Estonia, PS10: Arriva la pioggia, ma Tänak non molla

condividi
commenti
Estonia, PS10: Arriva la pioggia, ma Tänak non molla
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
19 lug 2014, 12:59

Un violento acquazzone soprende i piloti a metà percorso, ma tutto resta invariato, con Kõrge e Lukyanuk 2° e 3°.

Ricominciano le ostilità sulle strade sterrate di Otepää e Tartu, dove va in scena la Seconda e ultima Tappa del Rally dell'Estonia, settimo round stagionale del Campionato Europeo.

Visto lo strapotere di Ott Tänak (8 vittorie su 9 ieri), qualcuno deve aver invocato la famosa nuvoletta carica di pioggia di fantozziana memoria, visto che a metà della "Rimmi" (e contro ogni previsione) un violentissimo acquazzone si è abbattutto sul percorso. L'estone della Ford Fiesta R5-MM Motorsport, pur sorpreso, ha continuato a spingere e si è portato a casa anche questa Speciale, estendendo il proprio vantaggio sul compagno di squadra Timmu Kõrge a 46"5.

Da segnalare che Tänak ha pure sostituito la pompa del carburante che gli aveva fatto temere il peggio, dato che prima della "Tartu City" di ieri sera una spia d'emergenza si era accesa sul suo cruscotto. Gli uomini del team di Markko Martin hanno sostituito il pezzo difettoso questa mattina al Parco Assistenza e il biondino è potuto tornare in azione senza pensieri.

Pur restando terzo in graduatoria, si stacca leggermente Alexey Lukyanuk. Il russo della Mitsubishi Lancer Evo X-EAVM RPM, leader della Classe Production Car Cup, si trova a 6"7 dalla piazza d'onore, ma ha incrementato sulla Lancer Evo IX di Rainer Aus.

Esapekka Lappi, pensando soprattutto al campionato, non esagera, ma con il quinto crono in Speciale si porta a 16"3 da Aus. Il finlandese precede sempre la Škoda gemella di Sepp Wiegand, ora incalzato dalla Peugeot 208 di Karl Kruuda, che ha dovuto sostituire un cavetto di alimentazione sulla sua vettura.

Vicinissimo al pilota di casa c'è il connazionale Siim Plangi, ottavo con la 208 T16 ufficiale, mentre Roland Murakas lo segue con la sua Lancer Evo X.

Torna in Top10 Sébastien Chardonnet, dopo aver iniziato la prova in 11a posizione a causa della penalità di 40" inflittagli dai commissari di gara. Nell'ultima Speciale di ieri, infatti, il francese aveva tardato l'avvio dopo essersi accorto di avere l'anteriore sinistra della sua Citroen DS3 R5 afflosciata; il transalpino è sceso velocemente dall'auto, per sostituire la ruota, ma anche il cric ha dato alcuni problemi e, nonostante l'aiuto del co-pilota Thibault de la Haye, l'operazione ha richiesto oltre 4', facendolo arrivare inevitabilmente in ritardo alla partenza della Prova.

In 2WD continua la fuga di Sander Parn con la Fiesta R2, mentre Fabio Andolfi (Peugeot 208 R2) si avvicina al quarto posto occupato da Eli Evans (Honda Civic Type R-JAS Motorsport).

ERC ESTONIA - Classifica PS10

Prossimo articolo ERC
Estonia, PS8-9: Percorso (quasi) netto per Tänak

Articolo precedente

Estonia, PS8-9: Percorso (quasi) netto per Tänak

Articolo successivo

Estonia, PS11: Lukyanuk c'è, Tänak suda freddo

Estonia, PS11: Lukyanuk c'è, Tänak suda freddo
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie ERC
Piloti Ott Tanak , Timmu Kõrge , Alexey Lukyanuk
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Ultime notizie