Wiegand: "Giochiamoci il Titolo, ma no sciocchezze"

condividi
commenti
Wiegand:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
27 ott 2014, 11:48

Al tedesco servirà un miracolo per beffare Lappi in una lotta tutta di marca Škoda Motorsport.

Wiegand:

Ormai è l'unico che può insidiare Esapekka Lappi nella lotta al Titolo ERC, ma Sepp Wiegand ci vuole provare ugualmente. Il pilota della Škoda Motorsport è a -34 dal suo compagno di squadra, al quale avrebbe potuto rosicchiare qualcosa, se al Rallye International du Valais non fosse incappato in qualche ostacolo di troppo.

Il tedesco, dopo aver chiuso la prima giornata in testa, ha sbagliato la scelta delle gomme venerdì, perdendo ulteriormente tempo per via di una foratura e di problemi allo sterzo. Il quarto podio stagionale arriva grazie al ritiro di Kajetanowicz e Wiegand non si nasconde nella sua analisi post-gara, facendo il mea culpa.

Bene Sepp, il terzo posto ti mantiene in lizza per il Titolo ERC. Immaginiamo, però, che sarai deluso per non aver vinto, dopo aver chiuso in testa giovedì...
"Sì perché questo rally era iniziato molto bene per noi. Pensavo che sarebbe potuto continuare così, invece no. Il secondo giorno abbiamo sbagliato la scelta delle gomme, troppo conservativa, che ci ha fatto perdere tempo. Al pomeriggio abbiamo provato ad attaccare, ma la foratura ci ha fatto scivolare al quarto posto con ulteriore tempo perso. Non è stata una gara positiva per noi, ma volevamo prendere punti importanti in ottica campionato. Anche l'ultimo giorno ci sono stati problemi, sui freni in particolare, e nelle parti sterrate la difficoltà è aumentata, dato che c'era bagnato. E' stata dura e, onestamente, era impossibile riprendere Kajetanowicz, ci è andata bene che si è ritirato. Mi dispiace per lui perché stava facendo una bella gara. Noi siamo stati sfortunati, ma altri lo sono stati più di noi, quindi posso dirmi felice."

Hai finito a podio nonostante fossi al debutto qui; quanto è stato duro questo rally per te, considerando anche le condizioni meteo molto mutevoli?
"E' stato molto difficile, è successo di tutto. Avevamo parti asciutte, bagnate, ghiacciate, sterrate...insomma, tutto ciò che puoi incontrare in Svizzera. Sinceramente non ho gran esperienza su asfalto bagnato, ho fatto solo un rally sotto l'acqua. In generale è stato bello, era la prima volta che guidavo su sterrato con set-up da asfalto. Ho imparato molto da questa esperienza, se dovessi tornare qui il prossimo anno sono certo che la sfrutterò."

Cosa farai in Corsica, spingerai a fondo fin dall'inizio?
"No, proveremo a spingere, ma sempre pensando al campionato. Vincere sarebbe bello, ma non bisogna correre il rischio di finire fuori e perdere tutto. Dobbiamo essere intelligenti e provare ad essere veloci senza fare sciocchezze."

Prossimo articolo ERC
Crugnola: "Finalmente la vittoria! Ma il Titolo..."

Previous article

Crugnola: "Finalmente la vittoria! Ma il Titolo..."

Next article

Breen porta la 208 T16 al traguardo dopo 209 giorni!

Breen porta la 208 T16 al traguardo dopo 209 giorni!

Su questo articolo

Serie ERC
Piloti Sepp Wiegand
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Ultime notizie