DTM
09 ago
-
11 ago
Evento concluso
23 ago
-
25 ago
Evento concluso

Riscatto di René Rast al Lausitzring nella gara #500 del DTM

condividi
commenti
Riscatto di René Rast al Lausitzring nella gara #500 del DTM
Di:
25 ago 2019, 13:51

Il pilota del Team Rosberg festeggia nel secondo round del weekend precedendo Müller e Rockenfeller, mentre Green e Frijns completano la Top5 Audi (Campione Costruttori) davanti all'amaro Wittmann. 3 Aston Martin ritirate, delude Aberdein.

René Rast scrive un altro capitolo importante della sua storia targata DTM andando a conquistare il successo nel round #500 della serie turismo tedesca in Gara 2 al Lausitzring.

Il pilota del Team Rosberg si riscatta prontamente dopo il ritiro di ieri facendo un altro passo avanti verso un titolo piloti che resta comunque ancora in bilico, dato che Nico Müller conclude in seconda posizione mantenendo ancora vive le speranze. L'Audi Sport invece si porta a casa matematicamente il trofeo riservato ai costruttori.

Al via questa volta il poleman Jamie Green non ha sbagliato nulla e alla curva 1 ha mantenuto il primato davanti all'Audi RS 5 del compagno di squadra Rast, fulmineo a bruciare in partenza i "dormienti" Müller e Jonathan Aberdein, risucchiati nel gruppo lasciando il terzo posto a Robin Frijns.

Al giro 4 il gioco di squadra è stato servito, con Green a farsi da parte per dare spazio a Rast, il quale ha avuto via libera per poter spingere e andare ad effettuare il pit-stop nel momento migliore (giro 12) per rientrare in pista senza traffico.

Müller invece è stato costretto agli straordinari, fermandosi all'ottavo giro, per poi dare il via ad una grande rimonta che lo ha visto sfruttare al meglio le gomme fresche per portarsi davanti a Mike Rockenfeller e Aberdein con due bei sorpassi, e salendo in piazza d'onore. Lo svizzero del Team Abt Sportsline non è però riuscito a raggiungere Rast, che quindi allunga nuovamente su di lui in classifica.

Nella lotta per il terzo gradino del podio la spunta ancora una volta proprio Rockenfeller al volante dell'Audi RS 5 del Team Phoenix con cui ieri era andato all'attacco. Oggi, invece, "Rocky" ha dovuto giocare in totale difesa perché Green gli è giunto negli scarichi agli ultimi passaggi, ma senza poter sferrare la mossa valida per la Top3.

Dal canto suo, l'inglese ha la colpa di aver sonnecchiato dopo il pit-stop, restando troppo a lungo dietro all'Audi RS 5 di Frijns, superata solamente a 5 tornate dalla bandiera a scacchi, quindi gravemente in ritardo per poter dare una mano a Rast nel togliere punti ai rivali (che oltretutto montavano gomme più usurate).

L'olandese del Team Abt Sportsline completa la Top5 tutta di marca Audi, mentre Marco Wittmann è il migliore delle BMW riportando la M4 del Team RMG al sesto posto, dopo che il Campione 2014-2016 era stato autore di una partenza da incubo che lo ha visto scivolare indietrissimo. Per Wittmann è un risultato molto deludente che lo allontana ancora di più dalla vetta in termini di titolo.

A seguire abbiamo invece il trio di Audi RS 5 condotte da Aberdein, Loïc Duval e Pietro Fittipaldi; il sudafricano e il brasiliano del Team WRT non hanno brillato e il francese del Team Phoenix ne ha approfittato per concludere in mezzo a loro, seppur anch'esso non si sia distinto nell'arco dei 55' di gara, se non per un paio di sorpassi nel finale approfittando di pneumatici più freschi.

Completa la zona punti Philipp Eng, costretto a partire dal fondo per un intervento che gli uomini del Team RMR hanno dovuto effettuare sulla sua BMW M4 in regime di parco chiuso: l'austriaco ha corso con il coltello fra i denti e già dopo poche tornate era risalito in Top10, poi però non è riuscito ad andare oltre.

