DTM
10 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
42 giorni
G
Anderstorp
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
63 giorni
G
Zolder
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
70 giorni
G
Brands Hatch
22 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
85 giorni
04 set
-
06 set
Evento concluso
G
Nürburgring
11 set
-
13 set
Prossimo evento tra
105 giorni
G
Igora Drive
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
126 giorni
G
Lausitzring
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
140 giorni
G
Hockenheim
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
161 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
168 giorni

Rast gioca di strategia, resiste a Paffett e trionfa in Gara 2 a Zandvoort

condividi
commenti
Rast gioca di strategia, resiste a Paffett e trionfa in Gara 2 a Zandvoort
Di:
15 lug 2018, 12:43

Il campione in carica opta per la sosta al primo giro, nel finale resiste alla pressione di Paffett e riscatta la delusione di Gara 1. Terzo gradino del podio per Di Resta. Mortara ottavo.

Gary Paffett, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Pascal Wehrlein, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Sébastien Ogier alla guida di una Mercedes-AMG C63 DTM con la moglie Andrea Kaiser
Gary Paffett, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM leads
Ripartenza dopo la Safety car
Ripartenza dopo la Safety car
Augusto Farfus, BMW Team RMG, BMW M4 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Gary Paffett, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Mike Rockenfeller, Audi Sport Team Phoenix, Audi RS 5 DTM, René Rast, Audi Sport Team Rosberg, Audi RS 5 DTM

La strategia aveva punito René Rast in Gara 1, la strategia ha premiato René Rast in Gara 2. Il campione in carica, infatti, dopo aver smaltito la delusione della corsa del sabato, si è riscattato nell'ultima gara del weekend sfruttando una strategia opposta rispetto a Paffett e centrando un successo ampiamente meritato.

Rast è entrato ai box al termine del primo giro e dopo aver messo gomme nuove ha spinto come un pazzo per guadagnare quanto più tempo possibile sui diretti rivali.

Paffett, invece, ha adottato una tattica diversa. Dopo aver creato il vuoto alle sue spalle, l'inglese è entrato ai box al giro 12, ma una volta uscito dalla pit lane ha visto la sagoma dell'Audi di Rast sfrecciare alla propria sinistra e passare al comando. 

Paffett, nonostante le gomme nuove, non è mai riuscito a ridurre il distacco da Rast, ma una safety car al giro 20, chiamata per consentire ai commissari di rimuovere la vettura di Spengler spedito nella ghiaia alla Tarzan da Green, ha riaperto i giochi.

La ripartenza è avvenuto al giro 24 e Paffett ha tentato di beffare Rast, ma il campione in carica, grazie anche alla traiettoria interna, è rimasto saldamente al comando ed ha resistito alla pressione dell'inglese negli ultimi giri per tagliare il traguardo in prima posizione.

Paffett ha chiuso la seconda gara del weekend con l'amaro in bocca. Gary, infatti, era certo di poter fare doppietta, ma la strategia sbagliata e l'impossibilità di sorpassare sul tracciato di Zandvoort lo hanno penalizzato.

L'unica nota positiva per Paffett è la domenica nera vissuta dai suoi rivali in classifica. Wittmann ha chiuso fuori dai punti, mentre Glock ha chiuso in decima piazza.

Il nome nuovo in scia a Paffett in classifica piloti è adesso quello di Paul Di Resta. Lo scozzese, grazie ai piazzamenti di questo weekend, è riuscito a portarsi alle spalle del compagno di marca e potrebbe rappresentare un avversario ostico nelle restanti gare.

Si aspettava di salire sul podio Philipp Eng, ma l'austriaco si è dovuto accontentare del quarto posto precedendo un Augusto Farfus autore di un sorpasso capolavoro ai danni di Wehrlein.

Quando il tedesco è tornato in pista dopo il cambio gomme, Farfus ha approfittato per passare Wehrlein e Muller impegnati in un duello serrato facendo scattare l'applauso del pubblico.

Mortara ha tentato in ogni modo nel finale di avere la meglio sullo svizzero, cercando di sfruttare anche le gomme fresche, ma Muller ha chiuso ogni varco ed ha costretto Edo all'ottavo posto davanti a Lucas Auer ed a Timo Glock.

Al termine del round di Zandvoort, Paffett è ancora al comando della classifica con 148 punti davanti a Di Resta a quota 121, mentre Glock segue in terza piazza a 101.

Cla   # Pilota Auto Giri Tempo Gap Distacco Pits Punti
1   33 Germany René Rast  Audi RS5 DTM 35 56'44.864     1 25
2   2 United Kingdom Gary Paffett  Mercedes-AMG C63 DTM 35 56'45.688 0.824 0.824 1 18
3   3 United Kingdom Paul di Resta  Mercedes-AMG C63 DTM 35 56'46.213 1.349 0.525 1 15
4   25 Austria Philipp Eng  BMW M4 DTM 35 56'46.689 1.825 0.476 1 12
5   15 Brazil Augusto Farfus  BMW M4 DTM 35 56'46.987 2.123 0.298 1 10
6   94 Germany Pascal Wehrlein  Mercedes-AMG C63 DTM 35 56'48.064 3.200 1.077 1 8
7   51 Switzerland Nico Müller  Audi RS5 DTM 35 56'49.747 4.883 1.683 1 6
8   48 Italy Edoardo Mortara  Mercedes-AMG C63 DTM 35 56'51.166 6.302 1.419 1 4
9   22 Austria Lucas Auer  Mercedes-AMG C63 DTM 35 56'53.728 8.864 2.562 1 2
10   16 Germany Timo Glock  BMW M4 DTM 35 56'54.041 9.177 0.313 2 1
11   47 Sweden Joel Eriksson  BMW M4 DTM 35 56'54.682 9.818 0.641 1  
12   23 Spain Daniel Juncadella  Mercedes-AMG C63 DTM 35 56'55.268 10.404 0.586 2  
13   7 Canada Bruno Spengler  BMW M4 DTM 35 56'58.573 13.709 3.305 2  
14   53 United Kingdom Jamie Green  Audi RS5 DTM 35 57'11.364 26.500 12.791 2  
15   28 France Loïc Duval  Audi RS5 DTM 35 57'25.302 40.438 13.938 2  
16   99 Germany Mike Rockenfeller  Audi RS5 DTM 35 57'28.234 43.370 2.932 2  
17   11 Germany Marco Wittmann  BMW M4 DTM 35 57'55.609 1'10.745 27.375 2  
18 dnf 4 Netherlands Robin Frijns  Audi RS5 DTM 10 15'46.511 25 Laps 25 Laps
Articolo successivo
Paffett non molla e centra la pole anche per Gara 2 a Zandvoort

Articolo precedente

Paffett non molla e centra la pole anche per Gara 2 a Zandvoort

Articolo successivo

Aston Martin potrebbe correre nel DTM a partire dalla stagione 2020

Aston Martin potrebbe correre nel DTM a partire dalla stagione 2020
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie DTM
Evento Zandvoort
Piloti Paul di Resta , Gary Paffett , René Rast
Autore Marco Di Marco