Kajetanowicz: "Alle Azzorre bisogna improvvisare"

condividi
commenti
Kajetanowicz:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
02 giu 2015, 13:09

Il polacco non vede l'ora di mettersi al volante della sua Fiesta R5 e gustarsi le bellezze dell'isola di São Miguel.

Kajetan Kajetanowicz ha davanti a sè un’altra grande sfida: il Rally SATA delle Azzorre ERC.

Assieme al co-pilota Jarek Baran, il polacco si presenta sull’isola portoghese da 2° in classifica, dove ha 3 punti di ritardo dal leader, Craig Breen. Il pilota del LOTOS Rally Team è molto determinato a conquistare un altro bel risultato con la sua Fiesta R5, anche se le difficoltà dei percorsi, come ad esempio la mitica “Sete Cidades”, saranno una “grande avventura che non garantirà nulla di certo.”

“L’anno scorso ho debuttato al Rally delle Azzorre con il LOTOS Rally Team, oggi so cosa mi aspetta e non vedo l’ora di tornarci – ha detto “Kajto” – Sono veramente impaziente, faccio il conto alla rovescia per il via. Le Speciali sono stupende e molto impegnative, con strade strette dove il grip cambia in continuazione; queste cose purtroppo non si possono segnare nel radar, quindi devi essere bravo ad improvvisare e adattarti bene ad ogni evenienza. E’ molto difficile mantenere alto il livello di concentrazione, non solo per le bellezze del paesaggio che ci circonda, ma per il ritmo in costante cambiamento lungo ogni Prova. E’ per questo che è l’evento più duro del calendario ERC. Andare forte alle Azzorre è come avventurarsi in una strada che non conosci. Partecipare a questo rally ti fa capire quanto vale la pena lavorare duramente per poi divertirti alla guida, le strade di São Miguel sono davvero mozzafiato.”

Prossimo articolo ERC

Su questo articolo

Serie ERC
Piloti Kajetan Kajetanowicz
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Ultime notizie