Azzorre, PS14: clamorosa foratura per Lukyanuk, il nuovo leader è Habaj

condividi
commenti
Azzorre, PS14: clamorosa foratura per Lukyanuk, il nuovo leader è Habaj
Di:
23 mar 2019, 17:04

Ad una PS dalla fine, quando ormai tutto sembrava deciso, il russo è incappato nella peggiore delle sfortune e scivola terzo dietro al polacco, incalzato da Moura. Testacoda per Ingram, Magalhães mantiene la Top5 davanti a Teodósio.

Quando ormai tutto sembrava deciso, ecco il clamoroso colpo di scena: Alexey Lukyanuk è incappato nella foratura dell'anteriore destra sulla sua Citroën C3 R5 perdendo la leadership dell'Azores Rallye.

Incredibile sfortuna per il pilota della Saintéloc Racing, che stava gestendo l'ormai ampio vantaggio accumulato in questo primo round del FIA European Rally Championship. Il russo ha visto sgonfiarsi la gomma dopo appena 5km della ripetizione della PS "Graminhais", che però era di 24,03km; questo chiaramente lo ha rallentato parecchio, tanto da arrivare al traguardo con 1'28" di ritardo dal vincitore, Ricardo Moura.

Ora Lukyanuk si ritrova al terzo posto della classifica generale con 40"9 da recuperare al nuovo leader, Łukasz Habaj, che con la ŠKODA Fabia R5 della Sports Racing Technologies balza al comando con 18"6 da gestire su quella di Moura quando mancano solamente i 21,99km della "Tronqueira" in programma.

Resiste al quarto posto Chris Ingram con la ŠKODA Fabia R5 della Toksport WRT, seppur l'inglese, ancora primo in ERC1 Junior, sia andato ancora in testacoda facendo spegnere il motore e perdendo ulteriore tempo. Se da un lato questo significa essere a 5"2 dal podio assoluto, dall'altro ci sono comunque 57"5 di margine sull'ottimo Bruno Magalhães, il quale ha portato la Hyundai i20 R5 del Team Hyundai Portugal terza in prova - nonostante il malfunzionamento dei tergicristalli - consolidando la Top5 davanti alla ŠKODA Fabia R5 di Ricardo Teodósio.

Il portoghese dovrà fare attenzione a non commettere errori nel finale, dato che Marijan Griebel si è rifatto sotto portando la Volkswagen Polo GTI R5 della Baumschlager Rallye & Racing a 12" da lui.

Tutto invariato a seguire, con Alexandros Tsouloftas (ŠKODA Fabia R5 - Toksport WRT) sempre ottavo e secondo in ERC1 Junior davanti a Bernardo Sousa con la Citroën C3 R5 della Raly/Autoaçoreana Racing e a Vojtěch Štajf sulla ŠKODA Fabia R5 dell'ACCR Czech Rally Team/Racing21. Miguel Correia mantiene la Ford Fiesta R5 dell'ARC Sport terza in Classe ERC1 Junior.

In Classe ERC2 non ci sono cambiamenti, con Juan Carlos Alonso e la sua Mitsubishi Lancer Evo X comodamente davanti a quella di Sergei Remennik (RPM).

In Classe ERC3 Junior ormai è tutto deciso, con Efrén Llarena (Rally Team Spain - Peugeot 208 R2) che ha 43"2 sulla 208 di Sindre Furuseth (Saintéloc Junior Team) e 1'13"2 sulla Opel Adam R2 di Elias Lundberg (ADAC Opel Rallye Junior Team), mentre Pedro Antunes (FPAK Portugal Team ERC) ha vinto la prova e tenterà la disperata rimonta al podio nell'ultima tratta.

ERC - Azores Rallye: PS14

Articolo successivo
Azzorre, PS13: Teodósio si conferma velocissimo, errore per il leader Lukyanuk

Articolo precedente

Azzorre, PS13: Teodósio si conferma velocissimo, errore per il leader Lukyanuk

Articolo successivo

Łukasz Habaj centra la prima vittoria nell'ERC alle Azzorre, amarissimo K.O. per Lukyanuk

Łukasz Habaj centra la prima vittoria nell'ERC alle Azzorre, amarissimo K.O. per Lukyanuk
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie