di ieri il russo ha vinto anche la PS1 "ACI Sport Arena" (1,8km) del Rally di Roma Capitale.

Il leader della Classe ERC Junior Under 28, al volante della ŠKODA Fabia R5 della Sports Racing Technologies, ha preceduto nuovamente la Ford Fiesta R5 di Alexey Lukyanuk (Russian Performance Motorsport) per 0"5, dopo averlo battuto ieri per un solo decimo.

Al terzo posto troviamo la ŠKODA Fabia R5 della Toksport WRT condotta da Orhan Avcioğlu staccata di 0"6 dalla vetta, seguita da quelle di Grzegorz Grzyb (Rufa Sport) e del migliore del CIR Umberto Scandola, attardato di 1"4 da Gryazin.

Il sesto posto se lo prende Paolo Andreucci con la Peugeot 208 T16 ufficiale, tenendosi alle spalle la ŠKODA Fabia R5 di Giandomenico Basso (Metiorsport.it/Movisport) per 0"1 e Fabian Kreim, che con la Fabia R5 della ŠKODA AUTO Deutschland è secondo in ERC Junior U28.

Il leader dell'ERC Bruno Magalhães chiude con il nono tempo al volante della Fabia R5 griffata ARC Sport, mentre in zona punti abbiamo pure quella di Chris Ingram (Toksport WRT), il quale completa il podio dell'U28.

Fredrik Åhlin ha invece avuto un problema alla trasmissione anteriore della Fabia R5 marchiata CA1 Sport che lo ha mandato in testacoda all'uscita di un tornantino e a sfiorare le barriere più volte.

In casa Orange1 Racing si registra lo stesso problema sulla Ford Fiesta R5 di Simone Campedelli, con il romagnolo che è 25° al momento alle spalle proprio di Åhlin.

In Classe ERC2 al primo posto c'è la Mitsubishi Lancer EVO X di Tibor Érdi Jr, che ha un margine di 3"1 su quella del rivale Sergei Remennik (Russian Performance Motorsport). Molto prudente Juan Carlos Alonso, terzo a 9"1 dalla vetta, con il debuttante Csaba Juhász quarto ad 11"1.

Per quanto riguarda i ragazzi dell'ERC Junior Under 27, Mārtiņš Sesks (ADAC Opel Rallye Junior Team) e Simon Wagner (Saintéloc Junior Team) hanno ottenuto lo stesso identico crono con le rispettive Opel Adam R2 e Peugeot 208 R2. Terzo posto per Tom Kristensson al volante della seconda Opel Adam R2 ufficiale, staccato di 0"8 dal compagno di squadra e dall'austriaco. In categoria il quarto posto è di Efrén Llarena (Peugeot 208 R2 - Rally Team Spain), seguito dal nostro Mattia Vita, anche lui armato di Peugeot.

Nell'ERC Ladies' Trophy al comando abbiamo la Peugeot 208 R2 di Rachele Somaschini, la quale vanta 13"5 su quella di Catie Munnings (Saintéloc Racing) e 25"6 sulla Citroën DS3 R3T di Emma Falcón, con queste ultime due incappate in testacoda per qualche problemino tecnico. Quarta c'è Patrizia Perosino (Peugeot 208 R2).

ERC - Roma: PS1

Articolo successivo
Il motore di Campedelli singhiozza: "Non capiamo il perché, eppure ce la possiamo giocare"

Articolo precedente

Il motore di Campedelli singhiozza: "Non capiamo il perché, eppure ce la possiamo giocare"

Articolo successivo

Il Rally di Roma comincia malissimo: rubate tute e PC ai piloti Saintéloc Racing!

Il Rally di Roma comincia malissimo: rubate tute e PC ai piloti Saintéloc Racing!
Carica i commenti