Azzorre: 1° Kopecky, poi Breen e Moura. Kubica sesto

Azzorre: 1° Kopecky, poi Breen e Moura. Kubica sesto

Termina un rally difficile e impegnativo per i concorrenti, alle prese con un meteo da dimenticare

Jan Kopecky su Skoda Fabia S2000 ha vinto il Rally delle Isole Azzorre. Il pilota della Repubblica Ceca bissa così il successo ottenuto un mese fa sempre su isola (in quel caso erano le Canarie). I tre giorni dell'evento sono stati durissimi per tutti i concorrenti: fin dal loro arrivo in terra portoghese (mercoledì) il meteo è stato pessimo, con la nebbia che non consentiva di riuscire a vedere anche a distanze brevi (5-6m). In più ci si è messa pure la pioggia che ha rovinato il fondo sterrato su cui si è corso, al punto che i giudici di gara sono stati costretti ad annullare ben due Prove Speciali (la 1 e la 12) e ad accorciare la PS2. Inoltre gli organizzatori hanno dovuto mobilitare gli operai, che con ruspe e altri mezzi hanno lavorato nella notte per riassestare i percorsi e garantire lo svolgimento della competizione. Kopecky ha condotto una gara perfetta senza particolari errori e ha approfittato per la seconda volta dei guai avuti dal suo amico Robert Kubica. Il polacco, alla guida della Citroen DS3 RRC, ha concluso al sesto posto in classifica generale, ma fin dall'inizio era stato in testa vincendo 4 delle prime 5 Speciali. Poi un errore nell'ultima tratta del venerdì lo ha fatto scivolare in classifica: Kubica ha sbagliato una curva e, urtando la banchina, si è cappottato danneggiando parecchio l'auto che è stata rimessa in sesto dai meccanici nella notte, in tempo per sabato. Questo episodio ha fatto sì che l'ex pilota di F1 guidasse con molta prudenza nelle restanti speciali, con il solo scopo di fare esperienza in una competizione a lui totalmente nuova. Craig Breen ancora una volta è giunto secondo: lui stesso aveva dichiarato di essere un po' "annoiato" da questa piazza, perchè il suo scopo è correre per vincere. Bisogna però dire che l'irlandese è stato molto costante e competitivo nelle sue prestazioni e lo svantaggio accumulato è soprattutto causa di due sfortunate forature nelle battute iniziali del rally. Per la gioia dei tifosi locali, la terza posizione è stata conquistata da Ricardo Moura al volante della Skoda Fabia S2000. Il portoghese è stato a lungo protagonista di un bellissimo duello sul filo dei secondi con gli altri due connazionali, Bruno Magalhaes (Peugeot 207) e Bernardo Sousa: quest'ultimo, dopo aver vinto due Speciali, si è dovuto ritirare per problemi alla sua Ford Fiesta RRC. Magalhaes invece ha sofferto nel finale per un set-up sbagliato sulla sua vettura, ma da pilota di un team privato si è detto felice di aver concluso una gara davvero difficile. Buon quinto posto finale di Jérémy Ancian con la vettura gemella di Breen, ma soprattutto ottimo settimo posto per il pilota italiano Alessandro Bruschetta (Subaru Impreza) che ha approfittato anche dei guai altrui per entrare nella Top10, rimanendoci meritatamente. In extremis ha chiuso decimo anche l'altro italiano in gara, Marco Tempestini (Subaru Impreza R4) Il prossimo appuntamento con L'Europeo Rally sarà fra tre settimane, dal 16 al 18 Maggio in Francia.

ERC - Rally Delle Isole Azzorre - Classifica Finale

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Piloti Robert Kubica , Craig Breen
Articolo di tipo Ultime notizie