In Croazia Jan Kopecký vince Rally e Titolo Europeo!

In Croazia Jan Kopecký vince Rally e Titolo Europeo!

Grande week-end per il ceco della Skoda. Bellissimo secondo posto per Aigner che precede Gassner Jr.

A Parenzo c'erano due premi in palio: la gara su asfalto, nona prova di questo campionato, e il Titolo di Campione Europeo Rally. Jan Kopecky ha fatto man bassa, conquistandoli entrambi: il ceco, portando a termine ieri la prima giornata di prove speciali, si è così aggiudicato matematicamente il Campionato. Nel secondo giorno invece, ha vinto 4 manche su 7 ( 8 su 14 il totale) e ha conquistato anche il Rally di Croazia. Uno strapotere assoluto per il pilota della Skoda Motorsport, che solo nelle prime fasi ha avuto qualche difficoltà, per un meteo instabile, con piogge e fango a bagnare tratti del percorso, che hanno favorito alcuni avversari con auto meno competitive. "Ho vinto il campionato? Può essere, la FIA deve ufficializzarlo! - ha detto un sorridente Kopecky al traguardo della SuperSpeciale finale - E' stato un grande week-end per noi, abbiamo vinto il nostro sesto rally stagionale, cui vanno aggiunti un secondo e un terzo posto. Ringrazio ogni singola persona del mio team, il capo della Skoda Motorsport e tutti quelli che ci hanno aiutato a raggiungere questo fantastico traguardo." Secondo posto per Andreas Aigner, dopo tre turni di stop: grande risultato per l'austriaco, con una Subaru Impreza R4 che rientra nella categoria delle auto "Production Cup" ed è senz'altro inferiore a quelle ufficiali. Aigner ha approfittato delle condizioni meteo instabili per vincere le prime due speciali di ieri, quando il suo mezzo era molto competitivo su fondo umido con gomme soft. Poi il pilota del team Stohl Racing ha giocato "in difesa", trovando nella pioggia un alleato davvero fondamentale, quando questa è tornata a scendere dal cielo nelle fasi finali, consentendogli di allungare definitivamente sugli inseguitori. Ultimo gradino del podio che ospita Hermann Gassner Junior. Alla seconda uscita ufficiale al volante di una Mitsubishi Lancer (altra auto Production Cup), il tedesco ha cercato fino all'ultimo di raggiungere un Aigner in difficoltà, ma è stato tradito dalla pioggia nelle ultime fasi, sbagliando anche scelta di gomme, cose che, di fatto, gli hanno precluso la possibilità di migliorare un già più che ottimo risultato finale, condito dalla vittoria di manche nella PS8. Quarto posto in solitaria per la coppia belga formata da Pieter Tsjoen e Bernd Casier: i due si sono alternati al volante della loro Skoda Fabia S2000, dimostrandosi entrambi molto competitivi, sia nel ruolo di navigatore, che in quello di pilota. Un assortimento che gli è valso anche la conquista delle prove numero 10 e 14. Dietro a loro, un'altra Skoda Fabia S2000, guidata dal giovanissimo Henk Lategan: il sudafricano ha utilizzato questo rally per fare esperienza, dimostrando una buona competitività, soprattutto sulla distanza di gara, considerando che non ha commesso gravi errori ed è stato concreto in tutti e tre i giorni. Unico neo imputabile: i 10" di penalità presi al via della PS11 per essersi presentato in ritardo. Sesto e settimo si sono piazzati Andras Hadik e Aleks Humar: il primo impegnato al volante di una Subaru Impreza, mentre il secondo con la Renault Clio R3. Entrambi si sono dati gran battaglia sul filo dei secondi, scambiandosi in continuazione le posizioni; alla fine l'ungherese ha avuto la meglio sullo sloveno per 10"5. Bella prova anche per Daniel Saskin: il pilota croato si è trovato al via del rally di casa con molti interrogativi, da debuttante assoluto e con una nuova auto, la Ford Fiesta RRC. nelle prime fasi ha sofferto molto, sbagliando il set-up e cambiando in corso d'opera molte cose, poi è riuscito a risalire dalla 26a posizione, fino ad arrivare in Top10, per restarci fino alla fine. Grande soddisfazione per lui e per il suo team, dopo questa esperienza da cui avrà imparato senz'altro tantissimo per il futuro. Sorrisoni al traguardo anche per Jani Trcek e Zoltan Bessenyey, che chiudono negli ultimi due posti della Top10. Entrambi partiti male, rispettivamente con una Mitsubishi Lancer e con una Honda Civic, i due si sono lentamente avvicinati al gruppo dei primi dieci, quasi in punta di piedi. Alla fine sono stati divisi da 14"2, ma hanno avuto il merito di battere in classifica generale avversari molto forti e con auto più competitive. Veniamo infine alle note dolenti: in primis il meteo, che ha rimescolato non poco le carte, con una forte pioggia che si è abbattuta su alcuni tratti del percorso durante la PS2. I piloti si sono così trovati in seria difficoltà, con set-up sbagliati e gomme che rendevano bene solo in alcuni punti. Chi ci ha rimesso più di tutti è stato Germain Bonnefis: il francese della Renault, durante la PS3, è stato tradito da una macchia di umido, andando a sbattere violentemente contro una masso a bordo strada. La sua Megane è rimasta in mezzo al tracciato, costringendo i commissari ad esporre bandiera rossa, congelando i tempi ottenuti fino a lì. Bonnefis è stato estratto dall'auto e portato velocemente in ospedale, dove gli è stata riscontrata la frattura di una vertebra. Altra bandiera rossa esposta nella prima speciale di oggi, la numero 8: questa volta il protagonista inatteso del botto è stato Juraj Sebalj. Il pilota di casa, dato tra i favoriti di questo appuntamento, ha sbagliato l'ingresso di una "esse" in un tratto veloce, finendo con la sua Skoda Fabia contro la banchina, danneggiandola irreparabilmente. Un vero peccato per Sebalj, che aveva vinto la PS1, poi era scivolato in 16a piazza per un set-up sbagliato nella PS2, ed infine era riuscito a risalire fino al 5° posto, con possibilità di rimontare ancora. Ora due settimane di stop, poi Europeo Rally che farà tappa nel nostro paese, quando il 10-11-12 Ottobre, a Sanremo, è previsto il penultimo appuntamento di questo campionato.

ERC CROAZIA - Classifica Finale

Classifica Piloti

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Piloti Andreas Aigner
Articolo di tipo Ultime notizie