Joël Camathias torna alle gare nella 24 Ore di Barcellona

condividi
commenti
Joël Camathias torna alle gare nella 24 Ore di Barcellona
06 set 2018, 22:57

Il pilota ticinese disputerà l'8 e 9 settembre la maratona catalana, gara della 24 Hours Series: condividerà la Mercedes AMG GT3 iscritta in Classe A6 AM dallo Swiss Team con Mauro Calamia e Christoph Lenz e l’italiano Roberto Pampanini.

Prima gara della stagione 2018 per Joël Camathias, dopo la mancata conferma, all’ultimo momento, del programma inizialmente previsto nella European Le Mans Series.

Il pilota ticinese disputerà infatti l'8 e 9 settembre la 24 Ore di Barcellona, gara della 24 Hours Series: condividerà la Mercedes AMG GT3 iscritta in Classe A6 AM dallo Swiss Team con Mauro Calamia e Christoph Lenz e l’italiano Roberto Pampanini.

La 24 Hours Series, creata nel 2008 dal gruppo neerlandese Creventic, si articola esclusivamente su corse endurance (di 24 o 12 ore) ed è aperta a un largo ventaglio di vetture GT e Turismo. La serie è cresciuta tantissimo negli ultimi anni, diventando una delle principali serie Endurance per equipaggi PRO-AM al mondo. 

Leggi anche:

“È davvero bello tornare a correre e ne sono felice! Questi ultimi mesi sono stati un po’ particolari, mi è mancata l’adrenalina delle corse, ma ho usato questo tempo per curare la forma fisica e vagliare altre possibilità. Ho ricevuto proposte, ma non ho voluto affrettarmi a correre per correre o partecipare a programmi già iniziati. Quest’occasione è un po’ diversa, è un evento una tantum, e sono felice di fare il mio rientro con lo Swiss Team, ua squadra ticinese, con sede a Balerna, che ha un bel curriculum, soprattutto nel Trofeo Maserati e nella Superstars”, ha dichiarato Joël Camathias.

“È un piacere tornare a correre con Mauro Calamia, con cui ho già corso nell’Italiano GT nel 2015, e sono impaziente di conoscere gli altri due compagni. Sarà la prima volta che corro con una Mercedes AMG: ho provato la macchina nei giorni scorsi a Franciacorta e mi ha fatto un’ottima impressione. Ha motore anteriore, per cui è assai diversa dalle Porsche che ho guidato negli ultimi anni, ma è molto piacevole da condurre, ha molta potenza e un’ottima trazione”.

E ancora: “Vado a Barcellona determinato a far bene, come sempre, ma senza attese precise, visto che non conosco la serie, ma so che ha raggiunto un ottimo livello e ha griglie corpose, e che sta attirando sempre più team e piloti di primo piano. Una 24 Ore è sempre ricca di variabili, ma questa circostanza non mi è nuova. Sono prontissimo ad affrontare questa esperienza inedita e vedere a che cosa può condurre…”. 

 

 

Prossimo articolo Endurance
La 6 Ore di Roma 2018 slitta di una settimana

Articolo precedente

La 6 Ore di Roma 2018 slitta di una settimana

Articolo successivo

Quasi... podio per Joël Camathias al rientro nella 24 Ore di Barcellona!

Quasi... podio per Joël Camathias al rientro nella 24 Ore di Barcellona!
Carica i commenti