Lotus Cup Italia: a Monza vincono Nespoli e Pegoraro

Lotus Cup Italia: a Monza vincono Nespoli e Pegoraro

Attimi di apprensione per il brutto incidente di Stabellini e Guastamacchia, ma stanno bene entrambi

Il terzo appuntamento della Lotus Cup Italia ha visto come principale protagonista... il caldo sahariano che ha attanagliato l’Autodromo di Monza nel weekend del 3-5 luglio. Nonostante ciò, i protagonisti della serie hanno lottato senza esclusione di colpi vedendo quali vincitori Franco Nespoli (Aggressive Team Italia) e il debuttante Lorenzo Pegoraro (Siliprandi Racing). Una menzione  particolare va a Davide Stabellini, rimasto coinvolto - insieme a Mauro Guastamacchia - in un bruttissimo incidente alla variante Ascari e dal quale è uscito fortunatamente incolume dopo un breve periodo di osservazione precauzionale dovuto all’impatto violento, dove però l’Elise ha dimostrato doti di sicurezza eccezionali.

GARA 1
Dopo sorpassi e controsorpassi, alla fine è stato Franco Nespoli (Aggressive Team Italia) a spuntarla ancora una volta e ad aggiudicarsi Gara 1 sul velocissimo circuito di Monza, conclusa un giro prima del previsto. Al via il poleman Pegoraro veniva sorpreso da Bioghini e da Nespoli, con i tre che ingaggiavano un duello senza esclusione di colpi, al quale si univano presto anche Guastamacchia e Pisani, decisamente più in forma rispetto alla giornata di ieri. Più indietro, Fumagalli aveva la meglio su Sauto, Fiore e Stabellini, con questi ultimi due anch’essi in lotta ravvicinata. Grisi, dopo un avvio guarding, riusciva a passare sia Ferraresi che Utzieri andando poi a caccia di Sauto. Con Biolghini che doveva ritirarsi anzitempo, la lotta al vertice non accennava a placarsi, complice anche un Pegoraro in difficoltà a causa di un vistoso danno a diffusore e scarico, che non gli permetteva di avere velocità in rettilineo. All’ultimo giro un brutto incidente tra Guastamacchia e Stabellini metteva fine anzitempo alla gara, con la vettura del team Essecorse che finiva per capovolgersi in piena accelerazione; la robustezza delle Lotus Elise Cup PB-R permetteva a entrambi di uscire indenni nonostante la violenza dell’impatto, soprattutto nel caso di Stabellini. Con la bandiera rossa che decretava la fine al giro precedente dell’incidente, la classifica vedeva vincitore Nespoli davanti al compagno Guastamacchia (doppietta per l’Aggressive Team Italia) mentre sul terzo gradino del podio chiudeva Eugenio Pisani (Siliprandi Racing); a seguire Fumagalli, ottimo quarto con una gran gara in rimonta, che precedeva Pegoraro, Fiore, Stabellini, Sauto, Grisi, Utzieri, Enrico Ferraresi, Bobbiese e Geminiani.

GARA 2
Una seconda manche più tranquilla ma di certo non avara di emozioni quella che si è vissuta a Monza nell’ambito del terzo round Lotus Cup Italia. Sotto un sole cocente, con oltre 37°C nell’aria, Gara 2 ha visto scontrarsi al vertice il leader del campionato, lo svizzero Franco Nespoli, con la giovane new entry del team Siliprandi Racing, Lorenzo Pegoraro; ed è stato proprio quest’ultimo a transitare per primo sotto la bandiera a scacchi, dopo l’attacco portato a termine nei confronti dello svizzero dell’Aggressive Team Italia nel corso del terzo giro. Sul gradino più basso del podio un grande Vincenzo Sauto, il veterano della Lotus Cup Italia, capace di tenere a bada per tutti i 25 minuti un mai domo Marco Fumagalli. Alle loro spalle il rientrante Coldani, che ha avuto la meglio su Fiore a poche tornate dal termine, Fabiani, Grisi (vittima del blocco del cambio nel corso dell’ultimo giro, dove ha perso la posizione in favore del ravennate), Zerbi, Utzieri ed Enrico Ferraresi. Non hanno preso il via in Gara 2 gli altri due alferi del team Essecorse, Davide Stabellini e Gianluca Geminiani, il primo a causa del violento incidente subito in Gara 1 mentre il secondo proprio in solidarietà dell’amico e compagno di squadra.

In classifca continua la leadership di Nespoli con 121 punti seguito dal compagno Guastamacchia (94) e il duo Pisani-Fabiani (84). Prossimo appuntamento per la Lotus Cup Italia sul circuito di Misano Adriatico fra undici giorni, nel week end del 18-19 luglio.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Endurance
Piloti Lorenzo Pegoraro , Franco Alberto Nespoli
Articolo di tipo Ultime notizie