Fässler: “Valutazioni errate, ma non meritavamo la vittoria!”

Scivolati dal primo al terzo posto, il quartetto di Nico Müller e Marcel ha patito le gomme slick. “Non credevamo venisse a piovere così rapidamente”, ha ammesso il tre volte re della 24 Ore di Le Mans.

Fässler: “Valutazioni errate, ma non meritavamo la vittoria!”
#5 Belgian Audi Club Team WRT, Audi R8 LMS: Marcel Fässler, Dries Vanthoor, Will Stevens
#5 Belgian Audi Club Team WRT, Audi R8 LMS: Marcel Fässler, Dries Vanthoor, Will Stevens
#5 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Marcel Fässler, Dries Vanthoor
#5 Belgian Audi Club Team WRT, Audi R8 LMS: Marcel Fässler, Dries Vanthoor, Will Stevens
#5 Belgian Audi Club Team WRT, Audi R8 LMS: Marcel Fässler, Dries Vanthoor, Will Stevens
#9 Audi Sport Team WRT, Audi R8 LMS: Nico Müller, Marcel Fässler, Robin Frijns, René Rast
#9 Audi Sport Team WRT, Audi R8 LMS: Nico Müller, Marcel Fässler, Robin Frijns, René Rast
#9 Audi Sport Team WRT, Audi R8 LMS: Nico Müller, Marcel Fässler, Robin Frijns, René Rast
Podium: third place #9 Audi Sport Team WRT, Audi R8 LMS: Nico Müller, Marcel Fässler, Robin Frijns,
24 Stunden Nürburgring, Audi R8 LMS, Marcel Fässler, Nico Müller, Audi Sport Team WRT.jpg

All’indomani del 41esimo compleanno, l’umore di Marcel Fässler non è certo dei migliori. E ne ha ben donde l’esperto driver elvetico, il quale ha visto sfumare la possibilità di vincere per la prima volta sul circuito tedesco a una sola ora dal termine.

Il duo svizzero, accoppiato a Robin Frijns e René Rast, ha infatti pagato a caro prezzo la scelta di montare le gomme slick nel pit-stop finale, dovendo rientrare nuovamente a seguito della pioggia abbattutasi nell’Inferno Verde.

“È stata una corsa folle, ma si deve accettare così per quello che è stata. Nella mia carriera ho digerito parecchie delusioni, e così farò ancora. In ogni caso, vincere sarebbe stato davvero difficile. Se siamo finiti in testa è grazie ai problemi che l’Audi del team Land Motorsport (poi trionfante in rimonta, ndr) ha riscontrato. Bisogna essere sportivi e riconoscere che hanno vinto meritatamente”, ha ammesso Marcel, visibilmente abbattuto.

Naturalmente, l’esito della 24 Ore del Nürburgring lascia l’amaro in bocca al tre volte vincitore della 24 Ore di Le Mans. “Mancava davvero poco alla fine. Questo deve insegnarci che le gare di durata finiscono quando viene sventolata la bandiera a scacchi. L’anno scorso, a Le Mans, la Toyota fece la stessa cosa”.

 

Il pilota, fresco 41enne, ha così continuato: “Sapevamo che avevamo un solo pit-stop prima della fine. Non ci aspettavamo che la pioggia si abbattesse così rapidamente. Credevamo di poter portare a termine la maratona con le gomme d’asciutto”.

Marcel, a mente fredda, traccia la linea che il team Audi Sport WRT avrebbe dovuto seguire per assicurarsi il successo nella celebre corsa di durata. “Fondamentalmente, avremmo dovuto montare le intermedie. Così saremmo stati al sicuro, in quanto vantavamo più di mezzo minuto di vantaggio”.

L’elvetico ha preso parte svariate volte alla 24h teutonica, senza mai avvicinarsi così tanto al successo. Ci riproverà l’anno prossimo?

“Credo di sì. Il rapporto con Müller? È ottimo, io e Nico ci siamo divertiti tanto, nonostante la beffa finale. Prima o poi avrò anche io un po’ di fortuna al Nürburgring”, ha detto sarcasticamente Fässler al microfono di Motorsport.com Svizzera.

condividi
commenti
Cairoli: "Peccato per i problemi, potevamo puntare al podio"
Articolo precedente

Cairoli: "Peccato per i problemi, potevamo puntare al podio"

Articolo successivo

24h Nürburgring: nessuna fortuna per la veloce Toyota rossocrociata

24h Nürburgring: nessuna fortuna per la veloce Toyota rossocrociata
Carica i commenti