Grande festa in casa Alpine per il titolo della ELMS

Grande festa in casa Alpine per il titolo della ELMS

Nonostante le difficoltà incontrate ad Estoril, Panciatici, Chatin e Webb hanno bissato il successo del 2013

Il Team Signatech-Alpine aveva promesso di battersi per la vittoria sul circuito di Estoril, in Portogallo. Anche un secondo posto sarebbe bastato per aggiudicarsi nuovamente il titolo continentale, qualsiasi fosse stato il risultato dei rivali, ma la squadra francese ha affrontato questo round decisivo come tutti gli altri.

Come ha dimostrato in ogni occasione da maggio, l’Alpine A450b ha mostrato tutte le sue capacità battendosi per la vittoria. Terzi sulla griglia di partenza, Nelson Panciatici si è subito portato in seconda posizione sul primo rettilineo. E’ rimasto in contatto con la Zytek che comandava fino al primo cambio pilota.

Per il suo compleanno (23 anni oggi), Paul-Loup Chatin ha assunto il comando passando in testa alla fine della prima ora di corsa. La lotta per la prima posizione si è intensificata con il ritorno di una Ligier, ma la Alpine A450b è ritornata in testa dopo la seconda ora. Dopo aver preso il comando, Oliver Webb ha aumentato gradualmente il vantaggio del team prima di passare il volante a Paul-Loup Chatin per il finale.

Due penalità consecutive rallentano la corsa della Alpine: Prima uno Stop&Go (legato al numero di meccanici presenti intorno alla macchina durante il rifornimento), seguito da uno stop di tre minuti ha fatto capitolare l’auto numero 36 al sesto posto della classifica generale. A meno di un’ora dall’arrivo, bisognava quindi modificare la strategia. Il Team Signatech-Alpine si è concentrato quindi per garantirsi i punti necessari per aggiudicarsi il secondo titolo consecutivo.

Paul-Loup Chatin ha recuperato la quinta posizione e ha continuato la gara come auto più veloce in pista, portando Alpine a tagliare il traguardo per la vittoria! Questa stagione particolarmente emozionante si conclude con cinque vincitori differenti della European Le Mans Series, ad evidenziare l’alto livello di competitività di quest’anno nei campionati di LMP2.

Bernard Ollivier (Direttore di Alpine): "La voglia di vittoria che rappresenta Alpine ha trionfato! Il team sempre unito si è mobilitato per contrastare le situazioni sfavorevoli. Si tratta di una nuova lezione: il diavolo si nasconde nei dettagli. E due piccoli dettagli ci sono costati quattro minuti. Abbiamo gareggiato insieme per aggiudicarci questo secondo titolo consecutivo. Il nostro giovane team, 24 anni in media, ha dimostrato maturità. E’ nella tradizione di Alpine. Diamo possibilità a giovani piloti di talento!".

Philippe Sinault (Team Manager di Signatech-Alpine): "Sono felice e fiero del lavoro svolto da tutta la squadra. E’ stato difficile difendere il titolo. Conservare la nostra corona europea è ancora più soddisfacente. Abbiamo fatto grandi progressi mentre eravamo in corsa per la vittoria e abbiamo adottato, in ogni occasione, una buona strategia. Malgrado un’impegnativa manche finale, il team è rimasto sereno, come nel caso del nostro podio alla 24 Ore di Le Mans. Ringrazio Alpine per la fiducia che ha riposto in noi. Insieme, condividiamo grandi emozioni. A volte è difficile, ma ci piace. Continueremo così l’anno prossimo!".

Nelson Panciatici: "Dopo una grande sessione di qualifica, ho fatto una buona partenza. Ho avuto la possibilità di passare in testa al primo giro, ma ho preferito aspettare. Ho mantenuto bene il ritmo senza correre rischi. Malgrado le penalità, siamo stati in grado di vincere il titolo. Sono felice di essere il primo pilota a conservare la corona nel LM P2. Il team ha dimostrato di essere forte e di non aver vinto per caso".

Paul-Loup Chatin: "Che gara! Penso che abbiamo avuto una stagione perfetta nonostrante gli errori commessi nell’ultimo turno. Le prestazioni erano buone. Dopo le penalità, è stato necessario riprendere il ritmo per conquistare i punti. Sono veramente felice. Un immenso grazie a tutto il team, ad Alpine. Philippe, Nelson e Oliver. Abbiamo creato dei legami molto forti".

Oliver Webb: "I miei compagni hanno fatto due ottimi inizi di staffetta. Sono stati in grado di guadagnare tempo prima delle penalità. Se ci avessero privato della vittoria, saremmo stati comunque ancora campioni. Il podio della 24 Ora di Le Mans e il titolo European Le Mans Series sono due grandi risultati nella mia stagione nelle gare di Resistenza. E spero che continueremo anche l'anno prossimo!".

Questo è il terzo titolo europeo per Alpine dopo quello vinto quarant’anni fa con Alpine A441 e l’anno scorso con Alpine A450. Nelson Panciatici è il primo pilota a vincere due titoli consecutivi in questa categoria nella European Le Mans Series. Paul-Loup Chatin, a esattamente 23 anni, ed è diventato il più giovane campione di LMP2! Oliver Webb, 23 anni e 6 mesi, non era molto lontano da questo record.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ELMS
Piloti Nelson Panciatici , Paul-Loup Chatin , Oliver Webb
Articolo di tipo Ultime notizie