Breen porta la 208 T16 al traguardo dopo 209 giorni!

condividi
commenti
Breen porta la 208 T16 al traguardo dopo 209 giorni!
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
27 ott 2014, 11:36

Il secondo posto al Valais non gli consente di lottare acora per il Titolo, ma l'irlandese della Peugeot è soddisfatto

Non sono bastate 9 vittorie in Speciale (su 19) a Craig Breen per portarsi a casa il successo al Rallye International du Valais. L'immancabile sfortuna ha fatto visita all'irlandese anche in Svizzera, forandogli una gomma nella PS2 e facendogli perdere oltre 1' dalla vetta.

Il pilota della Peugeot Rally Academy, ancora una volta, ha dimostrato di essere un combattente puro, risalendo rapidamente la china con la sua 208 T16, che per una volta ha resistito fino al traguardo senza rompersi (chiedere, invece, al suo compagno di squadra Kevin Abbring...).

Il secondo posto non è sufficiente per restare in lizza per il Titolo ERC, ma Breen si è mostrato ugualmente molto soddisfatto per aver finito una gara dell'Europeo con la nuova R5 del Leone, cosa che non riusciva a fare da 209 giorni.

Complimenti Craig, alla fine sei riuscito a tornare sul podio. Soddisfatto, per te, è una parola grossa?
"No, no. E' stato un week-end fantastico per noi, siamo stati velocissimi. E' chiaro che la foratura di giovedì ha gettato nello sconforto tutti, abbiamo perso 1'10" ed eravamo delusi tantissimo. Abbiamo tirato fuori il nostro spirito combattivo, dovevamo provare a vincere più Speciali possibili per rientrare in corsa e dimostrare a tutti che potevamo farcela. Alla fine siamo finiti sul podio col secondo posto, ma soprattutto abbiamo concluso la gara, cosa che non facevamo da un paio di mesi. Debbo ringraziare tutte le persone che mi sono state vicino. Ho un team fantastico e la cosa promette bene per il finale di stagione.

Senza la foratura di giovedì avresti potuto vincere secondo te?
"Assolutamente sì, al 150%. Nella maggior parte delle Speciali le nostre velocità erano fra le migliori, così come i tempi. Credo che avremmo potuto lottare più o meno ai livelli di Kevin, il quale oggi è andato molto forte. Penso proprio che avremmo potuto farcela. Siamo stati sfortunati, ma meno delle altre volte, quindi guardiamo le cose nel complesso in modo positivo."

Ormai sei tagliato fuori dalla lotta per il Titolo ERC; pensi comunque di poter vincere in Corsica?
"Non è che abbia molta voglia di pensarci, ma sono un po' dispiaciuto. Comunque, guardando i tempi, penso che ce la potremo fare. I nostri piani non cambiano, dobbiamo continuare a pensare alla vittoria e a raggiungere il traguardo in tutti i modi possibili. Mi dispiace per come è andata, ma continuerò a fare come sempre."

Breen, grazie alle ottime performance, ha vinto anche il prestigioso Colin McRae ERC Flat Out Trophy, premio che va a chi, durante ogni rally dell'ERC, ha mostrato di saper incarnare lo spirito del leggendario pilota.

"E' un piacere davvero immenso - ha detto Breen mentre ritirava il premio dalle mani di Jean-Pierre Nicolas (Sporting Manager dell'ERC) a Sion - Ho passato sei mesi difficili, ma sono finalmente riuscito a terminare una gara e a tornare sul podio. Ricevere questo trofeo è un grande riconoscimento in questo week-end fantastico. Abbiamo mostrato ottime velocità, è bello sapere di aver incarnato lo spirito di questo grande pilota."

Prossimo articolo ERC
Wiegand: "Giochiamoci il Titolo, ma no sciocchezze"

Previous article

Wiegand: "Giochiamoci il Titolo, ma no sciocchezze"

Next article

Lappi: "Il Titolo? Non è ancora vinto, ma quasi..."

Lappi: "Il Titolo? Non è ancora vinto, ma quasi..."

Su questo articolo

Serie ERC
Piloti Craig Breen
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Ultime notizie