Jan Kopecký conquista il Campionato Europeo Rally!

Jan Kopecký conquista il Campionato Europeo Rally!

Avendo completato la prima tappa in Croazia, il ceco della Skoda si porta a casa matematicamente il titolo.

Jan Kopecky è Campione Europeo di Rally del 2013! Il ceco della Skoda Motorsport, impegnato nella competizione continentale con la Fabia S2000, ha matematicamente conquistato il titolo, completando la prima tappa del Rally di Croazia, che si sta svolgendo a Parenzo (e nel quale è in testa). Kopecky, coadiuvato dal navigatore Pavel Dresler, si porta a casa il suo primo Campionato Europeo in carriera e al traguardo dell'ultima manche croata, ha rilasciato un'intervista per la TV. Hai vinto il tuo primo Campionato Europeo Rally, come ti senti? "Era il nostro obiettivo ad inizio stagione e l'abbiamo raggiunto, ovviamente sono molto felice." Per quattro anni hai terminato al secondo posto nell'IRC, ormai non pensavi più di vincere una competizione internazionale... "No, anzi...se rinunci hai già perso. Avevo detto che avrei fatto di tutto per arrivare al titolo quest'anno perchè ne avevamo la possibilità. Ce l'abbiamo fatta e siamo molto felici." Dunque si può dire che questo è il momento più bello di tutta la tua carriera... "Direi proprio di sì! Dal primo momento che Pavel (Dresler, ndr) si è seduto al mio fianco come navigatore, ogni gara è andata benissimo. Abbiamo avuto qualche problema nella tappa di casa nostra, in Repubblica Ceca, ma alla fine il podio è arrivato comunque." Quale è stato il momento più bello di questa stagione? "In Austria, quando avevamo un grande vantaggio a tre manche dal termine e ci siamo trovati con una gomma a terra. Abbiamo perso 30", ma, andando piano, siamo riusciti a battere Bryan Bouffier per 5 decimi. E' stato incredibile. In generale, dentro di te conservi ricordi di ogni posto in cui vai e di ogni gara che corri, ma alla fine conta se sei Campione, e noi lo siamo!" Ci sarà stato anche un momento brutto... "Quest'anno siamo sempre arrivati al traguardo e a podio. Sinceramente non so trovare di peggio!" Quale è stata la marcia in più che hai avuto quest'anno? "Ho commesso meno errori che in passato. Due o tre anni fa sono anche stato in testa alla classifica, poi alla fine non ho vinto nulla. Ho lavorato molto di testa, sulla concentrazione e sono arrivato più forte mentalmente." Nel Rally delle Azzorre hai vinto la tua prima gara sullo sterrato. E' stata la svolta decisiva? "Anche nel 2010 potevo vincere, ma a tre Km dal traguardo ho perso tutto per un incidente stupido. A quel punto ho iniziato a pensare che era meglio finire ogni gara, magari anche solo con un piazzamento. Ma arrivando al traguardo." In passato non sei stato sempre costante: un giorno eri velocissimo, poi avevi dei cali inspiegabili. Quest'anno hai fatto della costanza la tua forza: quale è stato il segreto? "In ogni gara ho cercato di mantenere il mio ritmo. In Polonia è stato più difficile perchè eravamo lì per la prima volta e non conoscevamo il posto. Poi, dopo aver capito alcune cose durante il primo giorno, abbiamo fatto i cambiamenti necessari sul set-up della macchina e siamo riusciti ad andare bene. In generale è vero, siamo stati molto costanti." Quale sfida hai fatto più fatica ad affrontare? "Gli sterrati. Mi sono detto che ne dovevo vincere almeno uno. Sono a due su tre, quindi non male!" Il rivale più forte? "Ho avuto avversari molto forti per tutto l'anno, ma se ne devo scegliere uno, dico Bryan Bouffier" I tuoi prossimi appuntamenti sportivi? "La prossima settimana ho l'ultima gara del campionato ceco: ho una possibilità di vincere, dunque ci provo. corro fin dal 2005 in questa competizione e so cosa mi aspetta: c'è Vaclav Pech che è molto forte e ha un'auto molto competitiva, per cui prevedo una bella battaglia tra noi due. Non so ancora se sarò a Sanremo per la tappa italiana dell'Europeo. Mi piacerebbe molto, ma ancora non mi sono organizzato." E per il 2014? "Intanto vediamo di arrivare a Natale! Scherzi a parte, ho un contratto con la Skoda Motorsport e sono felicissimo di poter lavorare ancora con loro. Ma dobbiamo fare ancora tutti i programmi del piano stagionale, per cui è ancora presto per parlarne." Prima hai avuto belle parole per Pavel Dresler, il tuo co-pilota. Cosa ne pensi della sua stagione? "E' molto giovane, ma con un grandissimo talento. Se continua così può diventare il miglior navigatore del nostro paese." E col tuo Team, com'è andata? "La Skoda Motorsport è una squadra davvero grande, mi hanno dato un'auto fantastica, tutto è perfetto. Il mio ingegnere, Yannick Willocx, è ottimo. Anche lui giovane, ma con una grande voglia di fare bene e cercare sempre il massimo in tutto e per tutto. Non ha paura di provare cose nuove, anche azzardate, con set-up particolari, e questo mi piace moltissimo. La cosa migliore è avere un buon feeling col tuo ingegnere. Se riesci ad instaurare il rapporto giusto, allora tutto va per il meglio." Come festeggerai? "Di sicuro con tutta la squadra, perchè il risultato è anche merito loro. Devo dirgli grazie come si deve, se lo meritano." Infine, una parola per tuo padre Jozef, anche lui tecnico del tuo team. "E' il responsabile della mia auto, di chi potrei fidarmi sennò? E' sempre al lavoro, non si prende mai una pausa, anche quando potrebbe. Mia mamma invece non viene mai, ha paura. Solo il venerdì del rally in Repubblica Ceca ha fatto una comparsata, ma poi è tornata subito a casa. Non guarda neanche le dirette in TV. Aspetta di vedere il risultato finale, perchè sennò sta troppo male." Anche Michal Hrabanek, capo della Skoda Motorsport, ha voluto spendere qualche parola per congratularsi con Kopecky: "Vorrei ringraziare tutti i membri del nostro team, che hanno lavorato duramente per il raggiungimento di questo importante titolo. Un grande traguardo per Jan Kopecky, Pavel Dresler e tutti quelli che hanno lavorato al progetto Skoda Fabia S2000, a dimostrazione della bontà e della qualità dei prodotti della nostra azienda." Kopecky potrà dunque festeggiare il meritatissimo Titolo Europeo, dopo però aver concluso anche la seconda giornata di prove speciali, in programma in Croazia.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Articolo di tipo Ultime notizie