Acropoli, PS10-11: Primo centro per Tarabus

Acropoli, PS10-11: Primo centro per Tarabus

Breen incrementa su Bouffier, che stacca Kajetanowicz. Posizioni quasi "congelate", la prudenza la fa da padrone.

Comincia a delinearsi una bozza di quella che potrebbe essere la classifica finale del Rally dell'Acropoli, terza prova del Campionato Europeo. I piloti hanno corso nuovamente sull'asfalto per i 1180m della Super Speciale sulle rive del Golfo di Corinto, vinta da Jaromir Tarabus con la Skoda Fabia S2000 della Kresta Racing. Il ceco si porta a casa la sua prima Prova dell'annata 2014, andando a riprendersi l'8a piazza assoluta in classifica generale, davanti a Jean-Michel Raoux (Peugeot 207 S2000). Successivamente gli equipaggi sono tornati allo sterrato: in vetta c'è sempre Craig Breen con la Peugeot 208 T16 R5, seguito a 18"3 da Bryan Bouffier (Citroen DS3 RRc-PH Sport) e da Kajetan Kajetanowicz (Ford Fiesta R5), ora più staccato a 29"5 dal leader. Breen ha vinto la PS11 "Klenia-Mycenae", guadagnando qualche secondo prezioso sugli inseguitori e, al traguardo, si è detto molto concentrato per raggiungere una vittoria che sogna da tempo. Bouffier invece ha respinto, forse in modo decisivo, gli attacchi di Kajetanowicz, ma non abbassa la guardia, consapevole che mancano ancora due Speciali molto lunghe e difficili al termine della gara. Sembra invece un po' rassegnato Esapekka Lappi, virtualmente inattaccabile al quarto posto: il pilota ufficiale Skoda non ha trovato il feeling giusto con la Fabia sul scivoloso sterrato greco. Alle sue spalle sta guidando molto prudentemente anche Bruno Magalhaes (Peugeot 207 S2000), desideroso di arrivare quanto prima al traguardo. Sesto Vasily Gryazin (Ford Fiesta S2000-SRT), che ha rischiato parecchio sbattendo contro un albero, seguito a distanza da Jaroslav Orsak, che ha ringraziato i suoi meccanici per aver rimesso a posto la sua Skoda Fabia S2000, arrivata nel Parco Assistenza di Loutraki con lo sterzo in disordine e un braccetto della sospensione rotto. Chiude la Top10 Antonin Tlust'ak (Skoda Fabia S2000), ma alle sue spalle continua a guadagnare terreno Giacomo Costenaro (Peugeot 207 S2000), ora a 18"2, ma incalzato dall'altra 207 di Robert Consani. Stringono i denti i leader della Classi Production Car Cup e 2WD: nella prima, Tibor Erdi sta subendo un prepotente rientro di Vitaly Pushkar (ora a 12"2), mentre nella seconda, Zoltan Bessenyey ha perdite d'acqua sulla sua Honda Civic Type R: l'ungherese è arrivato al Parco Assistenza completamente fradicio e piuttosto seccato, vista anche la rimonta di Simone Tempestini, che lo segue a 17"2 con la sua nuova Citroen DS3 R3T.

ERC GRECIA - Classifica PS10

ERC GRECIA - Classifica PS11

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Piloti Craig Breen , Bryan Bouffier , Jaromír Tarabus
Articolo di tipo Ultime notizie