12h Golfo, Libere 1: McLaren ok, Rossi 4° con la Ferrari VR46

Ad ottenere il primato nelle prime prove in Bahrain è la 720S della 2 Seas Motorsport, davanti alla Ferrari #8 di Kessel e alla McLaren di Inception. La 488 di Rossi con Marini e "Uccio" è stata a lungo in Top3 e si tiene dietro la "sorella" #27. A seguire ci sono Porsche e Bentley, McLaren regina anche in GT4.

12h Golfo, Libere 1: McLaren ok, Rossi 4° con la Ferrari VR46

La 2 Seas Motorsport apre il weekend della 12h del Golfo centrando il primato nelle Prove Libere 1 andate in scena nel pomeriggio/sera di oggi.

Con lo spostamento della tradizionale gara di Abu Dhabi in quel del tracciato di Sakhir, i piloti hanno avuto modo di girare in mattinata per prendere al meglio le misure della pista del Bahrain, in vista delle prossime sessioni che domani porteranno poi alle Qualifiche per definire la griglia di partenza.

Solo 12 i partecipanti a questa edizione 2021, che vista la pandemia di Coronavirus sono anche un numero apprezzabile considerate le difficoltà logistico-economiche.

Venendo ai risultati del campo, come detto a ottenere il crono di riferimento è la McLaren 720S #7 condotta da Ed Jones/Lewis Williamson/Dylan Pereira, che a circa metà dei 180' di prove è balzata in testa a livello assoluto e in Classe Pro, senza più mollare la posizione firmando un 2'00'792.

A 0"4 netti dal trio sopracitato troviamo la prima delle Ferrari 488 della Kessel Racing, con Alessandro Cutrera/Leonardo Maria Del Vecchio/Marco Frezza/Nicola Cadei che piazzano la loro 488 #8 in vetta alla categoria Pro-Am e davanti alla McLaren della Inception Racing with Optimum Motorsport.

La 720S #72 nelle mani di Joseph Osborne/Brendan Iribe/Oliver Millroy/Nick Moss si sono issati in terza posizione nelle ultime battute, mettendosi dietro la Ferrari #46 della Kessel Monster VR46 del trio delle 2 ruote formato da Valentino Rossi/Alessio "Uccio" Salucci/Luca Marini, che terminano ad 1" dalla vetta seguiti dai compagni di squadra David Fumanelli/Murat Çuhadaroğlu/Francesco Zollo/Emanuele Maria Tabacchi al volante della Ferrari #27 di Classe Am.

Sesti abbiamo invece Roberto Pampanini/Mauro Calamia/Stefano Monaco sulla Porsche 911 GT3 R #67 della Dinamic Motorsport, anche se molto più indietro rispetto ai rivali Pro-Am perché chiudono ad oltre 2"4.

La Bentley Continental #31 del Team Parker Racing affidata a Derek Pierce/Euan McKay/Andrew Meyrick è settima, mentre la classifica delle GT3 viene completata dalla Mercedes-AMG #3 Pro di John Loggie/Chris Froggatt/Callum MacLeod (Ram Racing).

In Top10 ci sono anche i primi due della Classe GT4, ossia la Mercedes della Scuderia Villorba Corse del quartetto Jean-Luc D'Auria/Benedetto Strignano/Piergiacomo Randazzo/Michele Camarlinghi e la McLaren 570 #77 di Jan Klingelnberg/Warren Hughes/Lars Dahmann/Charles Hollings (Optimum Motorsport).

La Maserati MC #50 preparata dalla SVC Sport Management per Antoni Chodzeń/Piotr Chodzeń/Patrick Zamparini è fanalino di coda e ha pure causato l'esposizione della bandiera rossa dopo una quarantina di minuti dal via a causa di un testacoda con stallo di P. Chodzeń, comunque rientrato ai box senza conseguenze.

Non è invece scesa in pista la McLaren #33 Pro di Isa Bin Abdulla Alkhalifa/Ben Barnicoat/Martin Kodrić (2 Seas Motorsport) per un problema tecnico.

Domani sono previste altre tre sessioni di Prove Libere al mattino, mentre nel pomeriggio i piloti avranno 15' a disposizione ciascuno per effettuare il giro veloce, in modo da stabilire il tempo medio che determinerà la posizione di partenza per la gara di sabato.

In grassetto il pilota che ha ottenuto il miglior tempo

12h del Golfo: Prove Libere 1

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
1/13

Foto di: Gulf 12 Hours

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
2/13

Foto di: Valentino Rossi

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
3/13

Foto di: Valentino Rossi

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
4/13

Foto di: Valentino Rossi

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
5/13

Foto di: Valentino Rossi

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
6/13

Foto di: Valentino Rossi

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
7/13

Foto di: Valentino Rossi

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
8/13

Foto di: Valentino Rossi

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
9/13

Foto di: Valentino Rossi

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi, Alessio Salucci, Luca Marini
10/13

Foto di: Gulf 12 Hours

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
11/13

Foto di: Valentino Rossi

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Valentino Rossi
12/13

Foto di: Valentino Rossi

#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Luca Marini
#46 Kessel Racing Monster VR46, Ferrari 488 GT3: Luca Marini
13/13

Foto di: Valentino Rossi

condividi
commenti
Suzuki, Sahara: "La partenza di Brivio è uno shock"
Articolo precedente

Suzuki, Sahara: "La partenza di Brivio è uno shock"

Articolo successivo

Rossi: "Siamo veloci, bisogna bilanciare meglio il posteriore"

Rossi: "Siamo veloci, bisogna bilanciare meglio il posteriore"
Carica i commenti