Azzorre, PS5: tempone di Lukyanuk che è già in fuga

condividi
commenti
Azzorre, PS5: tempone di Lukyanuk che è già in fuga
Di:
22 mar 2019, 11:49

Il pilota della Saintéloc è un missile nella spettacolare Sete Cidades e Moura si ritrova a 20"1, mentre sbagliano Loubet ed Ingram perdendo posizioni. Habaj sale terzo, Griebel riprende la Top5, scivola indietro Magalhães.

Alexey Lukyanuk dà il primo serio strappo a tutti nell'Azores Rallye firmando un crono clamoroso al termine dei 24,17km della meravigliosa PS5 "Sete Cidades", che si svolge attorno ad un lago sorto nel cratere di un vulcano estinto.

Il Campione in carica del FIA European Rally Championship ha allungato sensibilmente in classifica portando la sua Citroën C3 R5 a +20"1 sulla ŠKODA Fabia R5 di Ricardo Moura, il quale ha perso 11" nei confronti del russo portacolori di Saintéloc Racing giungendo terzo.

Davanti al portoghese in prova si è piazzato l'ottimo Łukasz Habaj al volante della ŠKODA Fabia R5 preparata dalla Sports Racing Technologies, il quale approfitta dei guai in cui sono incappati Pierre-Louis Loubet e Chris Ingram per salire sul terzo gradino del podio virtuale a 24"3 dal leader.

Il francese del Team OSCARO/2C Compétition e l'inglese della Toksport WRT sono finiti entrambi in testacoda con le rispettive ŠKODA Fabia R5; pur restando al primo e secondo posto della Classe ERC1 Junior, fra i due in classifica assoluta si piazza al quinto posto Marijan Griebel, nuovamente nervoso per problemi al motore che tagliano potenza alla Volkswagen Polo R5 della Baumschlager Rallye & Racing.

Le cose non sono andate affatto meglio per Bruno Magalhães (Team Hyundai Portugal), la cui Hyundai i20 R5 ha sofferto il fatto che il portoghese abbia montato gomme usate al posteriore. L'auto era a suo dire molto nervosa e l'idolo locale si è ritrovato addirittura in discesa fino al decimo posto della graduatoria generale.

Di tutto ciò ringraziano il suo connazionale Luis Rego (ŠKODA Fabia R5), Norbert Herczig con l'altra Volkswagen Polo R5 della Baumschlager Rallye & Racing griffata MOL Racing Team, e Ricardo Teodósio (ŠKODA Fabia R5), i quali lo hanno scavalcato.

Nuovamente in palla anche Alexandros Tsouloftas, che ha portato la seconda ŠKODA Fabia R5 della Toksport WRT undicesima a 21" dalla zona punti e in Top3 in Classe ERC1 Junior, dove Pedro Almeida (ŠKODA Fabia R5 - ARC Sport) ha dovuto alzare bandiera bianca per incidente. Dodicesima la Citroën C3 R5 di Bernardo Sousa (Raly/Autoaçoreana Racing), su cui incombono 10" di penalità per ritardo al controllo cronometrico, seguita da Miguel Correia (Ford Fiesta R5).

In Classe ERC2 la Mitsubishi Lancer Evo X condotta da Sergei Remennik (RPM) ha ora un solidissimo vantaggio di su quella di Juan Carlos Alonso, dato che l'argentino ha forato nuovamente e rotto pure frizione e trasmissione, crollando mestamente ad oltre 6' dal russo.

In Classe ERC3 Junior ancora sugli scudi Efrén Llarena con la Peugeot 208 R2 del Rallye Team Spain, ma stavolta lo spagnolo si è visto ridurre ad 11"1 il distacco da Pedro Antunes (FPAK Portugal Team ERC), mentre il miglior crono lo ha ottenuto Elias Lundberg (ADAC Opel Rally Junior Team) con la Opel Adam R2 ufficiale superando la 208 di Sindre Furuseth (Saintéloc Junior Team) nella lotta per il terzo posto.

ERC - Azores Rallye: PS5

Articolo successivo
Azzorre, PS4: Lukyanuk firma il poker, Moura supera Loubet ed è secondo

Articolo precedente

Azzorre, PS4: Lukyanuk firma il poker, Moura supera Loubet ed è secondo

Articolo successivo

Azzorre, PS6: Lukyanuk stalla al via, Loubet vince e tenta di recuperare il podio

Azzorre, PS6: Lukyanuk stalla al via, Loubet vince e tenta di recuperare il podio
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie