Non c'è 2 senza 3: Breen trionfa anche alle Azzorre!

Non c'è 2 senza 3: Breen trionfa anche alle Azzorre!

Il pilota Peugeot centra il terzo trionfo '15 davanti al grande Kajetanowicz e Moura. Successi per Butvilas e Ingram

Non c'è due senza tre. E infatti Craig Breen non se lo è fatto ripetere, andando a conquistarsi meritatamente anche il Rally delle Azzorre, quarto round dell'ERC, dopo aver trionfato in Lettonia e Irlanda del Nord.

Il pilota della Peugeot Rally Academy è in stato di grazia e ha corso una gara spettacolare sui fantastici sterrati dell'isola portoghese. Come la maggior parte delle gare ERC di quest'anno, però, le battaglie per il successo non sono mancate e anche in questa occasione l'avversario principale dell'irlandese è stato un grande Kajetan Kajetanowicz (Ford Fiesta R5-Lotos Rally Team), che le ha provate tutte pur di battere la 208 T16 ufficiale, ma che alla fine conlcude sulla piazza d'onore e migliore dei piloti privati, guadagnandosi anche il premio in denaro messo in palio da Eurosport.

Dopo essersi scambiati le posizioni in testa più volte, Breen ha messo una distanza di sicurezza fra sè e il polacco nelle ultime Speciali di oggi, sfruttando la scelta di gomme Michelin dure, a differenza di Kajetanowicz, che ha montato Pirelli morbide. Il vincitore conclude con ben 12 successi cronometrici (e la "Pole" nella Speciale di Qualifica), mentre a "Kajto" ne vanno 4.

Il podio viene completato dall'ottimo Ricardo Moura, che era al volante della Fiesta R5 utilizzata da Kajetanowicz in Irlanda e acquistata recentemente dal Lotos Rally Team. Il portoghese ha vinto la PS12 di stamattina, ma è rimasto spettatore della lotta fra i due "mostri sacri" che lo hanno preceduto, anche perché la sua vettura ha accusato problemi ai freni ripetutamente. La terza piazza, però, non è mai stata messa in discussione, visto che Bruno Magalhães (208 T16) ha terminato quarto e lontanissimo.

Robert Consani ha concluso quinto il suo primo rally sterrato con la Citroën DS3 R5, combattendo a lungo con la DS3 R5 di José Pedro Fontes, giunta sesta al traguardo. Buon settimo posto invece per Fiesta RRC di Sam Moffett. A punti vanno anche Jaroslav Orsák (migliore ŠKODA Fabia S2000, nono) e Charles Martin (208 T16, decimo).

In Classe ERC2 la gara ha visto il dominio assoluto di Dominykas Butvilas (Subaru Poland Rally Team); il lituano si è classificato ottavo assoluto, ma in categoria non ha praticamente avuto rivali, avendo piazzato la sua WRX STI in vetta alla graduatoria dei tempi in 11 occasioni. Al secondo posto troviamo Dávid Botka (Lancer), sofferente per qualche noia di troppo alla sua Mitsubishi (ma primo nelle PS6 e 8), mentre terzo si è piazzato Vojtěch Štajf (Subaru Duck Czech National Team) con la WRX STI, al primo rally sterrato della sua lunghissima carriera (e vincitore della PS14 in Classe). Grande amarezza per Luis Rego (Mitsubishi Lancer Evo IX), alle spalle di Butvilas fino alla PS17, nella quale è incappato in una foratura che lo ha fatto sprofondare giù dal podio di categoria e fuori dalla zona punti. Il portoghese aveva anche vinto 3PS.

In Classe ERC Junior, finalmente, agguanta la prima vittoria Chris Ingram (208 R2); il britannico della Peugeot UK aveva inseguito a lungo il successo in categoria e alle Azzorre ha dimostrato ciò che vale, concludendo con il miglior crono 5 PS e gestendo strada facendo il vantaggio accumulato. Il ragazzo di Manchester ha anche approfittato dei problemi in cui sono incappati i suoi avversari, e ha preceduto il pilota di casa Diogo Gago (208 R2-Peugeot Rally Academy), al primo podio in Classe e primo in 3 PS, e un ottimo Steve Røkland (208 R2). Grande delusione per Emil Bergkvist, vincitore di 3 PS e sempre in Top3 fino a quando il cambio della sua Opel Adam R2 non ha iniziato a singhiozzare (PS15), facendolo retrocedere in classifica.

Il rally ha perso alcuni protagonisti: il primo ad abbandonare le scene è stato Josh Moffett, che ha sbattuto nella PS4 danneggiando la sospensione posteriore destra della sua Fiesta RRC proprio mentre era 4°. La temibile "Sete Cidades" ha invece tradito Antonín Tlusťák, che aveva portato la sua Škoda Fabia S2000 in Top10, Jean-Michel Raoux (Fiesta R5) e João Barros (Fiesta R5), oltre che i giovani Jon Armstrong e Łukasz Pieniążek. La Classe Junior ha perso anche Ralfs Sirmacis nella PS12, con il lettone che era stato a lungo in lotta per le posizioni di vertice nella Prima Tappa, vincendo la PS8. Fuori pure il nostro Giacomo Costenaro (207 S2000) che ha sbattuto nella PS10 mentre era in Top10.

L'ERC ritornerà a fine mese, quando dal 25 al 27 giugno andrà in scena il Rally di Ypres, sulle bellissime stradine della campagna belga.

Classifiche del Campionato Europeo Rally FIA 2015

ERC AZZORRE - PS17

ERC AZZORRE - Classifica FINALE

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Piloti Craig Breen , Ricardo Moura , Christopher Ingram , Dominykas Butvilas , Kajetan Kajetanowicz
Articolo di tipo Ultime notizie