Poco felici le prestazioni delle altre BMW M4: Sheldon Van Der Linde (Team RMG) è undicesimo, Joel Eriksson e Bruno Spengler (Team RBM) chiudono invece 13° e 14° - nonostante abbiano tentato la carta del secondo cambio gomme - dietro all'unica Aston Martin Vantage che è riuscita a vedere la bandiera a scacchi, quella di Daniel Juncadella.

In R-Motorsport/HWA si registrano infatti i ritiri da parte di Ferdinand Von Habsburg e Jake Dennis per problemi tecnici, e di Paul Di Resta per un danneggiamento in seguito ad un'uscita di pista al giro 22 dopo un contatto con Spengler.

Un altro guaio tecnico ha invece fermato la BMW M4 di Timo Glock (Team RMR) al giro 27.

In classifica di campionato Rast è ora a quota 234, Müller scende a -20 e Wittmann a -67 quando mancano ancora due eventi (4 gare in totale) alla conclusione della stagione 2019.

Cla # Pilota Auto Giri Tempo Distacco Distacco Pits Punti
1 33 Germany René Rast
Audi RS 5 Turbo DTM 34 56'59.382 1 25
2 51 Switzerland Nico Müller
Audi RS 5 Turbo DTM 34 57'04.569 5.187 5.187 1 18
3 99 Germany Mike Rockenfeller
Audi RS 5 Turbo DTM 34 57'08.335 8.953 3.766 1 15
4 53 United Kingdom Jamie Green
Audi RS 5 Turbo DTM 34 57'09.0 9.618 0.665 1 12
5 4 Netherlands Robin Frijns
Audi RS 5 Turbo DTM 34 57'10.723 11.341 1.723 1 10
6 11 Germany Marco Wittmann
BMW M4 Turbo DTM 34 57'12.364 12.982 1.641 1 8
7 27 South Africa Jonathan Aberdein
Audi RS 5 Turbo DTM 34 57'13.134 13.752 0.770 1 6
8 28 France Loïc Duval
Audi RS 5 Turbo DTM 34 57'13.453 14.071 0.319 1 4
9 21 Brazil Pietro Fittipaldi
Audi RS 5 Turbo DTM 34 57'20.512 21.130 7.059 1 2
10 25 Austria Philipp Eng
BMW M4 Turbo DTM 34 57'22.487 23.105 1.975 1 1
11 31 South Africa Sheldon Van Der Linde
BMW M4 Turbo DTM 34 57'22.950 23.568 0.463 1
12 23 Spain Daniel Juncadella
Aston Martin Vantage DTM 34 57'23.459 24.077 0.509 1
13 47 Sweden Joel Eriksson
BMW M4 Turbo DTM 34 57'42.778 43.396 19.319 2
14 7 Canada Bruno Spengler
BMW M4 Turbo DTM 34 57'53.993 54.611 11.215 2
15 16 Germany Timo Glock
BMW M4 Turbo DTM 25 43'12.215 9 Laps 9 Laps 3
dnf 3 United Kingdom Paul di Resta
Aston Martin Vantage DTM 20 34'04.504 14 Laps 5 Laps 1
dnf 62 Austria Ferdinand Habsburg-Lothringen
Aston Martin Vantage DTM 8 13'33.514 26 Laps 12 Laps
dnf 76 United Kingdom Jake Dennis
Aston Martin Vantage DTM 2 4'07.205 32 Laps 6 Laps 1
Articolo successivo
Jamie Green in pole a sorpresa per Gara 2 del Lausitzring

Articolo precedente

Jamie Green in pole a sorpresa per Gara 2 del Lausitzring

Articolo successivo

DTM 2020: Monza o Vallelunga al posto di Misano

DTM 2020: Monza o Vallelunga al posto di Misano
Carica i commenti