Cipro, Qualifica: Kajetanowicz bene, Al-Attiyah no

Cipro, Qualifica: Kajetanowicz bene, Al-Attiyah no

Il polacco precede Al-Rajhi e Consani. Breen quinto, la Fiesta RRC del pilota del Qatar ha problemi di motore.

Il Campionato Europeo Rally torna nel sud-est del Vecchio Continente, dopo che a marzo si è svolto il Rally dell'Acropoli, in Grecia.

Stavolta i concorrenti dell'ERC, giunti al nono round stagionale, sono uniti a quelli del Campionato Medio-Orientale per il Rally di Cipro, gara molto insidiosa classificata come sterrata, ma che presenta anche diversi tratti asfaltati. Per la precisione, 82,98Km (il 35,76%) saranno su quest'ulitmo tipo di fondo, mentre 149,04Km (il 64,24%) si svolgeranno su terra.

Oggi i piloti prioritari FIA/ERC si sono presentati Potamia per la Prova Speciale di Qualifica, dove i migliori avranno la possibilità di scegliere per primi in che posizione partire per la Prima Tappa dell'evento, che ha base a Nicosia.

Sotto una fastidiosa pioggia, Kajetan Kajetanowicz (Ford Fiesta R5) ha completato i 4,47Km di percorso in 2'56"897, risultando il migliore di tutti.

Alle sue spalle si piazza Yazeed Al-Rajhi (Fiesta RRC): il pilota dell'Arabia Saudita è stato 208 millesimi più lento del polacco della LOTOS Rally e ha preceduto un sorprendente Robert Consani (+0.981), terzo con la Peugeot 207 S2000 della Delta Rally, della quale il francese si è detto molto soddisfatto.

Quarto Khalid Al-Qassimi con la Citroën DS3 RRC della Abu Dhabi Racing, davanti alle Peugeot 208 T16 dell'ufficiale Craig Breen (Peugeot Rally Academy) e Bruno Magalhães. L'irlandese, uno dei grandi favoriti, si è detto abbastanza soddisfatto, anche se un piccolo problema al via lo ha fatto preoccupare leggermente. Il portoghese Magalhães, invece, ha lamentato il malfunzionamento della valvola pop-off durante le Prove Libere di stamattina.

Al settimo posto troviamo Jaroslav Orsák (Škoda Fabia S2000-Orsák Rallysport), fresco del quarto assoluto al Rally di Zlín, in casa sua, mentre Vitaliy Pushkar (Mitsubishi Lancer Evo X) ha vinto la battaglia fra i piloti della Classe Production Car Cup, avendo preceduto Martin Hudec (Lancer Evo IX) per soli 12 millesimi.

Antonín Tlusťák chiude la Top10 con la sua Škoda Fabia S2000.

Chi invece mastica amarissimo fin da subito è Nasser Al-Attiyah. Il veterano del Qatar, tre volte vincitore dell'evento e favorito anche per questa edizione, ha dovuto procedere molto lentamente per tutta la tratta.

"A 500m dal via il motore si è ammutolito improvvisamente - ha spiegato il pilota della Ford Fiesta RRC - Credo ci siano problemi con la centralina perchè a temperature fredde si riaccende. Meglio comunque che sia successo oggi e non domani. Ora vedremo di risolvere tutto."

Al-Attiyah è arrivato al traguardo in 29'51"665: certamente, questo week-end non è iniziato nel migliore dei modi per il 47enne di Doha. "In effetti, durante l'ultimo run delle Prove Libere, avevo avvertito che il motore non girava bene - ha proseguito - E' un vero peccato perchè avrei voluto fare le Qualifiche a velocità alta, davanti a tutti questi tifosi. Se domani dovessimo essere i primi ad entrare in azione ci toccherà spingere parecchio."

Il rally inizierà domani con una SuperSpeciale per le strade di Nicosia: il percorso scelto attraverserà tutta la città, toccando anche le vie della zona-cuscinetto controllata dalle Nazioni Unite, nell'area greco-turco-cipriota. Sabato e domenica si proseguirà con altre 14 Prove Speciali, sempre su fondo misto.

ERC CIPRO - Qualifying Stage

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Piloti Yazeed Al-Rajhi , Robert Consani , Kajetan Kajetanowicz
Articolo di tipo Ultime notizie